Recensioni Giochi PC & Console

MotoGP 22 – Recensione6 minuti lettura

SafariGames Italia MotoGP 22 - Recensione Milestone, MotoGP 22, Sportivo

Sebbene il campionato motociclistico più famoso al mondo continui a trasmettere le stesse emozioni da sempre, è innegabile quanto si senta la mancanza di un certo Valentino Rossi all’interno della scena. Il Dottore ha segnato un’epoca durata ben 26 stagioni, tra sorpassi, cadute e ben 9 titoli mondiali conquistati. Potranno anche negarlo, ma in fondo sappiamo benissimo che i ragazzi di Milestone hanno dedicato al 46 il nuovo capitolo videoludico del Motomondiale. Anche se un po’ in ritardo, eccoci dunque con la recensione di MotoGP 22, testato per l’occasione su PS5 grazie alla chiave fornitaci da Koch Media.

SafariGames Italia MotoGP 22 - Recensione Milestone, MotoGP 22, Sportivo

“Rossi c’è!” anche in MotoGP 22

A dimostrazione di quanto scritto in precedenza, MotoGP 22 vede la presenza di una nuova modalità chiamata NINE Season 2009. È una sorta di documentario nel quale ripercorreremo la stagione 2009 vinta da Valentino Rossi dopo una vera e propria impresa. Strutturato in diciassette capitoli e trentanove scenari, ognuno di essi avrà degli obiettivi principali e secondari da completare per sbloccare alcune leggende. Utilizzeremo VR46, ovviamente, ma anche i piloti che lo hanno messo in difficoltà durante quella stagione, come Lorenzo, Stoner e Pedrosa.
Le sfide sono intervallate da filmati reali, tra i quali interviste e spezzoni di gara, che faranno rivivere le emozioni principali di quell’annata, con quel pizzico di nostalgia che non guasta mai.
Scelta azzeccatissima quella di inserire questa nuova modalità, dato che alla serie videoludica mancava proprio qualcosa del genere.

SafariGames Italia MotoGP 22 - Recensione Milestone, MotoGP 22, Sportivo

Riguardo le altre modalità presenti in MotoGP 22, questo titolo non si differenzia particolarmente dal capitolo precedente. Sempre presente la Carriera Manageriale che fa da modalità più duratura, accompagnata dal Multiplayer Online e le classiche Modalità Veloci, ovvero Gran Premio, Campionato e Time Attack, ideali per i giocatori che vogliono fare una partita mordi e fuggi.
Nella Carriera Manageriale potremo vivere l’esperienza definitiva da pilota, scegliendo tra un team ufficiale ed uno totalmente personalizzabile, partendo da Moto 2 o Moto 3 fino ad approdare nella classe Regina, dovendo gestire i vari aspetti del team come sponsor e sviluppi.
Ritorno marginale ma che farà sicuramente piacere agli appassionati vecchio stile è il multigiocatore a schermo condiviso. Chi è cresciuto giocando di casa in casa conosce benissimo quella stupenda sensazione che si prova sconfiggendo un amico tra le mura della sua camera. Ben fatto Milestone!

Il futuro dei videogiochi motociclistici è qui!

Il modello di guida adottato per MotoGP 22 si differenzia in modo importante rispetto al capitolo precedente. Gli sviluppatori hanno modificato alcune meccaniche, riuscendo a produrre un titolo di un livello simulativo incredibile, come mai prima d’ora nella serie. È stata resa più reale la gestione di carburante, gomme e freni, con le temperature che hanno un ruolo fondamentale in curva.
Le staccate sono molto più difficili da eseguire, soprattutto dopo aver preso velocità oltre i 250 km/h, in quanto la moto tende spesso ad arrivare lunga, facendo finire il giocatore fuori pista. È necessario imparare ad utilizzare il freno motore, importantissimo se non si vuole rischiare di rallentare troppo con la frenata.
Anche impostando tutti gli aiuti possibili, guidare risulta veramente complicato, specialmente per i novizi. Ecco quindi che diventano essenziali i tutorial migliorati e la MotoGP Academy, che permettono al giocatore di acquisire le conoscenze necessarie al fine di migliorare in pista, grazie a delle sfide divertenti e stimolanti.

SafariGames Italia MotoGP 22 - Recensione Milestone, MotoGP 22, Sportivo

Altro aspetto fondamentale è la scelta delle traiettorie da seguire: nelle sezioni di pista “sporche” le gomme hanno meno grip, aumentando il rischio di rallentamenti e cadute. Affrontare le curve in modo ottimale permette di prendere un buon vantaggio sugli avversari, in quanto l’uscita garantisce velocità ed accelerazione. Cercare l’anticipo sui cordoli non è sempre la soluzione migliore, perché la moto tende a sbilanciarsi facilmente. Qui entra in gioco la fisica, che purtroppo non convince come nei precedenti capitoli. Il peso di moto e pilota non è bilanciato come ci si aspettasse, anche se nei cambi di direzione si avverte la fatica nel sollevare la moto. Con la frenata anteriore le due ruote tendono a sporgersi eccessivamente in avanti, molto spesso causando dei ribaltamenti.
MotoGP 22 ha un livello di simulazione importante e per imparare a guidare occorre dedicare più tempo del previsto, ma una volta acquisite le basi è appagante come pochi altri titoli di guida.

