Recensioni Giochi PC & Console Giochi Indie

Hellpoint recensione: fantastica sorpresa Soulslike!6 minuti lettura

SafariGames Italia Hellpoint recensione: fantastica sorpresa Soulslike! Cradle Games, giochi pc, Hellpoint, Recensione, Sci-Fi, Soulslike, Steam, tinyBuild Games

Hellpoint: la creatura di Cradle Games, sviluppato dalla tinyBuild ha fatto la sua comparsa sullo store di Steam, una fantastica sorpresa Soulslike.

Conosciuti anche per Graveyard Keeper o per Hello Neighbor, la TinyBuild ha deciso di tentare un nuovo approccio e grazie alla Cradle Games ci sono riusciti, creare un soulslike proprio: Hellpoint è il loro primogenito.

La prima generazione

Si sa, i capostipiti di questo sotto genere sono difficili da raggiungere, dopo Dark Souls il mondo indie si è riempito di copie , con l’intento di emularne le caratteristiche peculiari, senza riuscire a dare il tocco magico del padre Hidetaka Miyazaki. Esempi ottimi di AAA soulslike li abbiamo con The Surge della Deck13 Interactive o della versione più orientale Nioh del Team Ninja, riuscendo a ottenere ottimi risultati e un bacino di seguaci fedeli. In questa recensione parleremo di un nuovo titolo: Hellpoint.

Hellpoint: titolo principale

Un nuovo inizio

Iniziamo con la trama: sei un corpo umano risvegliato da una intelligenza artificiale su un’astronave che orbita intorno a un buco nero, una sorta di civiltà futuristica intenta a studiare dimensioni e entità ultraterrene. Ti viene intimato di raccogliere più informazioni possibili riguardanti una strana epidemia che pervade il luogo. Dopo un risveglio alla Matrix ti ritrovi nudo e spoglio a percorrere corridoi stretti o saloni enormi costellati di segreti e di creature pronte a ucciderti (praticamente la trasposizione delle prigioni dei non-morti di Dark Souls nel futuro).

Hellpoint: anelli sblocca porte

Non è un gran che… ma qui cosa c’è? E qui? Oddio guarda qui!

A parte il palese e voluto riferimento ai Souls, l’inizio non è un gran che promettente. Animazioni legnose, pochi dettagli ambientali e qualche equipaggiamento pacchiano hanno minato fortemente la mia esperienza. Ma stavolta, spinto da una curiosità morbosa, ho voluto continuare… grazie al cielo l’ho fatto. Man mano che districavo le infinite strade di questa astronave, la mia curiosità cresceva, il mio stupore si ingigantiva e le soddisfazioni aumentavano.

Muri invisibili, strade nascoste e boss dietro ad ogni angolo mi rendevano il gameplay assuefacente. Non facevo fatica a trovare dentro a stanze, palesemente vuote, corridoi nascosti collegati a intere aree nuove. Porte invisibili mi portavano a chiavi nascoste per sbloccare livello extra e pulsanti sfuggenti attivavano ascensori fasulli con un boss pronto ad aspettarti in cima. Insomma sorprese, sorprese, sorprese e ancora sorprese. Con un level design degno di un tripla A, la mappa presenta collegamenti spettacolari che rispecchiano l’attenzione, lo studio e l’amore che gli sviluppatori hanno utilizzato per progettarla.

SafariGames Italia Hellpoint recensione: fantastica sorpresa Soulslike! Cradle Games, giochi pc, Hellpoint, Recensione, Sci-Fi, Soulslike, Steam, tinyBuild Games

Morte? Cosa sarebbe?

