Guide strategiche

Sekiro: Shadows Die Twice – Guida ai finali

Tempo di lettura: 5 minuti

Benvenuti in questa guida di Sekiro: Shadows Die Twice, nella quale vi spiegherò passo passo come ottenere tutti i finali di questo gioco. Come ben sapete dalla nostra recensione, From Software ha programmato ben quattro finali differenti, dunque sono necessarie quattro run per ottenerli tutti. Andiamo a scoprirli!

Una piccolissima e velocissima premessa

Tre dei quattro finali di Sekiro sono legati all’oggetto che si decide di dare a Kuro dopo aver battuto il boss finale. Quindi prestate attenzione, se sbagliate oggetti, sbagliate il finale!

La battaglia con Genichiro al castello Ashina

Recisione immortale

Questo finale è indubbiamente quello più “guidato” tra i 4 in Sekiro. Il primo bivio che ci instrada verso questo finale è la scelta tra rimanere fedeli a Kuro o seguire il codice di ferro, rimanendo fedeli a Gufo, nostro padre redivivo. Dovrete scegliere Infrangi il codice di Ferro e rimani fedele a Kuro. Dopo di che, potete tranquillamente godervi il resto della vostra partita, battere il boss finale, e dare a Kuro le Lacrime del drago divino.

Trofeo ottenibile: Recisione immortale

Purificazione

Il finale Purificazione, a differenza di Recisione immortale, non è così esplicito, bisogna effettuare qualche passaggio in più. Inoltre intraprendere la strada per questo finale offrirà al giocatore 2 grani di rosario e un ricordo, che sarebbero altrimenti mancabili. Quindi è consigliabile completare gli step di questo finale, anche se non si vuole ottenerlo. Dopo questa premessa, posso illustrarvi i passaggi:

  1. Dopo aver battuto Genichiro al castello Ashina, esaurite i dialoghi con Emma e Kuro. Quindi piazzatevi dietro una parete ed origliate Kuro. La linea di dialogo da origliare potrebbe non presentarsi subito, ricontrollate di aver esaurito tutti i dialoghi con i due npc. Potrebbero essere necessari dei reset della zona tramite idolo dello scultore. Una volta origliato, salite le scale e parlate con Emma riguardo Kuro.
  2. Continuate la storia fino alla scelta che ho descritto nel finale precedente. Scegliete Infrangi il codice di Ferro e rimani fedele a Kuro.
  3. Battuto il Gufo avrete la possibilità di parlare con Emma, che vi chiederà di aiutarvi. Accettate di aiutarla. Sedetevi all’idolo, resettate l’area e parlate con Emma, vi consegnerà la nota di Tomoe. Sedetevi all’idolo, resettate l’area e parlate con Emma un’ultima volta.
  4. Recatevi all’idolo in cui si trova lo scultore, avrete la possibilità di origliare (da dietro il tempio) il dialogo tra Emma e lo Scultore. Quindi parlate con Emma, scegliendo le seguenti linee di dialogo: “Chiedi quello che hai sentito”, e “Cosa stai nascondendo?”. Emma vi consegnerà un sonaglio simile a quello che avete usato per entrare nel ricordo che vi ha condotto da Falena.
  5. Entrate nel ricordo, battete i due mini-boss per ottenere i grani di rosario, arrivate nell’arena di Falena e sconfiggete Gufo. Una volta battuto, otterrete il ricordo ed il Fiore aromatico.
  6. Proseguite la storia normalmente fino alla fine, battete il boss finale, e date a Kuro prima il Fiore aromatico, poi le Lacrime del drago divino.

Attenzione: per poter entrare nel secondo ricordo, dovrete completare il primo battendo Falena.

Trofeo ottenibile: Purificazione

La Lama Vermiglio

Ritorno

Questo è sicuramente il finale più articolato di Sekiro, non è difficile da ottenere, è solo più lungo e bisogna prestare più attenzione. Gli step sono i seguenti:

