Recensioni Giochi PC & Console

MXGP 2020 next-gen – Recensione6 minuti lettura

SafariGames Italia MXGP 2020 next-gen - Recensione Milestone, MXGP 2020, Next-gen, Recensione

Attraverso un comunicato stampa flash pubblicato giovedì 14 gennaio, Milestone ha annunciato l’uscita di MXGP 2020 su PS5 per il giorno stesso. L’ultimo capitolo dedicato alla FIM Motocross World Championship gode dunque anche di una sua versione next-gen ulteriormente migliorata.
Abbiamo avuto modo di giocarlo diverse ore grazie alla chiave fornitaci da Koch Media e siamo qui per parlarvene attraverso un’accurata recensione.

Alla conquista del titolo mondiale!

Modalità principale di MXGP 2020 è la Carriera, nella quale il giocatore inizia dalla categoria MX2, con l’obiettivo di piazzarsi più in alto possibile in classifica e salire in MXGP, ovvero la categoria principale. Una volta fatto ciò, l’asticella della competizione si fa molto più alta, perché bisogna puntare a vincere il mondiale, affrontando i migliori piloti al mondo.

Una volta avviato il gioco bisogna creare il proprio avatar, protagonista della Carriera. Attraverso un editor ben curato, dopo aver inserito le varie informazioni di base è necessario selezionare un team per il quale gareggiare. Il gioco ci mette di fronte ad una scelta tra team ufficiale e team personalizzato: nel secondo caso si deve scegliere uno sponsor che viene applicato su moto e tuta. A questo punto è possibile iniziare la Carriera, potendo personalizzare l’esperienza secondo i propri gusti, tra durata delle gare e longevità dei weekend.

Rispetto ad altri racing game, anche della stessa Milestone, questa modalità è molto più immediata, senza quel sistema di progressione che incentiva il giocatore a passare molte ore sul titolo per migliorare il pilota. Per ricevere offerte da scuderie prestigiose basta semplicemente ottenere un buon numero di vittorie, senza ulteriori obiettivi marginali. Detto ciò, resta comunque un’esperienza gradevole per appassionati e non.

SafariGames Italia MXGP 2020 next-gen - Recensione Milestone, MXGP 2020, Next-gen, Recensione

A spasso con la moto in MXGP 2020

Un graditissimo ritorno è sicuramente il Playground, modalità che permette di vagare sulla moto in una mappa aperta situata in Norvegia. All’interno dell’area è possibile affrontare due tipi di evento contrassegnati da segnali chiamati waypoints: gare a tempo e corse contro l’IA. I tracciati sui quali svolgere le sfide possono anche essere creati e condivisi con la community.

Nella zona esplorabile sono presenti diversi punti d’interesse da visitare ed intorno ai quali realizzare piste molto coinvolgenti esteticamente. D’altro canto, però, si tratta di una zona piuttosto vuota considerando lo spazio disponibile. È evidente che la modalità sia solo in una fase iniziale, quindi ci aspettiamo novità significative già dal prossimo capitolo, perché le potenzialità sono molto alte.

Presenti inoltre da giocare le Modalità Veloci, con all’interno Gran Premio, Campionato e Time Attack, senza dimenticare il Multigiocatore online, con la possibilità di giocare fino ad un massimo di 14 utenti nella versione next-gen. Queste tipologie di sfide possono essere affrontate attraverso 19 tracciati, utilizzando un totale di 68 piloti tra MX2 ed MXGP, tutti con licenza ufficiale.

SafariGames Italia MXGP 2020 next-gen - Recensione Milestone, MXGP 2020, Next-gen, Recensione

Quante possibilità!

Da non sottovalutare è l’enorme quantità di personalizzazione presente nel gioco. MXGP 2020 permette di mettere in mostra la propria creatività attraverso l’Editor di tracciati e la sezione per creare e modificare avatar e moto. A sostegno di queste sezioni c’è sicuramente il pacchetto di licenze ufficiali messo a disposizione dai ragazzi di Milestone, sempre perfetti in questo campo.

L’Editor di tracciati permette di ampliare un comparto piste già di per sé vasto, con tre differenti location tra Meleto, Pianura e Bosco. Una volta effettuata la scelta arriva il momento di mettere in pratica le proprie idee, iniziando con la realizzazione della pista. I giocatori possono sbizzarrirsi in tantissimi modi, grazie alle numerose parti di tracciato presenti e alle tipologie di terreno applicabili. Condividere il risultato con la community è il modo migliore per essere orgogliosi della propria creazione.

