Sand Land The Series su Disney+

sand land the series

A pochi giorni dall’uscita ufficiale di Sand Land il videogioco, arriva su Disney+ l’omonima serie animata ad oggi presente in 7 episodi di 13 totali. Scopriamo assieme di che si tratta e se ha senso vederla prima del videogioco. Intanto noi ci siamo recuperati il manga ufficiale, a breve ristampato nella Ultimate Edition.

Una bella scoperta, un ottimo antipasto

Sand Land lo attendiamo nella sua incarnazione in videogioco a partire dal 26 aprile su Xbox Series, PS5 e PC. Sicuramente un titolo originale con un’ottima ambientazione, speriamo che Bandai Namco sappia regalarci un gameplay fresco, divertente, ma al contempo solido.

La serie animata sembra proprio partire con il passo giusto, anche se i primissimi momenti potrebbero anche a voi spaesare per il mix cell shading anime con cui sono realizzati alcuni spezzoni. Lo stile più Dottor Slump e Arale che Dragonball è da subito percepibile, ricalcando del resto il ritmo e la coerenza della serie. I personaggi sanno farsi da subito apprezzare, la storia – nella sua semplicità – è capace comunque di portarci epici scontri e villain sempre coerenti.

Sand Land The Series è attualmente doppiata solo in giapponese e in inglese, ma sono presenti i sottotitoli in italiano. Attualmente gli episodi disponibili ricalcano la storia che di fatto farà da incipit all’omonimo videogioco, ovvero la ricerca del lago leggendario nascosto nel deserto. Da lì in poi gli episodi saranno disponibili di settimana in settimana a partire dal 20 marzo 2024 su Disney+. Per noi è stata una bella scoperta, anche solo per prepararci mentalmente e visivamente al mondo disegnato dal tanto compianto Akira Toriyama.

Sapphire

Sapphire

Il nippogamer nostalgico, guida l’ufficio stampa dai primordi di Safari. Amante dei gestionali, si è convertito a Nintendo con l’uscita di Zelda. Early adopter e tecnocrate difficilmente si tira indietro quando si tratta di novità. Incontentabile.
Sapphire

Sapphire

Il nippogamer nostalgico, guida l’ufficio stampa dai primordi di Safari. Amante dei gestionali, si è convertito a Nintendo con l’uscita di Zelda. Early adopter e tecnocrate difficilmente si tira indietro quando si tratta di novità. Incontentabile.

Condividi:

Facebook
Twitter
Reddit
Telegram
WhatsApp