Giochi Indie Nostalgia portami via Parliamo di ...

Lakeview Cabin Collection: orrore in 2D3 minuti lettura

SafariGames Italia Lakeview Cabin Collection: orrore in 2D gore, Horror, HypnoGames, Lakeview Cabin, Pixel Art, Roope Tamminen, Splatter, Steam

Lakeview Cabin Collection: un connubio tra orrore, pixels, gore e splatter. Prodotto da Roope Tamminen, sviluppato dalla HypnoGames ci immergeremo nei recessi dell’orrore nostalgico. Rilasciato su Steam nel 2015, racconta alcune storie horror attraverso un design unico e originale. Dopo essere riuscito ad ottenere il platino posso ritenermi soddisfatto; mi ha enormemente sorpreso, divertito e angosciato nello stesso momento.

Lakeview Cabin Collection Titolo

Da fanatico dell’horror non potevo che rimanere stregato da questo indie unico nel suo genere. Lakeview Cabin Collection prende posto senza problemi nella mia top 10 migliori giochi di paura.

Un lento inizio, un grande titolo

Il progetto, arrivato su Steam, nasce in primis come gioco sul sito FlashGames col nome di Lakeview Cabin: Il prologo dell’intera saga.

Inizia con un piccolo isolotto su cui è stato costruito un cottage e un piccolo porto. Vicino al capanno degli attrezzi c’è il protagonista della storia, un uomo in camicia e jeans intento a tagliare legna. Prendiamo subito il controllo del boscaiolo e iniziamo ad esplorare l’atollo deserto. Durante l’esplorazione e alcuni easter egg possiamo dedurre una piccola parte della lore che permea il luogo.

Un raccapricciante retroscena

Questo era il luogo di villeggiatura dove veniva spesso a rifugiarsi dallo stress e dal rumore di città con la sua compagna. Probabilmente, un giorno, annoiato da quella che sembrava una vita monotona, l’uomo, tradisce la propria consorte, abbandonandosi ai piaceri della carne. Non potendo sopportare l’accaduto, la moglie si tolse la vita, buttandosi nel lago annegandosi. Non solo morì lei, ma anche il figlio che portava in grembo, distruggendo del tutto la mente del protagonista.

Da quel momento l’uomo, distrutto per l’accaduto, non fece più ritorno in quel luogo maledetto, fino al giorno in cui decide di tornare ed espiare le proprie colpe. Da qui inizia il gioco.

Lakeview Cabin Collection

A cosa serve questa leva… oh!

Il gameplay è semplice: un gioco in 2D dove dove si ha la possibilità di esplorare l’intera zona giocabile. La maggior parte degli oggetti sono interagibili. Scatole, bottiglie e asce posso essere utilizzati o lanciati. Senza fare spoiler, si dovrà combattere contro i demoni che perseguitano l’uomo, con ben 3 finali diversi. Questo è il primo capitolo, da dove nasce tutto.

Lakeview Cabin collection morte

Da qui è iniziato tutto

Lakeview Cabin Collection è un insieme di altre storie horror, tutte con personaggi e situazioni uniche, ma con un filo conduttore: La moglie suicida e il protagonista del prologo. In ogni capitolo faranno capolino in vesti simili o quasi, perseguitando il giocatore. Da “non aprite quella porta” a “La Cosa” di Carpenter, si vivrànno le disavventure di alcuni personaggi anonimi, protagonisti di incubi indicibili.

Lakeview Cabin Collection ambientazione

Un bel grumo di pixel sbudellato

Per quanto possa rendere poco realistico uno stile 2D pixellato, Lakeview Cabin non ha nulla ad invidiare alle atmosfere più angoscianti dei migliori horror conosciuti. Design semplici e ben distinguibili, personaggi ben caratterizzati e gore allo stato puro.

Però, c’è un però

Purtroppo, per quanto riguarda la mia esperienza, il gioco risulta poco longevo. Ogni capitolo occuperà all’incirca 20 minuti l’uno se sviscerato completamente, mentre 10 se già a conoscenza della soluzione. Questa per me è l’unica pecca del titolo. Essendo diviso in capitoli presumo ne verranno aggiunti altri, ma ancora nulla di sicuro.

Lakeview Cabin Collection: orrore in 2D3 minuti lettura ultima modifica: 2021-01-17T18:00:00+01:00 da Cap

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *