Guide strategiche

World War Z: Guida introduzione al gioco

World War Z: Guida
Tempo di lettura: 6 minuti

World War Z è un survival zombie cooperativo a quattro giocatori in multiplayer. Facente il verso all’indimenticabile Left 4 Dead, il titolo rivelazione di questo 2019 mira ad espandere ed elaborare l’esperienza di gioco della categoria.

Questa guida sarà utile ai nuovi giocatori che desiderano farsi un idea sul gioco e presentarsi pronti al nastro di partenza.

Se volete farvi un idea andate su nostro canale Twitch dove troverete qualche buona partita in compagnia del LUI Clan. Anzi se volete unirvi a noi siete più che benvenuti!

Premessa

World War Z sembrerà banale e di facile lettura nelle sue meccaniche di base. Il sistema non cambia e riproporrà di volta in volta gli stessi interpreti in una progressione attraverso i capitoli abbastanza lineare. Apprendere le basi del gioco è semplice come lo è padroneggiare il sistema di shooting TPS molto classico.

World War Z: Guida

Il bello di WWZ arriverà proprio quando vi sentirete comodi nella vostra conoscenza del sistema dopo sole 2/3 partite a livello di difficoltà basso. Sarà li che il gioco vi ribalterà il modo di percepire il sistema, perché dal terzo teschio di difficoltà in su il sistema cambia molto e ogni ceffone zombesco toglierà ingenti quantitativi di energia al vostro personaggio facendovi scuotere la testa in preda al panico.

Niente paura andiamo per ordine.

Conosci il tuo nemico.

In Word War Z ci sono molte minacce differenti, e nessuna va mai sottovalutata. Ogni situazione anche comoda può degenerare in un secondo, e spesso accadrà proprio quando vi sentirete in controllo della situazione.

Andiamo a farci un idea sugli infetti che troveremo disseminati per le aree di gioco:

Zombie classico

Lo zombie classico è leggermente differenza dallo stereotipo a cui tutti siamo abituati. Quello di WWZ corre, mena forte ed è suscettibile ai rumori forti.

L’importante sarà sempre tenere a vista una via di fuga rapida, meglio se prevede un dislivello che rallenterebbe gli inseguitori. Se un orda ci accerchia siamo fritti perché non solo ci potrà uccidere in poco tempo, ma ci renderà irraggiungibili ai nostri compagni di disavventura.

La maggior parte delle volte troveremo gruppi di zombie cosiddetti: “dormienti.” I dormienti sono facilmente riconoscibili in quanto fermi impalati in piedi o ciondolanti appoggiati alle pareti. In alcuni casi li troveremo anche sdraiati a terra come morti. In questi casi si dovrà solo mantenere la calma e non fare rumore. Per mantenere il silenzio e non allertare l’orda procedere piano e in posizione “crouch”. Sparare dritti alla testa con un arma silenziata senza utilizzare mai l’attacco corpo a corpo “melee” in quanto molto rumoroso.

World War Z: Guida

In mezzo a queste mandrie di dormienti, spesso si nascondono anche degli infetti speciali. Ve ne accorgerete subito dal caratteristico suono che ogni infetto speciale emette quando vi troverete nelle vicinanze. Prestare molta attenzione, perché lì attacco di un infetto speciale allerta l’orda quasi tutte le volte.

Infetti speciali

Gli infetti speciali sono la minaccia più complessa da affrontare nel corso della partita. I solitari non rappresentano quasi mai una minaccia insormontabile, ma quando te ne piovono 2/3 addosso oppure sono supportati da un orda numerosa diventa davvero difficile divincolarsi.

