Giochi Indie Recensioni Giochi PC & Console

Stirring Abyss – Recensione8 minuti lettura

La recensione di Stirring Abyss è stata resa possibile grazie alla chiave gentilmente fornitaci da Slitherine Ltd.

LEGGI ANCHE: Sette strategici in arrivo da Slitherine

20.000 leghe sotto i mari tra misteriose civiltà e pesci troppo cresciuti

Sviluppato da Sleepy Sentry e prodotto da Slitherine Ltd., Stirring Abyss è uno strategico a turni ambientato nelle profondità marine. Come superstiti del USS Salem, sottomarino statunitense inabissatosi misteriosamente durante una missione di ricognizione in piena guerra fredda, dovremo scoprire cosa ne sia stato del resto dell’equipaggio e cosa abbia causato il nostro naufragio.

Ma già dalla nostra prima “passeggiata oceanica” ci accorgeremo che qualcosa di malevolo è in azione. Muovendoci in uno scenario che sembra essere uscito da un libro scritto a quattro mani da Julio Verne e H. P. Lovecraft, dovremo affrontare mostruose creature marine e pericoli ambientali che si frapporranno tra noi e la salvezza. Mentre una misteriosa ed inquietante presenza ci osserva dalle profondità più oscure.

In Stirring Abyss è l’atmosfera a farla da padrona

Sebbene Stirring Abyss metta insieme, in linea di massima, meccaniche di gioco già presenti in altri titoli simili (punti azione, abilità da sbloccare, crafting, ecc) lo fa in una maniera tale da risultare innovativo ed estremamente intrigante. La parte del leone la gioca sicuramente l’atmosfera.

Le profondità marine e le creature poco amichevoli che le popolano, sono infatti rese in uno stile grottesco ed inquietante, in una sorta di mix tra i racconti dei due scrittori sopracitati e i quadri di Dalí. Se a questo aggiungiamo il costante senso di oppressione e pericolo, l’estrema fragilità mentale e fisica dei nostri marinai e le musiche incalzanti nei momenti più critici, avremo come risultato un’atmosfera di gioco che difficilmente si incontra in uno strategico a turni.

Benvenuti a bordo dell’USS Salem

Per quando riguarda il gameplay vero e proprio, Stirring Abyss è costituito da tre parti principali: gestione della base, gestione dell’equipaggio ed esplorazione/combattimenti.

La base è rappresentata dal USS Salem e dai suoi vari compartimenti inondati dalle acque. A poco a poco, usando la scarsa energia a nostra disposizione e le altrettanto scarse risorse ottenute durante le fasi esplorative, dovremo rendere agibili le varie aree. Ognuna di esse ci darà accesso a una serie di funzioni ausiliarie: più energia, la possibilità di curare i nostri marinai, crafting, ecc.

Altre abilità, come sonar e siluri, potranno essere usate durante le missioni. Ovviamente, data la scarsità delle risorse, dovremo sempre valutare che zona del sottomarino sbloccare e quando valga la pena farlo.

10 piccoli marinai

La gestione dell’equipaggio è altrettanto complessa. Inizieremo la nostra avventura soli, sperduti nel fondale marino e vivi solo grazie alla nostra muta da palombaro. Missione dopo missione, dovremo scoprire cosa sia successo al resto dell’equipaggio e salvare eventuali superstiti. Sebbene ci siano varie classi di marinai con abilità differenti, ognuno di essi sarà caratterizzato da salute, aria (quando in missione) e sanità mentale.

Questi tre valori cambieranno a seconda delle circostanze. L’aria diminuirà ad ogni turno, la sanità mentale risentirà di eventi tragici come la morte di un compagno e la salute, ovviamente, diminuirà se verremo feriti. I tre elementi sono strettamente legati l’uno all’altro e dovremo soppesare ogni nostra mossa per evitare risultati catastrofici. Metteremo a rischio le nostre risorse d’aria per esplorare la mappa alla disperata ricerca di materiali, o ci dirigeremo direttamente verso l’obbiettivo conservando l’aria ma lasciandoci alle spalle possibili tesori?

Il tutto è pensato per metterci in una costante situazione di pericolo dove un singolo passo falso può avere effetti disastrosi anche sulla migliore delle missioni. Più di una volta, infatti, nel tentativo di “raccattare” un pezzo in più di ferraglia da usare per riparare il sommergibile, abbiamo visto andare “alla malora” una missione fino a quel momento vincente.

Of Monsters And Men

Se l’esplorazione del fondale marino risulta essere estremamente pericolosa, gli scontri non sono da meno. I marinai sono fragili, tanto mentalmente quanto fisicamente, e per avere la meglio sulle orde nemiche avremo bisogno di una buona dose di strategia e di fortuna. L’impossibilità di salvare in qualsiasi momento rende il tutto ancora più complesso. Stirring Abyss è tutto meno che un titolo semplice!

Ma non temete. I nostri marinai, a poco a poco, saliranno di livello e potremo sbloccare nuove abilità e migliorare le loro statistiche. Potremo inoltre craftare equipaggiamenti che ci daranno qualche piccolo vantaggio nei combattimenti come fiocine, medi-kit e bombole d’ossigeno ausiliarie. Ovviamente sempre tenendo in conto le poche risorse in nostro possesso.

Investigando le strutture sottomarine in cui ci imbatteremo, i corpi dei nostri nemici e altri artefatti, otterremo punti ricerca da usare per sbloccare nuovi potenziamenti per tutti i marinai: maggior forza fisica, più ossigeno, più salute, ecc. Analizzando particolari anomalie potremo invece racimolare varie sostante mutagene. Queste potranno essere usate per far mutare i nostri compagni ottenendo bonus a scapito della nostra essenza umana.

Infine, determinati incontri avvieranno degli eventi che dovremo affrontare attraverso un minigioco basato sull’uso dei dadi. Inutile dire che nel caso di insuccesso o successo parziale, le conseguenze saranno tutt’altro che piacevoli. In altre occasioni, invece, il risultato di un incontro sarà determinato dalle abilità del marinaio di turno.

Stirring Abyss: uno strategico divertente ma senza pietà

Sebbene Stirring Abyss preveda 4 livelli di difficoltà (narrazione, facile, normale, difficile), resta comunque un osso molto duro da “rodere” anche nel più semplice dei quattro. Fortunatamente, il livello di frustrazione non raggiunge mai picchi eccessivi, complice l’atmosfera e la quantità di cose da fare.

Si tratta di un titolo che consigliamo a tutti coloro che sono alla costante ricerca di uno strategico che sappia mescolare atmosfere inquietanti ed inusuali ad un gameplay “cattivo” e divertente allo stesso tempo.

Vi segnaliamo infine che su Instagram potrete trovare un racconto ufficiale connesso con gli eventi di Stirring Abyss:

https://www.instagram.com/stories/highlights/17855350985310370/

Stirring Abyss: strategia nei fondali marini

Stirring Abyss è uno strategico tanto divertente quanto impegnativo. Il design accattivante ed inquietante, il continuo senso di pericolo e un gameplay interessante fanno di Stirring Abyss un titolo peculiare capace di “emergere” dagli abissi dell’oceano degli strategici a turni.

7.5
Stirring Abyss :
7.5
Stirring Abyss – Recensione8 minuti lettura ultima modifica: 2020-10-28T21:00:10+01:00 da Arka

Rispondi