Giochi Indie Recensioni Giochi PC & Console

The Falconeer – Recensione8 minuti lettura

The Falconeer

Recensione di The Falconeer basata sulla copia stampa per Xbox One gentilmente fornita da Heaven Media.

The Falconeer: la nuova frontiera dei combattimenti aerei

A quindici giorni dall’uscita andiamo ad analizzare The Falconeer interessante titolo open world di combattimenti aerei.

Sviluppato da Tomas Sala e rilasciato pochi giorni dopo il lancio di Xbox Serie S/X è consigliato e ottimizzato per la nuova generazione di console, ma inserito all’interno del programma Xbox Play Anywhere che ci permette di giocarlo su qualunque sia il dispositivo in nostro possesso (noi lo abbiamo provato su Xbox One).

Un gioco avvincente e ricco di mistero, esplorazioni e battaglie incredibili che ci faranno girare la testa, ma analizziamo più da vicino i vari aspetti di questo piccolo capolavoro.

The Falconeer

Un mondo pieno di fascino e di mistero

In The Falconeer ci troviamo ad esplorare un mondo stupendo e misterioso chiamato Ursee, in cui l’umanità si è riadattata a vivere su un’immensa distesa di mare che ha coperto l’intero globo. Più o meno lungo l’equatore, a separare gli emisferi “boreale e australe”, possiamo trovare una spaccatura tra le acque che si ritirano in una lunga valle, chiamata “Le Fauci”: è da brivido volare tra i due muri d’acqua scura.

The Falconeer

Le piccole roccaforti e villaggi si sono uniti alle quattro fazioni che dominano il pianeta e durante lo svolgimento della trama, suddiviso in quattro capitoli, avremo la possibilità di vedere gli eventi dagli occhi di ciascuna fazione.

The Falconeer

Su Ursee gli abitanti sono riusciti a sopravvivere e hanno sviluppato un sistema di commerci tra le fazioni basato non solo sulle navi, mezzo sicuramente consigliato per muoversi in un mondo acquatico, ma anche delle gigantesche macchine volanti simili a dirigibili.

A proteggere e accompagnare i traffici mercantili e i villaggi sono nati i Falconieri, individui straordinari che, a cavallo di enormi rapaci, si destreggiano in combattimenti aerei al cardiopalma contro pirati e avversari.

The Falconeer

L’elemento più interessante è che in ciascun capitolo avremo la possibilità di esplorare il mondo con un personaggio diverso, appartenente ad una delle fazioni, vedendo quindi tutte le sfaccettature di un mondo incredibilmente vasto.

Solcare i cieli sopra una distesa di blu infinito

Passando al comparto tecnico, ci troviamo di fronte ad un gioco ben realizzato, con una grafica cartoon molto attraente e con colori pastello meravigliosi.

Texture e dettagli sono molto curati in un caleidoscopio di giochi di luci ed ombre che tramettono un senso di immensità: basta guardare la spuma delle onde per sentire il brivido di un’acqua ghiacciata oppure osservare le nubi o il cielo stellato per accorgerci dell’immensità del creato.

The Falconeer

Una nota negativa la troviamo però nelle scritte e nei messaggi che, essendo scritti in bianco, spesso si perdono sullo sfondo e non si riescono a leggere; i menù, inoltre, sono tutti scritti con una dimensione di carattere ridicolmente piccola che spinge il giocatore a doversi avvicinare allo schermo per comprendere bene quello che c’è scritto.

Per quanto riguarda le musiche ci troviamo dinnanzi una colonna sonora molto semplice, ma efficace che accompagna con un ritmo frenetico i combattimenti aerei, mentre durante l’esplorazione è quasi assente e sostituita da suoni e rumori dell’ambiente.

Questa scelta ci porta ancora una volta a vedere quanto il mondo sviluppato in The Falconeer sia vivo e non un semplice sfondo a quello che succede: il rumore delle onde, lo scoppio dei fulmini e gli stessi versi del nostro rapace lasciano al giocatore la sensazione di star davvero esplorando un qualcosa di vivo.

The Falconeer

Le cinematiche sono pressoché assenti e spesso la storia è narrata attraverso immagini accompagnate dalla voce narrante che descrive gli eventi.

L’originalità di un sistema di gioco semplice

Analizzando poi le meccaniche di gioco troviamo alcuni punti di criticità che però non danneggiano grandemente il gioco.

Innanzitutto, i controlli non vengono spiegati nel tutorial e, per i primi momenti di gioco, devono essere riguardati più volte (riportiamo comunque lo schema predefinito).

The Falconeer

Una volta compresi, però, il meccanismo di gioco risulta davvero semplice e ci troviamo di fronte ad un’ottima struttura arcade per i combattimenti aerei.

Purtroppo, però non basta comprendere a pieno il sistema di combattimento per essere efficaci nelle missioni in quanto non abbiamo una crescita uniforme del livello di difficoltà: nessuno è invincibile in questo mondo né tantomeno il giocatore.

The Falconeer

A questo si aggiunge poi il non poter curare il nostro falco velocemente, ma dovremo aspettare la rigenerazione automatica della salute o farlo pescare e divorare le creature marine, cosa non certo semplice, mentre si viene crivellati dai proiettili dei nemici.

A livello di gameplay non si discosta molto dai vari simulatori di combattimenti aerei in commercio, ma sicuramente risulta originale: non controlliamo un bestione di ferro, ma una creatura maestosa e aggressiva che trasporta il cavaliere spesso a scapito della sua vita e dai versi che emette sembra accorgersene.

The Falconeer

Dal punto di vista dello sviluppo del personaggio è piuttosto lento e va coltivato con cura, sia per poter diventare più efficaci nelle manovre di volo sia per rendere la nostra arma più letale, anche se purtroppo risulta abbastanza frustrante in certi momenti.

La vera perla del gioco resta comunque l’esplorazione libera: ci troviamo, infatti, di fronte ad un open world vasto in cui le possibilità sono pressoché infinite e che, visto quanto detto riguardo il compartimento grafico, non cessa di stupire.

The Falconeer

The Falconeer: Vale la pena?

Il gioco, come si intuisce, è davvero apprezzabile, sia per la grafica che per il sistema di gioco e la possibilità di un’esplorazione infinita. Chiaramente le criticità ci sono e si potrebbero risolvere semplicemente aggiungendo la possibilità dal menù di ingrandire il carattere o attraverso un bilanciamento migliore delle missioni con una crescita di difficoltà più ragionata. In ogni caso ci troviamo davanti un titolo che si fa giocare e che tiene incollati davanti allo schermo per il fattore meraviglia. Anche il prezzo è un punto di forza: 29,99€ sia su Steam che su Xbox Store.

The Falconeer

Tirando le fila, quindi, ci troviamo di fronte ad un gioco ben costruito e ben strutturato che consigliamo vivamente a tutti coloro che vogliono dilettarsi con qualcosa di originale.

Si precisa, inoltre, che essendo ottimizzato per la nuova generazione di console giocato su Xbox Serie X ha decisamente un gusto e una marcia in più.

The Falconeer

Un simulatore di volo e di battaglie aeree originale e fuori dagli schemi: esploriamo insieme The Falconeer.

8
The Falconeer:
8
The Falconeer – Recensione8 minuti lettura ultima modifica: 2020-11-29T21:00:13+01:00 da Neviebris

Rispondi