Anteprime Giochi PC & Console

King Under the Mountain – Cronache da Kickstarter

King under the Mountain logo

Ho scoperto King Under The Mountain per caso, quando ancora gli sviluppatori avevano rilasciato solo qualche concept art e poco più.
Non nego che sulle prime gli ho dato poco peso, ma più passava il tempo più lo sviluppo mi incuriosiva.
Parto subito mettendo le mani avanti, è acerbo, dannatamente acerbo per trarne delle conclusioni, soprattutto se il paragone più forte lo si fa con il più blasonato (ma mai troppo!) Rimworld.
Il concetto di gioco è più o meno lo stesso, abbiamo dei coloni a cui dobbiamo badare; avranno bisogno di cibo, acqua, protezione, mura ed un tetto sulla testa.
Tutto questo lo dovremo procurare dalla mappa circostante, creata proceduralmente, di dimensioni più o meno grosse, ma mai sterminata.Nota assolutamente positiva sarà presente una “Lore” e saranno presenti diverse razze, spero quindi in un sistema di alleanze/rivalità che possano scaturire in guerre e/o intrecci commerciali, insomma spero che alla brace aggiungano molta carne, lo spazio c’è e sarà gustosissimo assaggiarne tutte le portate.
Non è possibile, però, comandare ogni colono singolarmente, ma è tutto basato sulla priorità delle attività, ed ai ruoli di ognuno dei nostri abitanti, questo onestamente mi ha fatto storcere un po’ il naso; sotto certi versi non avere il controllo, anche minimo, sui singoli mi ha impedito di completare delle attività anche banali, come la costruzione di un dannato martello, rallentando di molto il gioco e rendendolo anche a tratti frustrante.

King Under The Mountain deve farne di strada, però…

… sono sicuro che una volta che verrà aggiunta carne sul fuoco che non si limiti a costruire qualche attrezzatura, qualche banco da lavoro, qualche pezzo di mobilio, potremo finalmente iniziare a scorgere la giusta profondità che un titolo di questo genere può avere.
Le aspettative sono alte, comunque, sarà che amo follemente Rimworld, e la sua “complessità”, la possibilià di combinare attrezzature, il fatto di non avere una strada predefinita, e, per quanto sia ampia la sua curva di apprendimento, abbastanza difficile ma mai impossibile, so con certezza che quest’ultimo ha influenzato lo sviluppo di “King under the Mountain” ed è per questo che non vedo l’ora che le varie features vengano implementate.
Non ci resta che rimanere in attesa, e sperare che il Re sotto la Montagna sia ricco e profondo, come ogni buon racconto fantasy che si rispetti.

Potete provare King Under The Mountain scaricando la demo della pre – alpha a questo indirizzo.

King Under the Mountain – Cronache da Kickstarter ultima modifica: 2018-09-28T11:51:32+02:00 da Othum

Rispondi