Recensioni Giochi PC & Console 3

Sonic Mania: Un monumento a Sonic – Recensione3 minuti lettura

Recensione Sonic Mania

Sonic torna a movimentare i nostri pollici e a far battere i nostri cuori nostalgici all’unisono.

La rinascita di un eroe

Non si può fare a meno di ricordare il mitico riccio blu con un velo di nostalgia. Qualunque giocatore che ha vissuto la giovinezza di Sonic, nella sua prima trilogia, ricorda quel momento con lo sguardo fisso sull’orizzonte mentre una lacrima gli solca il viso. Eh si perché dopo i primi 3 capitoli, la saga del riccio più veloce al mondo ha preso una piega che ai fan non è piaciuta per nulla. Questa volta non mi dilungherò andando a spulciare la storia della serie. Tutti più o meno la conoscono, e sanno che con l’avvento del 3D la serie a perso smalto e seguito. Purtroppo poi , come succede a tutti i marchi di successo, Sonic è stato sfruttato oltremodo, fino a renderlo una stucchevole caricatura del primo progetto. Anche i fan più inossidabili hanno perso interesse negli anni, forse con un unica eccezione:

Nel 2011 fà la sua comparsa il signor Christian Whitehead, che ricorda a tutto il mondo che fosse Sonic.

In completa autonomia il buon Christian ci regala una perla assoluta dal nome Retro Sonic. Il gioco pesca a piene mani dalla prima trilogia, e riesuma il porcospino blu raffigurato da pixel grandi quanto chicchi di riso!

I fan di tutto il mondo supportano questo progetto che diventa virale, cosicché Sonic possa tornare al posto che gli spetta! Nelle case dei videogiocatori!

Questo è solo il primo passo verso il ritorno alle origini definitivo di Sonic. Logicamente, Retro Sonic piacque talmente tanto da far drizzare tutti i capelli allo storico pubblisher Sega, che contatto subito il talentuoso Whitehead e gli mise a disposizione un piccolo studio di sviluppo: Sonic Team. Lo studio esordì con un ottimo Sonic Generations, ma il bello doveva ancora venire. Dopo due porting su Android e IOS dei primi due capitoli degli anni 90, finalmente il Sonic Team può dedicare anima e corpo al nuovo Sonic Mania.

Il ritorno alle origini estremo

Sonic Mania è un tributo a Sonic all’ennesima potenza. Impugnando il pad, si sale su una macchina del tempo che ci riporta la sensazione di dover soffiare sulla cartuccia prima di inserirla. Il gioco lascia trasparire alla perfezione il profondo rispetto che lo sviluppatore detiene per il soggetto.

E’ da non credere, ma all’insegna della fedeltà al primo progetto di Sonic targato anni 90, lo sviluppatore ha utilizzato non solo la stessa grafica,modelli e animazioni, ma ha anche ricreato le musiche del gioco con la console dei suoni del vecchio MegaDrive. Sono stati inoltre riciclati alcuni effetti sonori, in partenza creati per altri giochi e riadattati alle nuove avventure di Sonic. Le zone infine, hanno interi tratti ripresi dai vecchi capitoli, e riadattate al cambio generazionale. Perché questo Sonic Mania non è più indirizzato a ragazzini, ma agli stessi ragazzini degli anni 90 che ora di anni magari ne hanno 30/35.

Recensione Sonic Mania

All’annuncio e primo video di questo gioco, per primo gridai allo scherzo! Mi pareva troppo bello per essere vero! E invece mi sbagliavo di grosso perché il Sonic che tutti aspettavano è uscito per davvero e tutti ce lo possiamo godere!

Un tuffo nel passato

Sonic rapisce con il suo grande carattere, si può aver vissuto gli anni d'oro oppure no, ma comunque il divertimento sarà assicurato. Unico neo è la scelta di farlo uscire anche su Nintendo Switch. Sonic su Nintendo davvero spezza il cuore.

8.5
Sonic Mania:
8.5
Sonic Mania: Un monumento a Sonic – Recensione3 minuti lettura ultima modifica: 2017-09-18T12:10:59+02:00 da Giganico

3 Comments

  • Reply
    Alessio Cosolo
    13 Nov 2017

    “Unico neo è la scelta di farlo uscire anche su Nintendo Switch. Sonic su Nintendo davvero spezza il cuore.”
    E questo sarebbe un neo? Quanti punti hai tolto al gioco per questo “Neo” tutt’altro che oggettivo? Senza contare che Sonic bazzica su console Nintendo dai tempi del Gamecube.
    Lasciamo i fanboyismi fuori dai giudizi obbiettivi che una recensione dovrebbe dare.
    E ti parlo da fan di Sonic delle origini

    • Reply
      Giganico
      13 Nov 2017

      Ciao, nessun punto in meno giuro! Era più una battuta da rudere nostalgico quale sono. Ancora mi sconvolgo se ripenso alla distinzione abissale dei miei tempi! Anzi ci tengo moltissimo a rimanere sempre obbiettivo, oltre alle mie preferenze che sono molto particolari! Questo Sonic l’ho adorato, e difatti l’ho valutato meglio del nuovissimo COD WW2 per intenderci!
      Grazie di seguirci, cerchiamo sempre di migliorare.
      A presto

      • Reply
        Alessio Cosolo
        13 Nov 2017

        Ah bon, lieto di sapere che era solo ironia 🙂
        E concordo sull’inesistenza della trama ma non lo ritengo un difetto così grave essendo abituato ai Sonic degli anni ’90 che le davano esattamente questo bassissimo livello di spessore.
        Francamente l’unico vero difetto che ci trovo è il fatto che l’enfasi sia troppo spostata sull’effetto nostalgico lasciando così troppo poco spazio per nuove idee.
        Ciò non toglie che sia un Sonic bello come non se vedevano da troppo tempo, di molto superiore a tanti episodi 3D visti negli ultimi anni

Rispondi