La sezione Personalizzazione permette infine di modificare moto ed avatar a proprio piacimento, in qualsiasi aspetto. Del pilota possiamo cambiare casco, tuta, stivali e mascherina, oltre a potergli applicare la protezione.
La moto invece può essere migliorata in molte sue parti, applicandole componenti che la modificano anche esteticamente. Il tutto è acquistabile utilizzando i crediti che si ottengono completando gare, qualifiche e sfide.

SafariGames Italia MXGP 2020 next-gen - Recensione Milestone, MXGP 2020, Next-gen, Recensione

Le meccaniche di MXGP 2020

Dal punto di vista del gameplay, MXGP 2020 non si discosta particolarmente dai suoi predecessori, in quanto il sistema di guida oscilla ancora tra simulazione e arcade puro. Se da un lato abbiamo traiettorie e salti precisi che possono determinare le sorti della gara, dall’altro si nota una fisica piuttosto basilare, almeno nelle collisioni tra i piloti e nei contatti tra moto e terreno, se non in casi eccezionali.

Il meteo dinamico avrebbe potuto dare un apporto significativo alla gestione della moto nelle varie situazioni, invece ci è sembrato essere tutto piuttosto simile sia con il sole che con la pioggia. I cambiamenti nel tracciato avvengono solo visivamente, senza aggiungere nessun tipo di difficoltà nel manovrare le due ruote. Il terreno si deforma con il passare delle moto e forse questo aspetto è l’unico in grado di aggiungere quel pizzico di sfida interessante.

Tuttavia, il titolo si lascia giocare ed è godibile dalla prima all’ultima curva. Aumentando il livello di difficoltà, è sufficiente un piccolo errore di calcolo nei salti per buttare una gara perfetta fino a quel momento. È giusto aprire una piccola parentesi sull’ottimo lavoro che svolge il controller DualSense, grazie soprattutto ai trigger adattivi in grado di restituire una sensazione spettacolare al giocatore durante la gestione dell’accelerazione e che varia in base all’assetto della moto. Vogliamo pensare che questa versione sia solo un esperimento per i prossimi capitoli, visto che i margini di miglioramento per un gioco simulativo sono molto ampi e l’hardware a disposizione lo permette.

SafariGames Italia MXGP 2020 next-gen - Recensione Milestone, MXGP 2020, Next-gen, Recensione

Bellissimo da vedere, ma…

Andiamo subito al punto: il comparto tecnico di MXGP 2020 potrebbe far invidia a molte case sviluppatrici. La versione PS5 mette in evidenza diversi miglioramenti, su tutti il rendering delle ambientazioni, ora dettagliate e rifinite. Il 4K è sicuramente d’aiuto, ma non si può negare l’upgrade importante apportato dall’Unreal Engine 4. L’impatto visivo è ancora più coinvolgente, soprattutto nelle gare sotto la pioggia, con pozzanghere che si formano nelle zone scavate del tracciato.

In quanto a prestazioni, il gioco si scompone raramente nelle transazioni climatiche, altrimenti regge bene qualsiasi situazione, anche con tanti piloti a schermo. L’unica nota negativa l’abbiamo trovata nel pubblico, ancora una volta realizzato con superficialità e non in grado di trasmettere quell’adrenalina che ci si aspetta da un titolo di questo genere.

In conclusione, riteniamo MXGP 2020 versione next-gen una produzione di tutto rispetto, divertente e molto appagante dal punto di vista tecnico. C’è ancora tanto da lavorare, ma le potenzialità per un futuro fantastico ci sono tutte. Speriamo quindi che Milestone prenda in seria considerazione l’idea di innovare e migliorare, perché siamo sicuri possa riuscirci.

SafariGames Italia MXGP 2020 next-gen - Recensione Milestone, MXGP 2020, Next-gen, Recensione

Un buon terreno dal quale partire!

La versione next-gen di MXGP 2020 promette davvero bene per il futuro della serie. Nonostante manchi ancora quel lato simulativo che tutti aspettano, il gameplay restituisce ottime sensazioni, anche grazie al gradevole lavoro del DualSense. Milestone ha apportato migliorie tecniche significative con l'Unreal Engine 4 e su PS5 l'impatto grafico con il 4K è notevole, nonostante qualche classica sbavatura riguardante il pubblico. Riponiamo tanta fiducia negli sviluppatori, perché crediamo che i prossimi capitoli possano essere ancora migliori.

7
MXGP 2020:
7
MXGP 2020 next-gen – Recensione6 minuti lettura ultima modifica: 2021-01-28T14:00:00+01:00 da Sigis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *