Nostalgia portami via Recensioni Giochi PC & Console

Planet Coaster – Back To The Past2 min read

Planet Coaster Recensione

Consci del valore intrinseco tipico di ogni titolo di Frontier Development abbiamo ben pensato di comprare Planet Coaster durante gli sconti Steam al modico prezzo di 8 euro. Prima di Planet Zoo e Jurassic World (peraltro compreso nell’abbonamento Gold di Xbox di questo mese) c’era questo speciale e coloratissimo park simulator. Visto che non era stata in passato scritta alcuna recensione scopriamo con gli occhi di oggi nella nostra rubrica Back to The Past.

Pronti a partire!

Il gioco base è bello, con i DLC è meglio

Quello che balza subito all’occhio è l’elevato prezzo che ancora oggi vede Planet Coaster offerto a circa 38 euro su Steam, segno che l’interesse nei suoi confronti non è mai scemato. Per fortuna ogni tanto ci sono i saldi Steam e abbiamo potuto comprarlo ad un prezzo decisamente conveniente.

Su How Long to Beat il gioco è stato mediamente valutato completabile (nella campagna) in circa 22 ore. Tra la modalità creativa (sandbox) e la smania per il dettaglio le ore saliranno esponenzialmente non rendendo possibile stimare una reale tempistica.

Combinare attrazioni e fuochi d’artificio

Tecnicamente il titolo si avvale ancora oggi di un discreto motore grafico capace di muovere svariati personaggi e movimenti a schermo senza rallentare neppure su computer più vecchiotti (il gioco è giocato con una semplice Nvidia 970). Visivamente è pieno di compenetrazioni poligonali, che non inficiano l’esperienza. E’ pur vero che costruire articolate fontane e vedere la gente che le attraversa come “fantasmi” non è il massimo.

Il primo degli scenari disponibili

Il gioco base è completo e offre la possibilità di costruire parchi tematici a stile pirati dei caraibi, villaggio di Natale, medioevo… I DLC sono però cuore pulsante di Planet Coaster. Tra Ghostbusters, il bellissimo Adventure Pack e un’altra mezza dozzina di espansioni non si può certo dire che manchi la varietà. Peccato che ognuno di essi costi una decina di euro, rendendo l’acquisto piuttosto oneroso.

Peccato...

... che ancora oggi sia venduto ad alto prezzo e che i DLC richiedano un piccolo mutuo. Purtroppo la nostalgia non è ancora sufficiente da giustificare l'alto esborso per averlo!

7.3
Grafica:
8.5
Compatibilità:
9
Fattore N(ostalgia:
6.5
Fattore D(elusione):
5
Planet Coaster – Back To The Past2 min read ultima modifica: 2020-01-06T14:45:00+01:00 da Sapphire

Rispondi