Recensioni Giochi PC & Console

Railroad Corporation: recensione ciuf ciuf

Railroad Corporation logo
Tempo di lettura: 5 minuti

Recensione di Railroad Corporation versione PC. Il codice di gioco ci è stato gentilmente offerto da Iceberg Interactive

Railroad Corporation Zoomout

L’ultimo miglio

Treni, binari, stazioni, carbone, XIX secolo, tutto questo e tant’altro sono presenti in Railroad Corporation, gestionale “su binari” sviluppato da Corbie Games e distribuito da Iceberg Interactive. Disponibile su Steam dal 18 novembre dopo 6 mesi in accesso anticipato, permetterà di mettersi nei panni di un aspirante magnate dell’industria ferroviaria e non solo, nell’epoca del boom del servizio. La versione completa porta con sé un comparto multigiocatore con tre nuove mappe con obiettivi e impostazioni differenti, la modalità sandbox dove è possibile divertirsi secondo le proprie regole, nuove missioni per la campagna e una sfida per testare le proprie capacità. Sicuramente non manca di contenuti ma vediamo di analizzarli meglio.

Railroad Corporation staff

Tutti in carrozza

Come già detto Railroad Corporation è un gestionale ambientato nel XIX secolo, quando le bestie meccaniche erano semplicemente una novità inesplorata e, per molti, inaffidabile. Nei panni di un dipendente di una di queste compagnie si inizierà a posare i primi binari tra città, cominciando a tracciare i primi solchi per il trasporto. Grazie al tutorial si prende confidenza con i comandi ma quello che insegna non è abbastanza e durante la prima missione si rischia di rimanere frustati perché non si è a conoscenza di molti fattori che devono essere insegnati prima di poter approcciarsi ad un gioco del genere. I soldi iniziali sono pochi e sbagliare è semplice, questo comporterà a riavviare il livello più e più volte, finchè non si trova, autonomamente, la via esatta.

Railroad Corporation scambio

Pianificare con calma

Se siete il tipo di persona che fatica a tenere il mouse fermo vi troverete in un odioso limbo che farà durare le partite molto poco, almeno finchè non capite che l’approccio che state utilizzando è sbagliato, e fidatevi, io ci ho picchiato più e più volte il naso. Detto questo, appena capito il meccanismo ci si ritrova in una spirale ascendente di guadagno, forse fin troppo. E questo è il primo limite del prodotto, il sistema economico è molto semplice, non è importante dove vanno a finire le merci ma solo il costo a tratta. In realtà non siete un magnate ma un addetto alla logistica. Per fare un esempio semplice, alcune città avranno un ufficio postale che richiede sia la spedizione che il ricevimento delle lettere. Queste non hanno una vera destinazione, ma semplicemente vanno spostate, non importa dove, basta che non siano più li. Non funziona così.

Railroad Corporation partenza

Spostiamoci

Tolte molte risorse che sono più specifiche e richiedono una particolare azienda per essere processati, come per esempio il grano che in una fattoria diventa sia carne che pelle, tante altre sono semplicemente dei ricavi da stornare alle spese sostenute per il trasporto. Secondo Railroad Corporation, il cittadino non sceglie dove andare, sale sul treno e scende dove gli è indicato, ha veramente poco senso questo aspetto. Fortunatamente non è tutto così. Durante le missioni, verranno resi disponibili dei contratti che chiedono determinate merci in determinate città, alcuni porteranno a sostanziosi bonus in caso di superamento, con penali da pagare in caso di mancato soddisfacimento, mentre altri saranno essenziali per finire il livello. Per aumentare la difficoltà è possibile scegliere di giocare a tempo, aumentando anche le ricompense a fine partita.

Railroad Corporation officina

Costi troppo

I punti ricerca che vengono elargiti durante le missioni permettono di sbloccare bonus aggiuntivi che spaziano dalla riduzione del costo delle costruzioni, alla riduzione degli stipendi e via discorrendo. Essi sono indispensabili nel proseguire, in quanto permettono di avere un discreto vantaggio, soprattutto nelle fasi iniziali. Railroad Corporation non è solo questo. Gli scenari permettono di ricercare ulteriori treni e potenziamenti, c’è la possibilità di assumere gente specializzata per ottenere bonus, richiedere prestiti dando a garanzia i possedimenti, oppure cercare di migliorare il costo della merce facendo pressioni con le lobby. Purtroppo quest’ultimo punto è abbozzato, basato solo sul tempo, anche nel caso che l’esito sia negativo, basterà aspettare un paio di mesi nel gioco e il prezzo della merce tornerà allo standard originale.

Railroad Corporation ciuf ciuf

Binari concorrenziali

Anche quando si gareggia contro un altro concorrente ferroviario le cose non cambiano, gli obiettivi restano uguali, mentre le poche differenze si basano sul fatto che sul primo che collega la città diventa il padrone della stazione e dal fatto che ogni azienda in gioco potrà essere acquistabile attraverso un’asta tra i partecipanti. Ovviamente avere il controllo delle fabbriche permette di massimizzare i guadagni, in quanto la merce non sarà più comprata ma prodotta in loco. L’altra piccola differenza è l’impossibilità di sovrapporre i binari con quelli nemici, ma sarà possibile confluire le tratte. Anzi, meglio utilizzare i binari altrui, così non si spenderà a posarli. Anche questo aspetto fa storcere il naso, chi è il pazzo che ti permette di usare le proprie strutture senza avere il minimo guadagno? Risposta semplice nessuno.

Railroad Corporation città

Prima lei

Graficamente Railroad Corporation non è niente di eccelso, ma fa perfettamente il suo lavoro. Portando la visuale alla minima distanza sul suolo, si può vedere cosa trasporta il mezzo, mentre abbassando il livello di zoom si possono osservare in maniera distinta tratte e treni. Come visione d’insieme è quasi perfetto, per esserlo sarebbe stato necessario la direzione che sta percorrendo il treno, dettaglio di poco conto. Nulla da dire sull’audio e sulle musiche che non stancano, anche se non sono in grande numero. Altro appunto negativo è sulla gestione delle locomotive. Non è possibile creare priorità e si comportano in modo alquanto stupido. Capiterà spesso che un treno a pochi metri dalla stazione si fermi per aspettare il sopraggiungere di un altro mezzo e non si potrà fare niente per cambiare questa aspetto. Così come non si metteranno in fila sullo stesso binario ma ognuno aspetterà diligentemente il proprio turno.

Railroad Corporation aspetta

Ciuf ciuf

Per farla breve Railroad Corporation è un’interessante idea ma sviluppata in modo sbagliato. Il gioco diverte ma se si scende a patti con le meccaniche. Se si accetta che le merci devono essere solamente spostate di posto, senza una reale meta, allora è un ottimo gioco, forse un po’ troppo di manica larga per quanto riguarda i ricavi. Anche il tutorial va rivisto perché lascia parecchie lagune e rischia di far passare la voglia di giocare solamente alla prima missione. È molto interessante le idee delle lobby, ma così sfruttata e implementata è un elemento facilmente ignorabile. Purtroppo parte da una solida base ma non lima i problemi che un gestionale dovrebbe porre ai giocatori in modo che essi trovino una soluzione. La macro gestione funziona, ma la micro è nulla. Una cura migliore dei particolari avrebbe portato il gestionale ad un livello altissimo, così non è niente di speciale.

Peccato!

Railroad Corporation sbaglia nella microgestione e nella scelta delle merci che devono solamente essere spostate, anche senza un vero obiettivo. Il sistema economico è di manica larga e il tutorial non è esaustivo. Molte idee sono semplicemente abbozzate e passano in fretta nel dimenticatoio.

7.5
Railroad Corporation:
7.5
Railroad Corporation: recensione ciuf ciuf ultima modifica: 2019-12-01T20:45:35+01:00 da Silig

Rispondi