L’IA di MotoGP 22

Nella recensione di MotoGP 21 elogiammo il sistema di Intelligenza Artificiale denominato A.N.N.A., che ci aveva sorpreso positivamente grazie alle migliorie apportate rispetto agli anni passati. I miglioramenti ci sono anche in questo capitolo, ma a differenza di quello precedente non sono così marcati. Si nota come ogni pilota affronti il tracciato in base agli avversari nelle vicinanze, senza traiettorie identiche e cadute da bowling. Ciò che però risulta ancora molto marcata è la troppa aggressività della CPU nei confronti del giocatore, in quanto finiscono spesso per allungare le staccate più del dovuto, causando impatti che poco hanno a che fare con lo sport che vediamo in televisione. Fondamentalmente è un’IA di buon livello, ma se solo Milestone riuscisse a rendere più strategico il comportamento della CPU sarebbe tutto ancora più coinvolgente. Ammettiamo che non ci dispiacerebbe vedere gli avversari gestire carburante e gomme durante le gare e cambiare strategia giro dopo giro.

SafariGames Italia MotoGP 22 - Recensione Milestone, MotoGP 22, Sportivo

Tecnicamente merita?

Avendolo giocato su PS5, possiamo dirvi con fermezza che framerate si mantiene stabilmente sui 60 fps anche nelle gare sotto la pioggia, che nello scorso capitolo subivano qualche calo di frame. Graficamente, gli sviluppatori hanno svolto un ottimo lavoro sull’aspetto delle moto e sulle movenze dei piloti durante la guida, ma continua a mancare l’impatto next-gen nelle animazioni facciali e nelle figure che compongono il paddock, ovvero meccanici, ingegneri e compagnia cantante. Nulla da dire invece sulla risoluzione dei circuiti, dove l’Unreal Engine svolge un lavoro eccezionale attraverso l’ottima gestione delle luci, specialmente quando si gareggia sul bagnato. L’effetto dell’acqua è curato in modo magnifico, punto che fa guadagnare al titolo quell’aspetto visivamente sbalorditivo che manca nei dettagli precedentemente citati. L’impianto sonoro resta ineccepibile, con la telecronaca di Guido Meda limitata alle fasi precedenti e successive delle varie sessioni, ma soprattutto con il rombo dei motori che si differenzia in base alle categorie ed alla casa costruttrice. Una Yamaha infatti non “parlerà” mai come una Ducati, e così via.

SafariGames Italia MotoGP 22 - Recensione Milestone, MotoGP 22, Sportivo

In conclusione, MotoGP 22 mette sul piatto un’esperienza di gioco entusiasmante ed altamente simulativa, con un numero di contenuti notevole ed un comparto tecnico apprezzabile nonostante alcune caratteristiche da migliorare. A livello di gameplay si raggiungono vette molto importanti e, a difficoltà elevate, è impossibile annoiarsi. Ancora qualche ritocco dal punto di vista estetico da parte di Milestone e saremo di fronte ad un capolavoro.

PRO

  • NINE Season 2009: una modalità interamente dedicata a Valentino Rossi
  • Gameplay simulativo ed incredibilmente appagante
  • Tanti piloti e moto a disposizione
  • Sonoro eccezionale e grafica in pista notevole

CONTRO

  • Piloti della CPU troppo aggressivi in curva
  • Qualità di volti ed animazioni nel paddock ancora lontani dalla next-gen

Il traguardo del titolo definitivo è vicino!

Nonostante l'utenza annuale non sia incredibilmente alta per questa serie, con MotoGP 22 i ragazzi di Milestone hanno voluto sottolineare quanto sia importante questo franchise tra quelli proposti regolarmente. È evidente il lavoro svolto sul miglioramento del gameplay, reso simulativo come pochi altri titoli di guida, difficile e divertente al tempo stesso. Il comparto tecnico ha bisogno di fare il salto di qualità su next-gen, specialmente riguardo volti ed animazioni di contorno, ma nel complesso siamo di fronte ad una simulazione vera e propria, quindi gioco assolutamente promosso!

8.5
MotoGP 22:
8.5
MotoGP 22 – Recensione6 minuti lettura ultima modifica: 2022-05-21T15:10:44+02:00 da Sigis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.