Warning: getimagesize(): Filename cannot be empty in /web/htdocs/www.safarigames.it/home/wp-content/plugins/wp-open-graph/output.class.php on line 306

30 anni di Metal Gear Solid

30 anni di Metal Gear Solid

I momenti migliori di Metal Gear Solid, 30 anni di una saga leggendaria. Sotto la sapiente gestione e regia del maestro Kojima, il nostro Snake è diventato parte della nostra vita di videogiocatori. Assieme ne abbiamo passate tante, e siamo stati fortunati spettatori di una delle migliori storie di sempre.

Ripercorriamo i migliori momenti dei capitoli numerati tra PlayStation e PS4.

Shadow Moses, dove tutto ha inizio

Correva l’anno 1998, ed è importante ricordarlo perché ai tempi la cura dei dettagli nei videogiochi non era di certo l’argomento predominante. Dopo Resident Evil era cominciato un processo di evoluzione in tutto il mondo, ma Metal Gear Solid offriva un’altro genere di gameplay , destinato poi ad appassionare tutti.

Qui comincia la storia, il nostro Solid Snake approccia il magazzino di stoccaggio armi via mare. Ad attenderlo due scagnozzi che non brillano per capacità di sorveglianza. Così raggiungere l’elevatore e guadagnare l’uscita è un gioco da ragazzi. Improvvisamente davanti a noi si estende un intera isola innevata. Essa è la base di un organizzazione terroristica che minaccia il governo degli Stati Uniti di un attacco nucleare. Inoltre, l’organizzazione è guidata da sei ex compagni d’armi del nostro protagonista, che dovrà appunto capire se sono realmente in grado di lanciare l’ordigno e al contempo liberare due ostaggi molto importanti.

Arriverà inoltre una richiesta personale del Colonnello, che chiederà a Snake di estrarre anche sua nipote Meryl dalla struttura.

30 anni di Metal Gear Solid – Psyco Mantis

30 anni di Metal Gear Solid – Liquid Snake

30 anni di Metal Gear Solid ultima modifica: 2017-07-19T13:18:26+02:00 da Giganico