  • Bull: Si tratta di uno zombi enorme e corazzato nella parte frontale. Si muove lento e insegue i quattro sopravvissuti, fino a che non decide di puntarne uno in particolare. Si capisce quando comincia a puntare perché inizia a battere i pugni a terra prima di mettersi a correre e afferrare il malcapitato. Una volta afferrato il sopravvissuto, il bull comincia a sbatterlo sul pavimento finché non l’ha ucciso. L’unico modo per scappare è essere salvati da un compagno, oppure avere un perk della propria classe attivo per svincolarsi dalle prese degli speciali. Il Bull è tostissimo se colpito frontalmente, ma è vulnerabile sulla schiena, dove ha un profondo squarcio nell’armatura. Non è difficile abbatterlo anche solo con 3 attacchi corpo a corpo ben assestati sulla schiera.
World War Z: Guida
  • Gasbag: sono gli infetti che indossano una tuta anti radiazioni gialla. Spesso in coppia sono molto fragili e basta qualche proiettile per abbatterli. Rilasciano un gas velenoso al loro passaggio che si dirada lentamente. Una volta uccisi ne rilasciano una grande quantità che se respirata fà scendere velocemente l’energia del personaggio. Sono molto pericolosi nelle fasi concitate, in quanto è facile non vederli in mezzo alle orde numerose, e ucciderli vicino ad un proprio compagno mettendolo in grossa difficoltà.
  • Lurker: Il più infame trucida partite di tutti. Il Lurker è il più pericoloso in quanto è sempre nascosto dietro un angolo e invisibile al povero malcapitato costretto a passare. E un infetto nero con pantaloni rossi perfettamente riconoscibile se avrete la fortuna di notarlo prima che si salti addosso. La sua posizione di attesa di malcapitati è sempre inginocchiata su un solo ginocchio. Il Lurker salta addosso ai sopravvissuti artigliandoli fino ad ucciderli, a meno che non arrivi un aiuto esterno oppure non si possieda un perk attivato della propria classe. Questo particolare ineftto costringe gli elementi della partita a stare vicini e compatti. Se un Lurker vi prende mentre siete da soli o lontani dai compagni sarete morti entro brevissimo.
World War Z: Guida
  • Screamer: Altro assassino di partite mica male. Lo screamer è riconoscibile perché indossa un elmetto da lavoro giallo e un gillet arancione con un megafono a tracolla. Lo screamer se allertato si metterà ad urlare, richiamando orde di Zombie ad ogni urlo. Anche lui molto fragile, basteranno pochi colpi per abbatterlo oppure un unico attacco corpo a corpo. Quando sentirete uno screamer urlare cercate di ucciderlo subito, al terzo urlo sarà troppo tardi…
  • Spitter: Altro fetentissimo elemento di disturbo nelle fasi concitare. Lo spitter è riconoscibile perché indossa una specie di camicia di forza. Sputa del veleno verso i giocatori che se colpiti dovranno disinfettarsi in fretta, altrimenti si trasformeranno rapidamente in zombie. Lo spitter è veloce ad avvicinarsi quanto ad allontanarsi per nascondersi. Inoltre ha una pellaccia davvero durissima e non sarà semplice abbatterlo rapidamente se non con esplosivi.
World War Z: Guida

Consigli spassionati per iniziare:

Ora che sapete a cosa andate incontro permettetemi di darvi un paio di dritte:

  • Scegliete una classe ed espandete solo quella fino al livello 30. E’ importante avere una classe al massimo per provare anche i livelli di difficoltà più alti e vedere di cosa si tratta. Non sognatevi nemmeno di provare a fare 5 teschi con un livello inferiore almeno al venticinquesimo (30 molto meglio). Poi una volta completata una potrete farne altre.
  • Mirate alla testa. Tutti gli zombie speciali e non sono vulnerabili ai colpi alla testa. se siete di fronte a un orda mirate al cranio per sfoltirla più velocemente.
  • Orecchie tese! E’ importante fare sempre molta attenzione ai rumori di fondo che possono descrivervi in anticipo cosa troverete dietro l’angolo.
  • Trovate degli amici con cui giocare. WWZ da il meglio di se in compagnia. da soli con compagni random è sempre più difficile organizzare gli sforzi
Risultati immagini per screamer wwz
  • Attenzione al fuoco amico. Dai 3 teschi in su il fuoco amico diventerà un grosso problema. Se sparate a casaccio rischiate di uccidere un vostro compagno. Non fate a gare a chi ne uccide di più, vincere la partita è più importante, se sono già in 2/3 a sparare avanti guardate sempre altrove, essere sorpresi da dietro è molto frequente.
  • Guardate in ogni angolo. Sparsi per l’area di gioco ci sono casse di armi ed equipaggiamento, medikit e ordigni esplosivi per aprire le porte bonus. Se siete tranquilli un occhiata in giro datela sempre.
  • Non attardatevi mai. Rimanete sempre assieme in modo da aiutarvi a vicenda in caso di bisogno. Inoltre non cincischiate nel corso della partita, prima andate avanti meno infetti dovrete uccidere.
  • Occhio alle armi! Ogni livello è una progressione in aumento della difficoltà. Se dopo 15 minuti di partita avete ancora un arma di primo grado cominciate a preoccuparvi. Inoltre, specialmente nelle prime partite, provate tutte le armi e fatevi un idea di cosa preferite. Il consiglio e di portare ogni arma da fuoco ad avere un silenziatore utile in partita a livelli di difficoltà alti.

La prossima guida tratterà di armi equipaggiamento e classi!

World War Z: Guida introduzione al gioco ultima modifica: 2019-11-06T17:08:22+01:00 da Giganico

Rispondi