Giochi Indie Recensioni Giochi PC & Console

Yooka-Laylee and the Impossible Lair – Recensione

Yooka-Laylee
Tempo di lettura: 3 minuti

Recensione della versione PS4 di Yooka-Laylee and the Impossible Lair, gentilmente fornita da Team17.

La rinascita del platform.

Quando, nel 2017, è uscito il primo Yooka-Laylee, il pubblico si è diviso: alcuni hanno apprezzato un’avventura che strizzava molto l’occhio ai vecchi Banjo-Kazooie, altri si sono lamentati parecchio perché, pur attingendo a piene mani da questi capolavori, non raggiungeva quei livelli. Yooka-Laylee and the Impossible Lair non è un capitolo due, bensì un’altra storia che si inserisce in questo universo e che probabilmente sancisce l’inizio di una saga a cui Playtonic si dedicherà parecchio nei prossimi anni. A differenza del gioco uscito due anni fa, gli sviluppatori hanno deciso di optare per un platform 2D (nelle meccaniche ma non nella grafica), discostandosi molto dalle opere che li hanno resi famosi.

Un nuovo inizio

Come detto, Yooka-Laylee and the Impossible Lair non è propriamente un sequel di Yooka-Laylee, uscito appena due anni fa. Gran parte dei personaggi vengono ripresi, è vero, ma sia la storia che la struttura del gioco hanno poco a che vedere con il capitolo precedente. Anche questa volta ci troviamo ad affrontare Capital Bee, la nostra arcinemesi, tuttavia questa volta abbiamo subito accesso alla boss fight finale all’interno del suo Impossible Lair. Ci mancano però i mezzi per sconfiggerlo: all’inizio infatti, potremo subire un solo colpo (davvero poco per lo scontro finale), dunque starà a noi esplorare altri livelli per recuperare dei Beetallion (battaglioni di api) che ci faranno da scudo, permettendoci di subire sempre più colpi e tonici vari per semplificare (o anche modificare a livello estetico) l’esperienza.

Yooka-Laylee

Anche questa volta per accedere ai livelli dovremo esplorare un livello centrale che funge da hub e trovare i libri in cui sono contenuti. Tuttavia l’Overworld questa volta è un livello con visuale dall’alto parecchio diverso dai livelli veri e propri, ma comunque molto piacevole da esplorare.

Dal 3D al 2D, indolore è un eufemismo!

La differenza sostanziale tra Yooka-Laylee and the Impossible Lair e il suo predecessore è il gameplay. Playtonic ha optato per un platform in 2.5D (grafica 3D ma gameplay in 2D) ed è riuscita a dare il meglio di sè. Il level design è particolarmente ispirato, con picchi di incredibile brillantezza e un livello generale più che buono. I movimenti sono volontariamente castrati: non ci sono doppi salti o scatti particolarmente rapidi, non possiamo saltare né correre sui muri e a stento possiamo planare, ma va benissimo così. Le nostre possibilità di movimento si sposano con dei livelli ad hoc che vi faranno sentire perfettamente a vostro agio.

Anche l’integrazione delle abilità di Yooka e Laylee è ben riuscita: Laylee ci permette dei movimenti non fondamentali, ma utili per raggiungere piume (moneta di gioco) o monete nascoste (necessarie per sbloccare porzioni dell’Overworld. Se prendiamo un colpo Laylee si stacca e, se non riusciamo a riprenderla subito, dovremo cercare una campanella per richiamarla. Perdere Laylee significa dunque perdere la possibilità di completare il livello al 100% (oltre che non poter più subire colpi).

I livelli sono tanti e in gran parte rigiocabili. Questo perché è spesso possibile applicare dei modificatori ai livelli, congelandoli, inondandoli o rendendoli comunque parecchio diversi dalla versione originale. Dunque è lecito aspettarsi di superare agevolmente le 15-20 ore

Aspetto tecnico

Qui potrei starci anche solo due righe, non fosse per i comandi. Yooka-Laylee and the Impossible Lair è un gioco ottimo dal punto di vista tecnico, tuttavia ha dei controlli poco precisi (come due anni fa del resto). Il gioco è comunque molto giocabile, ma potrebbe (e dovrebbe) essere migliore. Davvero un peccato, perché praticamente non c’è altro da recriminare. La grafica è davvero piacevole e il gioco gira a 60 fps stabili e la colonna sonora è di alto livello e accompagna perfettamente il gioco.

Yooka-Laylee and the Impossible Lair

Yooka-Laylee and the Impossible Lair è un must per gli amanti dei platform. Abbina quantità e qualità, offrendo un'esperienza ricca e soddisfacente. La storia non è granché, ma se vi approcciate ad un gioco del genere per la storia, sbagliate voi. Si può recriminare solo per le imprecisioni nei controlli e per la scarsa varietà dei nemici, ma ci troviamo comunque di fronte ad un gioiellino che merita la vostra attenzione.

8
Yooka-Laylee and the Impossible Lair:
8
Yooka-Laylee and the Impossible Lair – Recensione ultima modifica: 2019-11-01T17:00:33+01:00 da Sittingbull

Rispondi