Recensioni Giochi PC & Console

Yakuza 6 The Song of Life – Recensione

Yakuza 6 The Song Of Life LOGO
Tempo di lettura: 5 minuti

Non mi ero mai avvicinato alla serie di Yakuza, un pò per pigrizia e un pò perché si diceva fossero un pò tutti uguali; ricevuto Yakuza 6 The Song of Life ero stato sul punto di rinnegare la mia profonda fede nipponica e chiedere al nostro founder Giganico di recensirlo lui. Oggi lo scrivo senza vergogna: mai un pregiudizio è stato più sbagliato e ora vi racconterò perché.

Kyriu Kazuma è l’ombroso protagonista giunto ormai al termine della sua lunga epopea. Il sesto capitolo di Yakuza – perfettamente godibile anche per chi come me non ha giocato nessuno dei capitoli precedenti – è ambientato in una Tokyo che sta subendo un cambiamento dovuto alla nuova generazione. Le bande rivali iniziano ad essere insidiate da nuovi arrivati e lo stesso Kyriu dovrà nuovamente imporre la sua scomoda presenza, forte di un nome e di un background da leader.

Se chi ha giocato i precedenti capitoli, non avrà alcun dubbio sul prendere o no Yakuza 6 The Song of Life, non altrettanto facile potrebbe essere la scelta di chi, come il sottoscritto, non l’ha fatto; ed è proprio a loro che mi rivolgo scrivendo questa recensione rigorosamente spoiler free.

Okinawa - Yakuza 6 The Song Of Life
Okinawa – Morning Glory

Yakuza 6 The Song of Life è godibile anche per chi non ha giocato i precedenti

All’interno del gioco sono presenti dei brevi e concisissimi pseudoriassunti di tutti i capitoli precedenti. Onestamente mi sono annoiato dopo 30 secondi del primo e mi sono detto: “proviamo a partire senza conoscere nulla, alla peggio recupererò su YouTube le trame dei precedenti”. Il risultato? Sono comunque riuscito ad apprezzare appieno la trama di Yakuza 6.
Kyriu Kazuma sta scontando alcuni anni di prigione e, nel frattempo, il mondo intorno a lui cambia. La sua protetta, Haruka, si prende il compito di far crescere gli altri bambini di un orfanotrofio sito a Okinawa, luogo simile a quello in cui lei e Kyriu sono cresciuti. La stampa però è crudele nei suoi confronti e il passato di Kyriu la raggiungerà anche nella più remota isola del Giappone. Haruka decide quindi di partire e portare con sé questo pesante fardello, di fatto facendo perdere le sue tracce. E qui mi fermo…

Yakuza 6 The Song of Life Haruka
Haruka chan

Un’avventura che vede grande caratterizzazione dei personaggi

La trama di Yakuza 6 è infatti uno dei suoi punti di forza: i personaggi sono ben caratterizzati per quanto ricalchino stereotipi delle produzioni nipponiche. C’è l’ombroso Kyriu in cerca di risposte, una dolce barista dagli occhi tristi, ma dal cuore grande, e tanti altri yakuza sempre pronti a far valere l’onore proprio e della famiglia. Non ci sono “riempitivi”. Ho apprezzato come gli sviluppatori siano riusciti a coinvolgere l’utenza, regalando un’intensità di emozioni di stampo cinematografico. L’influenza nipponica potrebbe far storcere il naso a chi non apprezza i discorsi un pò più lunghi, ma del resto Yakuza 6 non è GTA. Non li confondete perché non appartengono affatto allo stesso genere.
Spesso leggo commenti di chi vede limitato il gameplay di Yakuza (di cui ne parleremo dopo): la realtà è che si parla proprio di un altro genere. Non è neppure uno Sleeping Dogs. In comune questi titoli hanno solo la telecamera posta alle spalle del protagonista.

Kamurocho - Yakuza 6 The Song Of Life
Il quartiere di Kamurocho mette a dura prova le ventole della mia Playstation

Yakuza 6 The Song of Life non è un GTA ambientato in Giappone!

Ora vi chiederete giustamente: ok la trama, ma se volevo solo vedere mi cercavo un film. Yakuza 6 ha il grande pregio di dosare narrazione e azione. Ci saranno momenti in cui i nostri protagonisti si troveranno a discutere del passato e del futuro… Una certa nostalgia aleggia sempre nell’aria. Ma poi quando ci sarà da menare le mani (e spesso la soluzione alle dispute sarà quella), il buon Kyriu sarà pronto a mostrare i suoi muscoli. Un robusto combat system prevederà un attento e ragionato scambio di colpi e schivate. Quando poi verrà il momento, l’interazione con l’ambiente circostante vi permetterà di effettuare dei “colpi bassi” al vostro assalitore lanciandogli contro dal sasso alla bicicletta, nonché usando spranghe. Ogni colpo andato a segno caricherà un aura di potenza che, una volta sprigionata, vi renderà ancora più letali.

