Giochi Indie Recensioni Giochi PC & Console

Unruly Heroes – Recensione

Tempo di lettura: 5 minuti

Fin dall’alba dei tempi, il rotolo ha mantenuto l’equilibrio tra i mondi. Le forze dell’oscurità hanno sempre tramato per incrinare questo equilibrio, e alla fine ci sono riuscite… Come comete cadute dal cielo, i frammenti del rotolo sono stati sparsi ai quattro venti. Da quel momento in poi, tutto è andato a rotoli e ciò che era virtù è diventato vizio. Creature abominevoli vagano senza controllo, gettando scompiglio e creando disordine ovunque. Solo quattro eroi veramente indomiti possono respingere le forze del male e riportare ordine tra Cielo e Terra. (O perlomeno ci possono provare…)

Una rivisitazione in chiave videoludica de “Il Viaggio in Occidente

Questo l’incipit del primo gioco sviluppato ed edito dalla francese Magic Studios Design: un platform 2D dalla grafica pittorica liberamente ispirato al celebre romanzo cinese del XIV secolo “Il Viaggio in Occidente“.

La storia narra che il monaco cinese Sanzang venne inviato in India per reperire alcuni importanti testi buddisti. Tre figure fecero voto di aiutarlo in modo da espiare i propri peccati: il re scimmia Sun Wukong – il nome in giapponese Son Gokū vi ricorda qualcuno…? – il maiale Zhu Wuneng e il demone fluviale Sha Wujing.

Recensione Unruly Heroes: Rappresentazione pittorica de "Il Viaggio in Occidente"
I quattro personaggi del romanzo in una pittura presente nel Palazzo d’Estate di Pechino (Beijing, Cina). Fonte: Wikimedia.

Nella versione della casa francese la realtà dei fatti è leggermente diversa e la ricerca dei frammenti del rotolo è affidato a una compagnia di eroi indisciplinati composta dal monaco dormiglione Sanzang, dal re scimmia Wukong, dall’avido maiale Kihong e dal sensibile demone Sandmonk.

Recensione Unruly Heroes: i personaggi
La versione dei personaggi ideata dai Magic Studios Design.

I nostri personaggi per compiere la loro impresa dovranno attraversare 4 mondi divisi in 29 livelli, tutti disegnati in un tripudio di colori pennellati con maestria, con chiari rimandi allo stile usato in Rayman cui alcuni sviluppatori hanno lavorato prima di approdare ai Magic Studios Design.

Un platform 2D disegnato con maestria e vivacità di colori

Il gioco si struttura come un classico platform 2D in cui i quattro protagonisti, caratterizzati da attacchi e abilità particolari, potranno essere impersonati da altrettanti giocatori (ma solo in modalità locale). In alternativa un singolo giocatore potrà passare da uno all’altro schiacciando con un semplice tasto, una meccanica molto simile a quella introdotta anni fa da Trine (chi non lo conoscesse corra subito ai ripari andando a giocarlo…)

Nella loro avventura saranno aiutati da Guanyin Pusa, dea della misericordia.

Recensione Unruly Heroes: Guanyin Pusa
La dea si presenta al gruppo all’inizio dell’avventura.

Nel caso uno dei personaggi muoia sarà possibile resuscitarlo colpendo l’anima intrappolata in una bolla che svolazzerà nella schermata di gioco.

Recensione Unruly Heroes: resurrezione dei compagni
Kihong attende il momento propizio per colpire le anime dei suoi compagni.

Ove tutti i personaggi periscano, Guanyin Pusa verrà in aiuto mettendo a disposizione delle lanterne attivabili con l’energia rubata ai nemici sconfitti e che funzioneranno da check-point.

Recensione Unruly Heroes: le lanterne check-point

Guanyin Pusa spiega il funzionamento delle lanterne.

Inoltre ogni personaggio disporrà di un’abilità speciale attivabile vicino a statue che lo rappresentano e che permetterà di aggirare ostacoli altrimenti insormontabili, rendendo quindi spesso indispensabile la presenza di tutti i membri della compagnia per completare un livello.

Recensione Unruly Heroes: abilità di Wukong
Wukong può allungare il suo bastone e usarlo come rampa per raggiungere posizioni altrimenti inaccessibili.

Nemici ben caratterizzati e boss imponenti

Il level design è eccellente e ad ogni schema verranno aggiunte nuove meccaniche, rompendo la monotonia che solitamente caratterizza i platform.

Inutile poi dire che i livelli saranno gremiti di nemici, mini-boss e boss che cercheranno di fermarci in ogni modo, tutti molto ben dettagliati e caratterizzati da uno stile orientale – a volte anche comico – molto piacevole per gli occhi.

Recensione Unruly Heroes: la Dama Bianca
I boss, raffrontati ai nostri personaggi, faranno la loro figura nella schermata di gioco.
La Dama Bianca sarà la prima a metterci i bastoni tra le ruote durante la nostra avventura.

Livello di sfida accattivante

In ogni livello potremmo collezionare delle monete – con le quali sarà possibile sbloccare costumi alternativi dei vari personaggi – e, ovviamente, un pezzo del rotolo che renderà disponibili i bozzetti dei disegnatori (accessibili dal menu principale).

Alla fine di ogni livello – in base al tempo di svolgimento, al numero delle morti e alle monete collezionate – ci verrà assegnata un rank e vi posso assicurare che guadagnare quello massimo di smeraldo è tutt’altro che facile.

Recensione Unruly Heroes: schermata di riepilogo livello
Per ogni livello una pratica schermata riassume quante monete abbiamo collezionato, se il pezzo di rotolo è stato recuperato e il rank che abbiamo guadagnato.

Disponibile anche una modalità PVP

Oltre alla campagna è disponibile anche una modalità PVP tra giocatori o BOT, sia locale che online.

Recensione Unruly Heroes: modalità PVP

Coop solo in locale

Lo studio francese ha decisamente fatto centro con questo loro primo titolo, sia per la grafica dai vivaci colori e attenta ai dettagli, sia per il level design mai monotono e sempre accattivante. Peccato per la scelta di lanciare il gioco senza coop online, feature che non è prevista essere implementata in futuro e che rende a mio parere il titolo privo di una sua componente fondamentale per goderlo appieno.

Il gioco è comunque molto piacevole anche in single player e, per chi fosse interessato , è disponibile – completamente sottotitolato in italiano – per Nintendo Switch, Xbox One e PC (Steam e Microsoft Store) al prezzo lancio di 19,99 euro.

Unruly Heroes: platform coop ma senza online

I Magic Studios Design hanno fatto centro con il loro stile pittorico e l'ambientazione orientaleggiante. Le meccaniche sempre nuove ad ogni livello e l'ottimo game design vi immergeranno nella ricerca dei frammenti del rotolo. Peccato non vi sia la possibilità di giocare la campagna in coop online, escludendo la maggior parte dei giocatori dal godere appieno di questo titolo.

7.5
Unruly Heroes:
7.5
Unruly Heroes – Recensione ultima modifica: 2019-02-04T11:30:37+02:00 da Theezan

Rispondi