Nindies Recensioni Giochi PC & Console

SteamWorld Quest: Hand of Gilgamech – Recensione

Tempo di lettura: 3 minuti

Eccoci amici “Switchettari”! In anteprima per voi abbiamo provato il nuovo gioco in esclusiva Nintendo Switch. Sviluppato dalla casa svedese Image & Form games, devo dire in tutta sincerità essere stato una bella sorpresa.

Il gioco supporta l’italiano nel menù e nei sottotitoli.

SteamWorld Quest: Hand of Gilgamech-Recensione

L’arte delle scene dipinte a mano

Questo simpatico RPG, come si può evincere dal titolo, è ambientato in un colorato mondo fantasy stile steampunk. Graficamente piacevole per le ambientazioni disegnate a mano, gironzoleremo in questo mondo bidimensionale con il nostro manipolo di eroi alla ricerca di avvincenti scontri e avventure per entrare a fare parte della Gilda degli Eroi. La missione sarà sconfiggere l’esercito del Nulla del Capitano Canarino, al servizio del terribile Signore Oscuro, colpevole di aver dato alle fiamme il loro pacifico villaggio.

SteamWorld Quest: Hand of Gilgamech-Recensione

Non giudicate mai un libro dalla copertina! Questi robottini, un pochino stralunati e ingenui, possono sembrare poco temerari e non ” forgiati” per quello che li attende, ma di sicuro hanno tutte le “carte” in regola per suonarle di santa ragione a queste orde di mostri dalla brutte intenzioni.

Questo ottimo mix di forza,valore e astuzia è composto da: la brillante maghetta Copernica, dall’audace guerriera Armilly e dal pigrone quanto robusto Galleo. I protagonisti possono sembrare inoffensivi, ma invece sapranno essere straordinariamente efficaci nello sconfiggere numerosi nemici. Le tre scatolette di latta saranno in realtà un perfetto ingranaggio, ben oliato, che coopererà in una sincronia perfetta di attacchi e abilità. Senza dimenticare un intelligente utilizzo di tutti gli oggetti e dell’equipaggiamento, che potremmo trovare, acquistare o forgiare direttamente dai venditori ambulanti sparsi per il mondo di gioco.

SteamWorld Quest: Hand of Gilgamech-Recensione

Una carta vincente

Il sistema di gioco è rapido e intuitivo, di semplice comprensione anche grazie al supporto alla nostra lingua che renderà una passeggiata l’apprendimento delle meccaniche di gamepley a turni e l’utilizzo delle carte.

SteamWorld Quest può ricordare molto i vecchi RPG a turni, per esempio i primi Final Fantasy, ma l’utilizzo delle carte gli conferisce un sapore un pochino meno “arrugginito”. Ok non utilizzerò più analogie che hanno a che fare con metalli e ingranaggi promesso, devo dire però a mia discolpa che passare queste ore in compagnia di questi robottini mi hanno divertito e non poco.

Ok magari storia e sistema di combattimento non saranno il massimo dell’innovazione, ma la progressione del gioco tra i vari potenziamenti potrà di certo garantire ore di gioco spensierate in allegria e relax.

Il sistema di drop dei materiali rari e la forgiatura di armi ed equipaggiamento sarà un elemento che contrasterà la ripetitività dell’esperienza, unita allo sblocco delle carte e la creazione di nuove combo.

SteamWorld Quest: Hand of Gilgamech-Recensione

Ogni eroe avrà a disposizione otto carte abilità, che comporranno il mazzo del giocatore di 24 carte totali. Ogni turno, spendendo punti ingranaggio, sarà possibile utilizzarne tre in combattimento, avendo anche la possibilità di scartarne alcune inutilizzabili per l’alta richiesta di punti. Ogni turno si potranno pescare fino a tre carte, per avere una mano di sei carte totali. Sarà possibile infine ripescare gli scarti per un massimo di due volte a battaglia

SteamWorld Quest: Hand of Gilgamech-Recensione

Una cosa molto interessante è senza ombra di dubbio la creazione di “catene” legate dall’utilizzo di 3 carte appartenenti allo stesso eroe che ci darà la possibilità di un Colpo CHAIN gratuito con effetti ovviamente più potenti di un qualsiasi attacco o abilità di default. Durante il proseguo del gioco sbloccheremo e forgeremo nuove carte che potremo sostituire ad altre che riteniamo più deboli o meno utili ma un consiglio che possiamo darvi è di stare sempre attenti a tenerne qualcuna che abbia un costo ingranaggio basso così da non dover far passare un turno in balia degli attacchi nemici senza poter contrattaccare o difenderci.

LEGGI ANCHE: Warparty: classico è bello – Recensione

Semplice, intuitivo ma più che soddisfacente

SteamWorld Quest è senz'altro una piacevole scoperta, un RPG in chiave fantasy SteamPunk che può divertire giocatori di ogni età e genere ma se cercate un titolo originale, longevo e strutturalmente complesso e con libertà di scelta e movimento non è un gioco che fa per voi. Ambientazione colorata e piacevole, personaggi e dialoghi divertenti ma nulla di originale

7
SteamWorld Quest: Hand of Gilgamech:
7
SteamWorld Quest: Hand of Gilgamech – Recensione ultima modifica: 2019-04-23T18:00:23+02:00 da Venomi

Rispondi