Yazuka 6 permetterà di personalizzare la crescita di Kyriu come in un RPG

Quanto finora descritto è comunque una versione semplificata della profonda personalizzazione in pieno stile RPG che troverete in Yakuza 6 The Song of Life. Kyriu crescerà in prestanza fisica, velocità, forza e resistenza. Apprenderete nuovi colpi, tecniche ancora più letali e combinazioni di colpi. Spesso vi saranno delle instant action a cui dare seguito con il giusto tempismo e con cui concludere in maniera ancora più galvanizzante le vostre combo.
Se tutto ciò è colonna portante, non mancano le diverse attività secondarie, le quali svecchieranno il genere nonché strapperanno dei sorrisi in alcuni casi. La Live Chat è uno di questi: entrando in un locale il povero Kyriu, più bravo a usare le mani per colpire i nemici che a digitare sulla tastiera, parteciperà assieme ad altri pervertiti (Ndr: “hentai in giapponese” così definiti non da me, ma dalla ex fidanzata di uno di questi assidui frequentatori) ad una chat virtuale con una ragazza in carne e ossa. Il minigioco consisterà nel superare sequenze di tasti che simulano risposte piccanti con le quali ottenere il bonus, ovvero un vero e proprio strip della fanciulla.

Yakuza 6 The Song of Life Livechat
Dovreste vedere l’imbarazzo e la curiosità di Kyriu…

Yakuza 6 The Song of Life spinge al massimo la nostra Playstation 4

Purtroppo ho potuto provare Yakuza solo su una playstation 4 “noob edition”, ma non per questo posso dire di essermi compromesso l’esperienza. Ventole a parte (inizia anche a far caldo), il gioco gira fluidamente in ogni situazione e il quartiere di Tokyo (Kamurocho – nella realtà Kabukicho – ovvero il quartiere a luci rosse) è un tripudio di neon e di colori. Anche la periferia della prefettura di Hiroshima ha il suo perché. Sarò influenzato dalla mia profonda fede nipponica, ma entrambi i quartieri sanno davvero farci sentire là. Non parlo di “potenza grafica”, ma di aver ricreato un quartiere vivo, dove la gente (tutti NPC) svolge le sue attività e il tutto è reso in un modo molto credibile.
Mi dicono che su Ps4 Pro sia anche meglio e che non si verifichino cali di frame. Onestamente già sulla base ho apprezzato le pozzanghere che riflettono l’ambiente e non ho riscontrato anomalie.

Yakuza 6 The Song of Life Potere
E’ ora di terminare questo scontro!!!

Yakuza 6 The Song of Life è un miracolo del fine ciclo di Ps4

Yakuza 6 è un gran gioco, non solo tecnicamente (è davvero un miracolo di fine ciclo di Ps4), ma per averci regalato decine di ore serali senza mai annoiare. Devo trovare un difetto? Avete presente quando finisce una serie tv che avete aspettato ogni settimana? Ecco il “difetto” è proprio questo. Yakuza 6 The Song of Life lascia un vuoto enorme, un vuoto che da tanto tempo non provavo giocando (forse solo Persona 5 – non a caso altra produzione nipponica). Si parla sempre di originalità assente nei nuovi giochi: io spezzo invece una lancia a favore della tradizione, in quanto l’avventura vissuta è stata emozionante e coinvolgente dall’inizio alla fine. Possiamo tranquillamente dire che Yakuza 6 The Song of Life è l’ennesimo segno della qualità delle esclusive Sony Playstation.

Un'avventura emozionante dall'inizio alla fine

Yakuza 6 The Song of Life è la prova che i titoli sviluppati in esclusiva per una console hanno una marcia in più. L'ambientazione giapponese, la trama emozionante e coinvolgente, un combat system galvanizzante e una realizzazione tecnica strepitosa rendono Yakuza 6 un grandissimo gioco. Se però non apprezzate una certa verbosità dei discorsi e vi aspettate un GTA "Tokio Drift" non fatevi ingannare dall'inizio un pò lento, abbiate fiducia e scoprirete uno dei migliori giochi Playstation 4 degli ultimi anni.

9
Yakuza 6 The Song of Life:
9
Yakuza 6 The Song of Life – Recensione ultima modifica: 2018-04-25T13:00:18+02:00 da Sapphire

Rispondi