  1. Ottenete il Tomo “Infestato”. Ci sono ben due modi per acquisirlo, a seconda del fatto se lo prendete prima o dopo aver battuto Genichiro al castello Ashina. Io consiglio di prenderlo prima della bossfight, dovrete parlare all’anziana signora che si trova davanti le scale del castello. Dopo recatevi al Tempio Senpou e parlate ad un monaco che sta pregando davanti la grande statua del Buddha. Vi consegnerà il tomo. Qualora vi recaste al Tempio dopo aver battuto Genichiro, il tomo si troverà in fondo ad uno stagno nei pressi del tempio. Sarà necessaria la tecnica Mibu di respirazione per ottenerlo così.
  2. Proseguite la storia fino alla scoperta del Sancta Sanctorum. Parlate con la fanciulla delle acque del ristoro e ricevete il riso. Da adesso potete darle anche il tomo sacro preso precedentemente. Quindi dovrete chiedere dell’altro riso, che tornerà disponibile dopo aver abbandonato l’area e resettandola. Per ottimizzare il tempo, consiglio di recarvi dall’anziana signora vicino al burrone (sempre al Monte Kongo) e offrirle il riso. Questa darà importanti informazioni che serviranno in seguito.
  3. Tornate dalla Fanciulla e continuate a chiederle del riso, finché non si addormenterà. Chiedetele il riso un’ ultima volta e consumate tutto il riso che avete nell’inventario. Abbandonate la zona per resettarla e recatevi dal mercante a Shugendo e comprate del loto (che è anche ottenibile lootandolo in giro). Tornate al Sanctorum, troverete la Fanciulla ammalata, datele il loto ottenuto poco prima. Chiedetele altro riso, vi consegnerà il Riso per Kuro.
  4. Andate da Kuro e dategli il riso. Riposate all’idolo e parlategli nuovamente. Kuro vi darà ben 2 polpette di riso dolci. Consumatene una di fronte a lui e otterrete due dialoghi extra, uno con lui e uno con la Fanciulla. Tornate da lei e parlatele. Se non le avete ancora dato il tomo, è il momento di darglielo. La Fanciulla si sposterà nella sala delle scimmie. Recatevi da lei e parlatele, vi dirà di cercare un monaco nella caverna subito dopo il Tempio Senpou e menzionerà l’esistenza di un secondo testo sacro.
  5. Recatevi nel posto indicato e cercate il corpo di un monaco vestito di blu, avrà il tomo sacro “Ritorno del drago”. Tornate al Sancta Sanctorum dov’è ritornata la Fanciulla e consegnatele il tomo. A questo punto vi chiederà di ottenere i frutti del serpente. La locazione di entrambi i frutti vi è stata svelata dall’anziana signora a cui avete dato il riso, ma vi dirò comunque dove si trovano.
    • Viscere fresche: tramite ninjutsu del burattinaio controllerete un nemico che farà volare l’aquilone nella prima area del Monte Kongo. Dopo ciò dovrete proseguire nell’area e andare verso la zona col grosso tronco d’albero. Lì troverete l’aquilone e degli appigli per raggiungere il grande serpente bianco. Tramite un attacco in salto ucciderete la bestia ed otterrete l’oggetto.
    • Viscere secche: Recatevi alla valle del Bodhisattva nella palude tossica. Dietro il mercante con la tosse troverete un passaggio in una caverna, entrateci. Troverete un secondo grande serpente e una scimmietta defilata. Sempre tramite ninjutsu del burattinaio usate il primate come esca per il serpente, che lascerà scoperta un’entrata di una piccola costruzione. Lì c’è il vostro oggetto da raccogliere.
  6. Tornate dalla Fanciulla del ristoro e datele le viscere, riposate all’idolo e origliate dietro la porta chiusa. Continuate quindi normalmente la partita fino alla scelta che offre il Gufo. Scegliete ovviamente di rimanere fedeli a Kuro, battete Gufo, parlate con Kuro e bruciate l’incenso. tornate ancora al Sanctorum e parlate con la Fanciulla, che vi consegnerà le Lacrime Congelate.
  7. Proseguite l’avventura fino alla fine, battete il boss finale e date a Kuro prima le Lacrime congelate, poi le Lacrime del drago divino.

Trofeo ottenibile: Il drago torna a casa

Shura

Questo è l’unico finale in Sekiro che si sblocca rispondendo diversamente a Gufo, ossia di onorare il codice di ferro e rinnegare Kuro. La campagna praticamente finirà, e dovrete fronteggiare un’ultima boss fight, diversa rispetto alle altre.

Piccola chicca: a mio parere, nonostante sia il più differente dei finali, è quello “canonico” di Sekiro. Lo testimonia la voce narrante alla fine, che si è sentita solo nel filmato iniziale, parlare del massacro avvenuto ad Ashina e di “un demone in agguato in quelle terre…”

Trofeo ottenibile: Shura

Sekiro: Shadows Die Twice – Guida ai finali ultima modifica: 2019-09-11T17:00:26+02:00 da Fcfrank

Rispondi