Recensioni Giochi PC & Console

Planet Zoo: la maturità di Frontier

Planet Zoo
Tempo di lettura: 4 minuti

Planet Zoo è indubbiamente il progetto della maturità per Frontier. Il team di Cambridge è ormai da anni un punto di riferimento nella categoria dei gestionali, e con questo Planet Zoo, mira certamente a stabilire la propria egemonia definitiva.

Planet Zoo è disponibile dal 5 Novembre solo per PC via Steam. Il titolo è inoltre giocabile interamente in Italiano.

La chiave di gioco di Planet Zoo ci è stata gentilmente offerta dal nostro partner DLCompare; il motore di ricerca per i migliori prezzi per i videogiochi.

Pronti via ..

I primi passi su Planet Zoo risulteranno molto familiari per chi ha giocato a Planet Coaster. Infatti le basi di gameplay ricalcano moltissimo il gestionale di parchi divertimenti del 2016.

I facoceri

Dopo la personalizzazione del proprio avatar e il conseguente posizionamento sul globo potremo cominciare a cimentarci con le modalità di gioco offerte. Il mio personalissimo consiglio è quello di cominciare dalla carriera, specialmente se non si padroneggiassero perfettamente le meccaniche di gioco ereditare proprio da Planet Coaster.

La fase iniziale della carriera appunto; fungerà da buon tutorial per apprendere le molte possibilità e caratterizzazioni disponibili, sorretti da un abbozzo di trama e da una progressione ad obiettivi sempre più complessi da raggiungere, fino ad ottenere il diploma di gestore di parchi Zoo! Ma non vi sentite legati al completamento!

La carriera purtroppo rischia in breve tempo di logorare il vostro entusiasmo, in quanto spesso sarete chiamati a risolvere problemi davvero ingenti. Problemi ai quali probabilmente non sarete correttamente formati per rispondere. Il trucco è quello di allontanarsi dalla modalità e spostarsi magari verso il sandbox, dove le risorse illimitate vi consentiranno di fare i vostri errori e di risolverli con gli indicatori, consentendovi di apprendere le basi più gradualmente.

Planet Zoo

Ci son due coccodrilli …

Il titolo di Frontier è profondo, elaborato e carico di dettagli importantissimi per la gestione. Non si adatta perfettamente ai neofiti del genere, che certamente dovranno dimostrare una instancabile pazienza e una buona volontà di apprendimento!

Ogni Habitat inserito nel parco andrà inteso come un’isola a se stante, dove mantenere il salute e benessere gli ospiti animali attraverso numerosi parametri di base. L’habitat logicamente andrà allestito in base alla specie ospite, che necessiterà di un tipo di terreno, di una quantità di acqua e perfino di una temperatura specifica.

Planet Zoo

Inoltre dovremo farci una vera e propria cultura sulle varie specie, in modo da fornirgli un ambientazione perfetta per loro vita in cattività. Ma non ci dovremo limitare solo all’habitat. Dovremo infatti apprendere la tipologia di gruppo sociale utile alla specie e capire quando arriverà il momento di liberare gli animali. Inoltre sarà importante anche il tipo di recinzione scelto per contenere l’habitat. Avremo decine di personalizzazioni atte a impedire la fuga degli animali o limitarne il nervosismo dovuto al sentirsi sempre osservati.

Progettare uno Zoo …

Le personalizzazioni possibili sugli habitat e le strutture sono davvero innumerevoli. Non solo potremo scegliere tra decine di progetti prestabiliti, ma potremo salvarne di nostri o cercarne altri tramite il Workshop di Steam.

Potremo impostare il tema del parco e inserire miriadi di dettagli utili ma anche solo estetici e creativi.

L’utente Steam: PaulsLey nel video qui sopra fà un semplice esempio di cosa è possibile ideare con Planet Zoo.. Da rimanere a bocca aperta.

La caratterizzazione del parco è praticamente infinita, e lascia tutto lo spazio alla creatività più elaborata e senza limite. Una novità interessante nella gestione del parco è l’aggiunta del valore di didattica per i visitatori. Sarà possibile rendere la visita anche istruttiva con l’aggiunta di strutture didattiche e altoparlanti dedicati.

Peccato solamente per la gestione economica del parco, non elaborata quanto ci si aspetterebbe da cotanta cura in ogni altro campo.

Videogioco o modellismo?

L’editor del parco è talmente elaborato da farci perdere nei suoi dettagli e peculiarità. La visione di insieme, non appena completati tre o quattro habitat si avvicina molto alla vista di un diorama vero e proprio. Complice l’infinità di dettagli disponibili e la varierà di stili rappresentabili.

Planet Zoo

Gli animali sono rappresentati perfettamente, con una conta di poligoni e una cura nelle animazioni davvero da eccellenza. Sono state riproposte nelle animazioni, anche molte abitudini proprie di alcune specie, che innalzano di molto la qualità complessiva. Un’ulteriore sfida è rappresentata dalla necessità di fornire una buona visuale sugli animali da ogni parte del percorso dei visitatori. Il che costringe il giocatore ad elaborare percorsi sempre nuovi in base alla disposizione delle recinzioni.

Una lacrima però scende …

Effettivamente però, una lacrima di rimpianto ha bagnato la mia tastiera… Provate ad immaginare cosa sarebbe stato Jurassic World Evolution sviluppato e proposto alla maniera di questo Planet Zoo… Non è notizia di oggi che il gestionale a tema Jurassic World sia stato limitato dai vincoli propri di un gioco che deve andare in pubblicazione su console e dal tipo di pubblico a cui voleva rivolgersi.

Ma permettetemi di non darmi pace al pensiero!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è DLcompare-banner-EN-970x255.jpg

Il capolavoro di Frontier

Planet Zoo guida la categoria dei gestionali con pieno merito. Ad oggi il miglior titolo della categoria nonché gemma indiscutibile e immancabile nella libreria di chiunque abbia anche solo apprezzato il genere in passato!

9
Planet Zoo:
9
Planet Zoo: la maturità di Frontier ultima modifica: 2019-11-25T16:00:15+01:00 da Giganico

Rispondi