Recensioni Giochi PC & Console

Remnant From the Ashes recensione

Remnant from the Ashes
Tempo di lettura: 5 minuti

Da Gunfire Games; creatori dell’ultimo Darkside, ecco Remnant From the Ashes. Un ambiziosissimo action RPG progettato senza timori reverenziali!

Il titolo è disponibile su Steam,PS4 e Xbox dal 20 Agosto, ed è giocabile con doppiaggio in Italiano.

La chiave di gioco di Remnant: From the Ashes ci è stata gentilmente offerta dal nostro partner DLCompare, il motore di ricerca per i migliori prezzi per i videogiochi.

Deja-vu …

Dopo una rapida caratterizzazione del nostro avatar di gioco che ci suggerirà lo stile grafico del progetto, saremo catapultati nel mezzo della trama di questo Remnant From the Ashes.

Appresi i dettagli della missione poi saremo chiamati ad apprendere le basi di movimento e attacco del sistema di combattimento, in un tutorial mascherato da intro abbastanza insipido dal solo sapore di già vissuto.

Remnant From the Ashes

Apprenderemo che una specie aliena, specializzata nella colonizzazione di galassie, ha scelto il nostro pianeta come prossima vittima. Le creature interstellari hanno fattezze umanoidi e non solo. Sembrano avere una conformazione simile a quella dei nostri alberi, seppur animati con luminescenze inumane.

Dentro il Ward 13

Il prologo ci porterà ad avere la peggio in una battaglia con nemici multipli, proprio di fronte alla porta dell’ultima struttura sicura della città: il Ward 13. Saremo salvati dal personale di sicurezza che ci porterà al sicuro dove potremo guarire dalle nostre ferite.

Remnant From the Ashes

All’interno del Ward 13 potremo apprendere come migliorare il nostro equipaggiamento e completare la seconda parte del tutorial, per selezionare infine una classe specifica con cui affrontare poi il resto della storia.

Le classi disponibili in Remnant From the Ashes, sono bilanciate per un approccio cooperativo al sistema di gioco; infatti si potrà scegliere di prediligere l’attacco a lunga, media e corta distanza. Con armi e abilità specifiche per ogni classe.

Il Ward 13 rimarrà per tutta l’avventura il centro strategico del protagonista; che fungerà da base per il potenziamento e ri-equipaggiamento oltre cheda HUB tra le varie missioni da compiere nel corso della storia.

Remnant From the Ashes

Condividere il mondo di gioco

Remnant From the Ashes è pensato e strutturato per un approccio preferibilmente cooperativo. Non solamente per la difficoltà bilanciata evidentemente per più giocatori, ma anche per l’equilibrio ricercato tra le classi.

Inoltre è doveroso chiarire le base della struttura cooperativa del gioco.

Premessa: Il mondo di gioco di Remnant è generato proceduralmente. Così che ogni giocatore all’interno del proprio mondo possa vivere un esperienza completamente differente rispetto agli altri, che vorranno dare magari uno sguardo una volta completata la loro campagna. Infatti non è raro che chi deciderà di venire a supportare i vostri sforzi all’interno del vostro mondo sarà anche ben più alto di livello e potenza dell’equipaggiamento.

Remnant From the Ashes

L’idea risulta vincente perché garantisce soddisfazione a tutte le parti in causa. L’host guadagna un aiuto concreto nei momenti più complessi della sua progressione di trama, mentre l’ospite potrà godere della visione di boss magari sconosciuto e ottenere anche un loot di armi differente. Logicamente non ci sarà nessuna progressione di trama per gli ospiti, infatti la ricerca di compagni da ospite è pensata più per chi ha completata almeno la prima campagna.

Boscaioli di alieni!

Il sistema di combattimento è simile a molti altri esponenti della categoria. tre armi equipaggiate da variare in funzione dell’approccio al combattimento e tre elementi di armatura con bonus e malus specifici alla classe di appartenenza del personaggio.

Remnant From the Ashes

Armi ed equipaggiamento sono potenziabili e modificabili installando delle abilità grazie ai vari vendor del Ward 13.

Certamente il sistema è incentrato sullo shooting in terza persona. Infatti come in ogni TPS che si rispetti il cambio di arma da primaria a secondaria è rapido e responsivo, fino a quanto l’economia dello scontro non richieda un approccio con armi corpo a corpo. L’approccio con armi meele è soddisfacente ed è bilanciato tra potenza e velocità sempre in base alla classe prescelta.

Infine la hitbox è abbastanza classica per il genere. Colpire il nemico farà balenare il danno causato istantaneamente con la numerazione colorata di giallo e rosso per i colpi critici.

Remnant From the Ashes

La difficoltà normale non richiede molta tattica di approccio, anche se sarà molto importante tenere sempre bene a vista la propria barra di stamina ed energia vitale.

Remnant From the Ashes tra Dark Souls e Fallout ?

Alcune meccaniche del gioco traggono ispirazione dai Souls e non solo per il bilanciamento della difficoltà settatpo molto in alto. Lo stile di combattimento contro la maggior parte dei boss e basato su tempismo di schivata e sull’abilità di assegnare più colpi in una finestra temporale ridotta; tra un attacco e un altro per intendersi. I combattimenti hanno ritmi serrati e impongono un attenzione davvero alta, in quanto anche un solo errore banale potrà fare davvero la differenza.

Remnant From the Ashes

Magari mi esporrò contro il giudizio di tanti, ma l’idea di Ward 13 l’ho trovata ispirata al limite della citazione onorevole all’universo di Fallout. In primis per il numero scelto: Ward 13 come per il primo Vault del primo Fallout, appunto il numero 13. Inoltre il gioco tratta di un passato alternativo, dove a tratte beneficio è prevalentemente il design di armi e armature, non propriamente inseribili nel contesto degli anni 80/90 dove la storia è ambientata.

Una bella sorpresa!

Remnant From the Ashes sa certamente farsi apprezzare. Non per la sua trama dimenticabile ne tanto meno per la sua mancanza di innovazione per il genere. L'offerta ludica generale dei ragazzi di Gunfire Games è comunque da considerarsi ottima. Costruita su un sistema solido e con pochissime sbavature tecniche soppesando il budget a disposizione.

8
Remnant From the Ashes:
8
Remnant From the Ashes recensione ultima modifica: 2019-10-10T10:10:06+02:00 da Giganico

Rispondi