Come ogni soulslike che si rispetti il livello di sfida è elevato. Il tipico lock-on sui mostri, spade e scudi futuristici, mazze chiodate, asce… ma con una peculiarità: come in Bloodborne, qui si ha la possibilità di utilizzare armi da fuoco, ma assumono un’importanza preponderante sulla distribuzione del danno. A differenza dei souls, dove l’arco poteva essere usato a parte con frecce o simili, qui hai a disposizione fucili, bastoni magici o poteri sovrannaturali utilizzabili in contemporanea nelle combo con armi bianche. La cosa ancora più interessante è il poter ricaricare il “mana” solamente attaccando il nemico con armi fisiche. Non è più presente la pozione blu che ti ricarica la magia, ma bisognerà giostrarsi tra fendenti di spada e pallottole a energia in un valzer di colpi con il nemico.

Questi accorgimenti stravolgono l’ormai conosciuto sistema di: “magia magia, scappa, bevi, magia magia” in un “magia magia schiva colpisci magia magia” rendendo il combattimento più brutale. Infatti potrai trovarti in fin di vita, senza pozioni curative e senza potere magico, a dover colpire l’avversario per ottenere quella giusta quantità di sangue per guarirti o mana per finirlo. Le cosiddette “fiaschette estus” potranno essere ricaricate solo colpendo il nemico o morendo. Insomma una piccola innovazione nel combat system che consente di modificare appieno il gameplay. Come se non bastasse, ogni arma possiede abilità speciali sbloccabili con l’aumento dell’affinità con essa. Più si utilizza un’arma, più si prende dimestichezza, attivando le risorse nascoste di essa.

SafariGames Italia Hellpoint recensione: fantastica sorpresa Soulslike! Cradle Games, giochi pc, Hellpoint, Recensione, Sci-Fi, Soulslike, Steam, tinyBuild Games

Falò? No grazie mi basta un piccolo buco nero interdimensionale

In Hellpoint sono presenti le Brecce (tipici falò), dove il personaggio potrà potenziare le proprie statistiche. Sarà possibile anche consumare concentrati di anime (assioni in questo caso) ed eventualmente teletrasportarsi ad altre Brecce. Si possono utilizzare particolari effigi che permettono di intensificare la difficoltà dell’intero gioco, andando ad aumentare la quantità di risorse ottenute dai nemici. Di contro si può anche diminuire la difficoltà, sempre con apposite effigi, gestibili entrambe dalle Brecce. Sparsi per la mappa sono presenti tavoli da lavoro dove è possibile costruirsi armi, potenziare quelle già ottenute e aumentare il numero delle cure.

Hellpoint: aumento di livello e attributi

Veniamo alle conclusioni

Purtroppo sono presenti alcune lacune che potrebbero rovinare l’esperienza. Molte animazioni sono legnose. A volte qualche bug grafico può incastrare il personaggio o lasciarlo in balia del nemico. Come descritto in precedenza non ha un livello di sfida elevato ed è semplice “rompere” il gioco. (Io non lo vedo come un vero punto a sfavore, amo “rompere” i giochi, ma a molti può non piacere). Alcuni moveset delle armi sono ripetuti donando poca profondità al combat system.

Una dolce attesa

Insomma, per gli esperti dei soulslike, Hellpoint si presenta come una stupefacente alternativa. Una dolce digressione durante l’attesa di un Elden Ring o un Demon’s Souls Remake. Mentre per i neofiti potrebbe essere un’ottimo inizio nell’approcciarsi al genere. Non è ostico come i suoi progenitori, ma butta basi solide sul combat system e sul level design. Personalmente, è da mesi che non gioco così assiduamente a un gioco nuovo che non sia un tripla A.

Una bellissima rivisitazione futuristica di un classico soulslike, da non perdere.

Hellpoint: la creatura di Cradle Games, sviluppato dalla tinyBuild ha fatto la sua comparsa sullo store di Steam, una fantastica sorpresa Soulslike. Un indie che riprende le base dei capostipiti del genere. Immersivo e vasto,

8
Hellpoint:
8
Hellpoint recensione: fantastica sorpresa Soulslike!6 minuti lettura ultima modifica: 2020-08-13T14:00:17+02:00 da Cap

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *