The One Ring – Recensione

Copertina The One Ring Recensione

Recensione di The One Ring, seconda edizione del gioco di ruolo di Free League, il cui scrittore e game-designer non sono niente meno che due orgogli nostrani nel mondo dei gdr: Francesco Nepitello e Marco Maggi.

Un anello per domarli

The One Ring è un gioco di ruolo da tavolo, ambientato nientemeno che nella Terra di Mezzo, ad Eriador. Per un appassionato di giochi di ruolo e dell’universo narrativo di Tolkien come il sottoscritto, rappresenta probabilmente un must del genere. Il manuale base è pregno di riferimenti e citazioni alle opere dello scrittore, soprattutto a Lo Hobbit e a Il Signore degli Anelli. Come già accennato, il gioco propone come ambientazione Eriador e, nello starter set, c’è anche un inserto molto dettagliato sulla Contea Hobbit.

Illustrazione Caratteristiche The One Ring
Il livello delle illustrazioni è altissimo

Com’è strutturato The One Ring

Sorprendentemente, non mi aspettavo che il gameplay si distaccasse così tanto da D&D, il padre dei gdr. Già dal sistema di dadi, basato su d6 e d12, possiamo comprenderne la sostanziale diversità. La risoluzione delle azioni si basa su una sorta di classe difficoltà da superare per effettuare con successo una prova sommando 1d12 e uno o più d6. Ovviamente, in base alla statistiche dei personaggi, aumenteranno i d6 da lanciare.

Mappa di Eriador
Una mappa super-dettagliata di Eriador…

I personaggi

Per quanto concerne i personaggi, non c’è distinzione tra classi e razze, e questo limita un pochino la varietà di gioco. Abbiamo i Bardings (gli uomini del Nord), i Nani di Durin, gli Elfi di Lindon, gli Hobbit della Contea, gli Uomini di Bree ed i Ranger del Nord. Purtroppo non ho notato un’alta personalizzazione dei personaggi nello specifico. Tendenzialmente, un hobbit fa quello che fanno gli hobbit, un elfo fa quello che fanno gli elfi.

Mappa tecnica Eriador
Ed una mappa per il lato tecnico del gdr

Combattimento e capitolo del Loremaster

Parlando del combat-system, lo reputo ben riuscito. Uno dei punti di forza che rende The One Ring un gdr adatto a tutti, anche ai novizi del genere, è proprio la grande accessibilità del combattimento. Non è tecnicissimo e pieno di regole secondarie da ricordare tutte per giocare bene, anzi, è piuttosto basilare.

Il set di dadi di The One Ring
Il bellissimo set di dadi, i d12 hanno la runa di Gandalf e di Sauron!

Il capitolo dedicato al Loremaster è il più esteso, e offre pressoché tutto quello di cui ha bisogno colui che deve condurre il gioco. Il focus sull’ambientazione tolkeniana si nota più che mai, grazie agli approfondimenti sull’Occhio di Mordor. Il bestiario contiene tutte le creature ostili di Eriador, vengono descritte in maniera semplice ma esaustiva.

The One Ring - Lo schermo del loremaster
E non dimentichiamoci dello schermo del Loremaster (con annesso compendio di Rivendell)

The One Ring starter set

Ammetto di essere rimasto piacevolmente sorpreso dalla mole di materiale all’interno dello Starter Set di The One Ring. Oltre al classico manuale rapido, il piccolo compendio delle prime cinque avventure e le schede pre-fatte appositamente per queste ultime, troviamo il precedentemente citato compendio sulla Contea, le mappe di questa e di Eriador, le carte equipaggiamento e stance ed un set di sei dadi successo e due dadi impresa. C’è veramente tutto quello di cui un party ha bisogno per godersi appieno l’esperienza.

SafariGames Italia The One Ring - Recensione GDR
C’è veramente di tutto: le carte arma (a sinistra) e le carte stance (a destra)
Fcfrank

Fcfrank

Classe 1998, ex studente di liceo Classico, attualmente studente di Informatica alla Sapienza. La passione per i videogiochi nasce grazie alla PS One regalata dal nonno agli inizi del 2000. Da lì in poi è una caduta a picco.
Fcfrank

Fcfrank

Classe 1998, ex studente di liceo Classico, attualmente studente di Informatica alla Sapienza. La passione per i videogiochi nasce grazie alla PS One regalata dal nonno agli inizi del 2000. Da lì in poi è una caduta a picco.

Condividi:

Facebook
Twitter
Reddit
Telegram
WhatsApp