Recensioni Giochi PC & Console

Monster Hunter Generations Ultimate – Recensione

MH Generations Ultimate recensione

Recensione di Monster Hunter Generations Ultimate, copia gentilmente fornita da Digital Bros.

Che Monster Hunter fosse uno dei brand più attesi più Nintendo Switch non c’erano dubbi; che Capcom proponesse un porting dell’ultimo capitolo per 3DS anziché una versione portable di World invece è stata una sorpresa a tutti gli effetti. Ma com’è il risultato? Scopriamolo assieme.

MH Generations Ultimate Berna
Una prima sezione tutorial, ottima per i neofiti…

MH Generations è decisamente un classico…

…e come tale verrà subito apprezzato ed osannato dai fan più sfegatati. Ma riuscirà a conquistare i neofiti che si approcciano per la prima volta? Fughiamo subito i dubbi: il gameplay sarà datato, legnoso e con una curva di difficoltà piuttosto ripida, ma comunque ha quel qualcosa che porta a dire “finisco l’ultima e poi spengo…”. Secondo noi questo è uno dei maggiori pregi che un gioco possa avere. MH è ripetitivo, piuttosto anacronistico rispetto all’offerta attuale eppure fa divorare le ore tra una caccia e l’altra. In particolare questa versione di MH Generations Ultimate permette di giocare sia in single player che in multiplayer. Con un brillante ed piuttosto veloce sistema di istanze sarà possibile unirsi a fino altri 3 cacciatori e svolgere assieme le missioni. Tra chat con frasi preimpostate e mini tastiera a video potrete agilmente comunicare e organizzare le battute di caccia. Il sistema è solido, non abbiamo mai riscontrato disconnessioni; il problema al massimo è stata l’utenza che, vista la ripida curva di difficoltà, si dimostra eterogenea e può alternare gruppi Pro capaci di mietere vittime senza perdere tempo, a gruppi con cui sarà praticamente impossibile superare alcune missioni.

MH Generations Ultimate Caccia
Buongiorno principessa!

Mai come ora Switch sta puntando sull’online

Come ben saprete tra qualche giorno sarà necessario pagare il servizio online di Nintendo e mi sono sempre chiesto per quali giochi fosse stato pensato. Ecco MH sarà uno dei cavalli da battaglia. Raggiungere il G rank impegnerà svariate ore e solo con la guida degli utenti più preparati riuscirete a farlo. Generations Ultimate non è un gioco per brevi partite mordi e fuggi. Le missioni richiederanno almeno 25/30 minuti per essere completate e tra organizzazione del gruppo, controllo dell’equipaggiamento e delle scorte i minuti voleranno inesorabili.

Abbiamo parlato dei fan di vecchia data dando per scontato che chiunque conosca brand e dinamiche di gioco. MH è puro farming di mostri, è la sfida ad uccidere il nostro avversario tra schivate e colpi all’arma bianca. MH Generations Ultimate è tattica. Si nota l’origine 3DS, non solo graficamente, ma sopratutto nei movimenti. Se all’inizio vi potrà far storcere il naso, quando avrete superato con successo alcune missioni, ne diverrete parte e assorbirete i meccanismi. Un esempio è l’impossibilità di caricare le armi in movimento, dettando i tempi tra un colpo, una schivata, un movimento ad aggirare e il caricamento dell’arma.

MH Generations Ultimate Screenshot

Si ricomincia da zero

Una volta creato il nostro avatar – discretamente personalizzabile – potremo scegliere Stile di Caccia e armi. Entrambe le cose saranno poi liberamente modificabili tra una missione e l’altra. Rispetto alla versione 3DS sono stati aggiunti due stili di lotta (Valoroso e Alchemico) che si aggiungono ai precendenti quattro (Gilda, Offensivo, Aereo, Ombra). Questi modificano sostanzialmente il modo in cui combatteremo nonché le arti di caccia.

Le arti di caccia altro non sono che tecniche speciali che si caricano col tempo durante i combattimenti. Sono equipaggibili in base allo Stile scelto e si sbloccano completando determinati incarichi. Oltre a quelle “generiche” ve ne sono alcune specifiche per le armi che sbloccheremo in maniera analoga.

Armi e mostri in abbondanza

Spadone, Spada lunga, Spada e scudo, Doppie lame, Martello, Corno da Caccia, Lancia, Lancia fucile (la mia preferita!), Spadascia (bellissime le combo!), Falcione insetto, Balestre e arco. Queste sono tutte le armi che potrete imbracciare sin da subito. Ognuno vi obbligherà a ricominciare da zero. C’è differenza sia nel peso che nella manovrabilità. E’ anche questo uno degli aspetti più interessanti di Monster Hunter Generations Ultimate. E poi ci sono i mostri…

Circa un 100 di mostri differenti ci attenderanno tra dune sabbiose, isole, foreste e caverne. Ognuno con il suo attacco tipo, ognuno con le sue debolezze. Vi ritroverete a formare istanze online per abbattere uno specifico mostro. La collaborazione tra cacciatori è obbligatoria in certi casi.

MH Generations Ultimate Wyccamedia
Le basi saranno il punto di ritrovo per partire a caccia in compagnia

Buona la prima di Monster Hunter su Switch?

Monster Hunter Generations Ultimate altro non è che XX (double cross), titolo con qualche annetto sulle spalle. Texture e ambientazioni hanno fascino, ma risultano agli occhi di oggi un pò spoglie. I personaggi e i mostri hanno subito un bel lifting, spicca tuttavia la natura 3DS sopratutto nella sostanziale sensazione di vacuità che traspare dalle mappe. Monster Hunter Generations Ultimate merita comunque l’acquisto da parte di nuovi giocatori, ma sopratutto degli appassionati che vogliono tornare a cacciare su Switch.

Non aspettatevi un gioco semplice: sappiate che le ore voleranno e saranno necessarie per completare ogni singolo aspetto di MH. A volte mi si chiede quanto duri un gioco: MH non ha una durata prefissata. Può durare un centinaio di ore così come migliaia. La dinamica farm, mi equipaggio, farm, mi equipaggio è ripetitiva, ma non so per qual motivo ammaliante. Quando riprenderemo in mano la Switch dopo una giornata di lavoro, vedendo l’icona di MH non potremo fare a meno di ripensare a come ottenere una certa abilità, nonché a come abbattere un certo mostro. La condivisione con gli amici farà il resto. Prendete le ferie se comprate Monster Hunter Generations Ultimate, perché il re della caccia è tornato!

Prendete le ferie se volete tornare a cacciare...

Un porting di più che discreta fattura (con qualche incertezza in modalità docked). Un gioco immenso, duraturo, anacronistico e ripetitivo. Eppure ha quel "faccio l'ultima e poi spengo" che vi porterà a giocare svariate ore, sopratutto in compagnia. Monster Hunter Generations Ultimate è perfetto per i giorni che ci separano dall'inizio delle scuole, o come compagnia per gli ultimi giorni di ferie estivi!

8.5
Monster Hunter Generations Ultimate:
8.5
Monster Hunter Generations Ultimate – Recensione ultima modifica: 2018-09-02T10:32:36+00:00 da Sapphire

Potrebbe anche interessarti…

Rispondi