Anteprime Giochi PC & Console Giochi Indie

Until the Last Plane – Anteprima8 minuti lettura

Until the last plane

Grazie alla chiave fornitaci da CarloC abbiamo potuto provare in anteprima la beta di Until The Last Plane, titolo 100% Made in Italy.

Until the Last Plane: tra aerei e campi d’aviazione

Il mondo dei gestionali è un mondo enorme in cui c’è davvero di tutto. Trovare quindi un’idea nuova ed interessante con cui emergere in questa landa sconfinata di titoli, può essere un’impresa titanica. Eppure a volte, nonostante tutte le difficoltà, un nuovo gestionale che si libera dalla morsa del “già visto” appare all’orizzonte. È questo il caso di Until the Last Plane, titolo italiano che ci ha colpiti sin dalla prima schermata.

Until the Last Plane ci mette al comando di una base aerea della Seconda Guerra Mondiale. Il nostro compito sarà duplice: gestire sia tutte le infrastrutture che la compongono, sia gli squadroni che vi sono alloggiati. Ma Until the Last Plane fa un ulteriore passo avanti e, alla “semplice” gestione della base, aggiunge anche missioni aeree di vario tipo in cui controlleremo direttamente i nostri aerei.

Controllo a terra…

A terra dovremo controllare vari aspetti della nostra base. Potremo costruire nuovi pezzi di ricambio per gli aerei, comprare nuove risorse, gestire i nostri hangar arruolando nuovi piloti e scegliendo che tipi di aeree comprare (ognuno con le sue statistiche).

Potremo usare i punti esperienza per aggiornare vari aspetti della base, come ridurre il pericolo di incursioni notturne, aumentare l’efficacia dei meccanici, e molto altro.

…controllo nei cieli

Per quello che riguarda le missioni queste saranno divise in due fasi. La prima dedicata alla perlustrazione, in cui invieremo un ricognitore ad intercettare eventuali nemici. Potremo scegliere il raggio d’azione del nostro aereo: più ampio sarà più possibilità avremo di trovare missioni da intraprendere ma, allo stesso tempo, consumeremo più carburante e aumenterà il rischio di essere intercettati.

La seconda fase ha inizio con la scelta della missione da affrontare. Per il momento sono presenti missioni di scorta, caccia vs caccia e bombardamento tanto di basi quanto di convogli. Ogni missione sarà caratterizzata da vento e temperatura che influenzeranno la precisione e la resistenza dei nostri aerei.

Scelta la missione potremo decidere il numero e tipo di velivoli da dedicarvi. Ogni aereo ha i suoi pro e contro e ogni pilota è caratterizzato da stress e fatica che aumenteranno nel tempo, per cui dovremo gestirli con cautela.

Pronti ad intercettare il nemico!

Per portare a termine le missioni dovremo affrontare una serie di minigiochi (che cambiano a seconda della situazione), per esempio usando una serie di manovre per abbattere gli aerei nemici. Tra una fase e l’altra delle azioni i nostri velivoli torneranno alla base per rifornirsi o per riparare eventuali danni meccanici o causati dal nemico. Più veloci saremo ad identifcare e a far fronte a queste evenienze, prima i nostri piloti potranno tornare in volo, aumentando così le nostre possibilità di vittoria.

Proprio per questo dovremo gestire al meglio la base, in modo da avere sempre le risorse e il personale necessario per affrontare qualsiasi incidente. Le missioni faranno sì che i nostri piloti aumentino di livello diventando più efficaci (ottenendo per esempio più mosse durante i minigiochi), e che la base ottenga fondi con cui far fronte alle varie spese.

Come se non bastasse, saranno presenti anche eventi casuali che, a seconda delle nostre decisioni, potranno avere effetti positivi o negativi sulle nostre forze.

Until the Last Plane ha tutte le carte in regola per volare alto

Sebbene la demo che abbiamo provato includesse solo una campagna ed un paio di aerei, la versione definitiva conterrà, oltre a quanto visto finora, 3 fazioni giocabili (America, Russia, Germania), 3 campagne per ognuna di esse e più di 20 aerei tra cui scegliere.

In definitiva il nostro primo contatto con Until the Last Plane è stato più che ottimo. La grafica in pixel art ottimamente curata, le musiche semplici ma efficaci, ed un gameplay davvero ben pensato, fanno di Until the Last Plane un titolo dal potenziale enorme. Siete appassionati di gestionali, aviazione e Seconda Guerra Mondiale? Allora vi consigliamo vivamente di dare uno sguardo alla pagina Steam di Until the Last Plane.

Until the Last Plane – Anteprima8 minuti lettura ultima modifica: 2020-09-03T09:00:28+02:00 da Arka

Rispondi