SafariTech

Xbox Cloud Gaming – Recensione e guida4 minuti lettura

xBOX cLOUD GAMING RECENSIONE GUIDA

Xbox Cloud Gaming approda finalmente sulle console di casa Microsoft (Ndr: sul PC era già disponibile da tempo) e il risultato potrebbe essere sorprendente. Scopriamo assieme tutto quello che propone e sopratutto come funziona nella nostra prima recensione / guida.

Un catalogo vasto e variegato

Xbox Game Pass prevede ora una vasta libreria di giochi compatibili per il gioco in cloud che si differenzia per piattaforma. Xbox Cloud Gaming infatti vede su console una platea di oltre 300 giochi riproducibili senza installazione, mentre su pc questi sono poco meno di 150. Una parte di essi sono inoltre stati ottimizzati per il gioco tramite touchscreen: tramite l’app omonima sarà possibile avviare infatti una larga parte dei giochi direttamente sul vostro telefono Android / Apple, ma lo vedremo più avanti nell’articolo.

Prima di tutto vediamo cosa è necessario per poter giocare tramite Xbox Cloud Gaming:

  • abbonamento Xbox Game Pass Ultimate (12,99 euro al mese / 38,99 euro al trimestre) – La versione Xbox Game Pass PC NON prevede l’opzione cloud, attenzione
  • un dispositivo compatibile con l’App ovvero un PC, uno smartphone Android o un Apple IPhone / IPad. I dispositivi Surface
  • un controller Xbox One / Xbox Series
  • un’ottima connessione internet (anche questo vedremo più avanti come ottimizzarla)

Come funziona e come attivare Xbox Cloud Gaming

Xbox Cloud Gaming si attiva direttamente dai giochi inclusi in Game Pass i quali abbiano una nuvoletta nella mini immagine dello store. Oltre all’opzione INSTALLA infatti vi sarà quella RIPRODUCI. Dopo poco secondi vi troverete di fronte al gioco già avviato, esattamente come se fosse installato sulla console. I primissimi minuti pare che l’app si vada ad assestare sulla vostra connessione con qualche refresh visibile in gioco che non inficia certamente l’esperienza di gioco. Ogni tanto è inoltre capitato si disconnettesse: è bastato rientrare nel gioco per ritrovarsi esattamente dove si era prima con il gioco in pausa per “controller disconnesso”.

L’app stessa (su PC e su Android) vi chiederà di collegare il controller, pertanto dovrete attivare l’associazione (il tastino sopra per capirci) e collegarlo tramite bluetooth. Su smartphone consigliamo l’acquisto del supporto clip che avevamo recensito un paio di mesi fa, ovvero l’8BitDo Mobile Gaming Clip. Su console è tutto nativo, quindi basterà entrare semplicemente su un gioco che prevede l’opzione Cloud per avviarne lo streaming tramite Xbox Cloud Gaming. Diciamo che non c’è bisogno di alcuna guida per gli utenti nativi Xbox.

8BITDO MOBILE GAMING CLIP XBOX CLOUD GAMING

Xbox Series S non può che beneficiare di questa novità

Xbox Cloud Gaming è quell’opzione che fa l’enorme differenza sulla console minore di casa Microsoft. Lo spazio di 512 GB (utilizzabile per poco meno di 400…) contiene infatti 4/5 giochi top di gamma (Flight Simulator occupa 114 GB… Forza Horizon 5 idem…). Avere la possibilità di giocare direttamente senza occupare spazio è decisamente quell’innovazione di cui Xbox Series S aveva bisogno. Del resto quante volte – complice l’ampio catalogo dell’Xbox Game Pass – si vuole solo provare un gioco? Con l’opzione riproduci verrà immediatamente avviato fino alla risoluzione massima di 1080p con un lieve degrado sui colori e sul bitrate, ma sempre con un ottimo framerate. E’ evidentemente priorizzata la prestazione alla qualità grafica.

XBOX SERIES S CLOUD GAMING

Ottimizziamo la connessione wifi o andiamo di cavo

Xbox Cloud Gaming richiede una connessione wifi 5 Ghz altrimenti l’esperienza non potrà ritenersi compatibile con il gaming. Per questo vi consigliamo di posizionare il router in una zona vicina a dove avete la console / i dispositivi connessi perché la connessione a 5 ghz degrada dopo pochi metri e con pochi ostacoli di mezzo. Noi usiamo un Fritzbox 7530 (quindi non un top di gamma) che ben impostato ha saputo dare grandi soddisfazioni. Magari in una prossima guida Safaritech potremmo approfondire le impostazioni consigliate (fatecelo sapere nei commenti!).

Via Ethernet l’esperienza è sicuramente meno soggetta ad interferenze e rischi di degrado / intasamento della connessione. Su smartphone inoltre – essendo più bassa la risoluzione – l’esperienza  è decisamente un’ottimo compromesso tra portabilità e qualità (Street of Rage 4 sembra nato per essere giocato così).

Ricordiamo inoltre che l’abbonamento Xbox Game Pass Ultimate è semplicemente legato all’account Microsoft / Store potendo quindi essere condiviso tra tutti i dispositivi dove vi si accede. Questo permetterà di continuare il gioco iniziato su console (o su pc fisso) sul proprio smartphone, avendo anche i save date trasferiti online nel cloud del proprio account. Se una volta si giocava così con Nintendo Switch oggi la nuova fronte del gaming fisso e portatile sta vedendo spostarsi l’ago della bilancia a favore di Microsoft. E.. Google Stadia? Cos’è? Esiste ancora? 

Xbox Cloud Gaming ha tutte le frecce nell'arco...

L'arrivo su console, dopo un breve periodo di Beta esclusiva PC, potrebbe spostare il nuovo fronte del gaming fisso e portatile a favore di Microsoft. Si chiude un cerchio che riesce a raccogliere sotto un unico abbonamento tutto quello che un gamer vorrebbe: qualità, ubiquità e sopratutto ampissima scelta.

9
Xbox Cloud Gaming :
9
Xbox Cloud Gaming – Recensione e guida4 minuti lettura ultima modifica: 2021-11-28T21:00:01+01:00 da Sapphire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *