Anteprime Giochi PC & Console Giochi Indie

Terrorarium – Anteprima Early Access

TERRORARIUM

Recensione di Terrorarium basata sulla copia in accesso anticipato gentilmente fornita da Terminals.io

ACCESSO ANTICIPATO PER TUTTI

Quando un gioco è disponibile nello store di Steam in accesso anticipato significa che sicuramente manca qualcosa: che sia uno sviluppo accurato del comparto grafico, delle modalità di gioco o addirittura qualche ora di gameplay.

TERRORARIUM

Provando Terrorarium mi sono subito chiesto quale di queste cose potesse mancare e non perché le altre siano presenti, ma perché non ve n’è nessuna.

UN GIOCO FASE EMBRIONALE

La storia è completamente assente dato che non dobbiamo fare altro che guidare la nostra anziana giardiniera aliena e i suoi minion, verso la fine del livello, dove dovrà distruggere lo scudo che intrappola una specie di pianta.

I livelli sono scollegati l’uno dall’altro come fossero dei singoli puzzle da completare: sembra quasi di giocare ad un Angry Birds piuttosto costoso (8.19 euro in early access mi sembrano esagerati), tenendo conto che, per quanto banale, in Angry Birds c’è una storia!

TERRORARIUM

Uno dei sospetti che mi è venuto fin dal primo momento in cui l’ho lanciato è che questo fosse un gioco per bambini molto piccoli, ma poi mi sono accorto di alcuni elementi gore. Per aprire gli scudi, infatti, dovremo sacrificare i nostri minion usandoli come proiettili e se per caso dovessero toccare lava, alberi esplosivi o nemici i nostri minion esploderanno lasciando schizzi di sangue verdastro sulla mappa.

Nella versione rilasciata è però già presente la modalità sandbox che ci permette di creare il nostro labirinto, sfruttando centinaia di decorazioni e nemici, e di condividerlo con altri giocatori.

TERRORARIUM

SUL COMPARTO TECNICO C’È DA LAVORARE

E anche tanto.

La grafica non è sicuramente fenomenale dato che seguiremo la nostra giardiniera in visuale isometrica e se per caso dovessimo allontanare lo zoom per vedere la mappa questa sgranerà al punto tale che i consigli sui cartelli diventeranno illeggibili rimanendo minuscoli. Quest’ultima probabilmente è la pecca maggiore del gioco, anche perché in certi punti è necessario allontanare la telecamera per vedere il bersaglio.

TERRORARIUM

Anche la musica non è poi stupenda poiché il motivetto è ripetuto all’infinito: non che, per esempio nei giochi della serie pokemon si abbiano colonne sonore da oscar, ma quando cambiamo città o entriamo in particolari edifici c’è un cambiamento nelle 4 note ripetute, qui no. Ogni livello ha la stessa musica e se usciamo nel menù la musica riparte da capo.

I suoni quantomeno nella loro semplicità sono completi e non ci sono bianchi e questo significa che almeno su quelli hanno finito lo sviluppo prima del rilascio.

GAMEPLAY SEMPLICE

Terrorarium non è sicuramente una sfida immensa: 25 puzzle da risolvere non sono certo tanti e resta la speranza che vengano ampliati quando il gioco sarà pronto.

TERRORARIUM

Interessante è però che dovremo capire il tipo di minion da utilizzare: alcuni ci permetteranno di saltare più in alto oppure di trasformarli in grossi sassi, insomma ciascuna specie di piccoletti può aiutare ad arrivare in fondo al livello e questo mi è piaciuto particolarmente.

TERRORARIUM

Per quanto concerne i controlli sono abbastanza intuitivi: ci si muove con il sistema WASD e con il tasto destro del mouse possiamo ruotare o zoomare la telecamera. Con Shift e il tasto sinistro del mouse potremo lanciare i minion, mentre con CTRL e il tasto sinistro del mouse potremo utilizzare il potere speciale.

TERRORARIUM

NE VALE LA PENA?

Sicuramente c’è tanto da lavorare e ci auguriamo che Stitch Media riesca a sviluppare tutto nella migliore maniera possibile. L’accesso anticipato è un buon punto di partenza visto che permette ai gamer di esprimere una loro opinione magari dando consigli e aiutando gli sviluppatori, speriamo solo che non siano parole al vento.

Nonostante sia stato per ora sviluppato solo in inglese e francese vorrei rassicurare che non c’è molto da capire, una volta capiti i tasti il resto vien da se.

TERRORARIUM

Inoltre il prezzo è un po’ alto per un early access; fosse un gioco completo il mio parere sarebbe stato totalmente opposto, ma in questo caso 8.19 euro per un gioco che è ancora in fase di sviluppo mi sembrano una follia.

Ad ogni modo il gioco speriamo possa davvero migliorare perché il potenziale c’è tutto e basta davvero sistemare poche cose perché sia apprezzabile.

Terrorarium – Anteprima Early Access ultima modifica: 2019-04-20T09:00:13+02:00 da Neviebris

Rispondi