Aspettando News Giochi PC & Console 2

Il Roster di Jump Force è Completo!

Recentemente, dopo l’uscita del trailer dei personaggi di Jojo, in molti su Twitter si sono chiesti quando sarebbero stati annunciati gli ultimi personaggi del roster di Jump Force. Bandai Namco ha risposto alle richieste dei fan, ma in maniera leggermente inaspettata. Infatti, qualche settimana fa, dei rumor facevano credere che ci sarebbero stati altri cinque personaggi all’interno del roster di base. Invece Bandai Namco ha risposto dicendo che il roster è completo, come potete osservare qui sotto.


Il Roster è piccolo

In molti sui social si sono lamentati di quanto questo roster fosse piccolo. A mio parere, non è così. Ovviamente anche io avrei voluto molti personaggi in più, ma parlando oggettivamente non si può considerare un roster di dimensioni ridotte. E’ composto da 40 personaggi provenienti dai manga di Shonen Jump, 2 combattenti inediti ed un avatar.

Quarantatre personaggi giocabili non sono pochi anche per un gioco crossover. Considerate poi che è possibile creare diversi avatar, per i quali sono presenti elementi di personaggi non facenti parte del roster, come il cappello di Ace da One Piece. Sicuramente la presenza di personaggi del calibro di Seto Kaiba o Bokugou mi avrebbe solo fatto piacere, ma non è possibile avere tutto, e poi ci sono ancora i DLC.

Il Roster è fatto male

Un altro motivo di discussione da parte del pubblico è la poca varietà di questo roster. Questo problema nasce dal fatto che le serie principali, Dragon Ball, Naruto e One Piece, possono contare su sei rappresentanti, mentre serie emergenti, come My Hero Academia e Black Clover, ne hanno solo uno. Mi sento di condividere, in parte, questa posizione. Credo che le tre serie cardine del gioco, considerata la loro importanza e popolarità, meritino più spazio rispetto alle altre. Tuttavia sarebbe stato più giusto inserire cinque personaggi per ognuna di queste tre serie, rimuovendo magari Piccolo di Dragon Ball, Boa Hancock, per One Piece (anche se in questo modo si sarebbe andato a diminuire il numero di combattenti di sesso femminile) e Boruto o Gaara per Naruto. In quest’ultimo caso, io eliminerei Boruto, non perché lo ritenga meno importante di Gaara, ma poiché il suo stile di combattimento ricorda troppo quello di Naruto. Rimuovendo questi tre personaggi si sarebbero potuti aggiungere, ad esempio, Bakugou da My Hero Academia, Seto Kaiba da Yu-Gi-Oh e Yuno da Black Clover, oppure personaggi da serie non ancora inserite, come Korosensei, Meliodas e Gintoki, rispettivamente da Assassination Classroom, The Seven Deadly Sins e Gintama. Tralasciando questo punto, il roster mi sembra piuttosto valido e tutti gli altri personaggi parrebbero essere interessanti ed importanti, quindi non credo sia il caso di farne un dramma.

Non ci sono abbastanza combattenti donna

E’ assolutamente vero, ci sono pochissimi rappresentanti del gentil sesso, il che fa un po’ storcere il naso. Questo perché nel mondo degli anime ci sono tantissimi personaggi femminili interessanti ed estremamente forti. C 18 per Dragon Ball, Nico Robin o Nami da One Piece, Medaka da Medaka Box e tante altre. Non sono del parere che combattenti donna vadano inserite in un picchiaduro a tutti i costi, ma in questo caso le possibilità c’erano e la loro presenza sarebbe stata molto gradita. Detto questo comunque alcuni rappresentanti li abbiamo: Boa Hancock, anche se avrei preferito Nico Robin, Rukia, Galena, personaggio inedito e Kaguya. Inoltre potremo creare anche un avatar di sesso femminile.

Jump Force non s’ha da fare?

Personalmente credo che le dinamiche del roster non inficeranno il gioco finale. Ovviamente, come ho detto in precedenza, sarebbe stato molto bello avere qualche combattente in più. Io, che nella beta mi sono divertito molto anche solo con 17 combattenti, immagino di potermi divertire ancora di più con altri 25, e anche se non ci saranno molti personaggi che adoro, ce ne sono altrettanti che mi piacciono e che non vedo l’ora di far scontrare. Però, per stabilire se il gioco meriti, o meno, dovremo aspettare l’uscita.

Se sei interessato a Jump Force, dai un occhio a questi articoli:

Inoltre sul nostro canale YouTube ci sono molti gameplay dedicati all’Open beta, oltre a quelli di altri giochi, come Resident Evil 2 Remake e Pokemon Let’s Go Eevee e Pikachu.

Il Roster di Jump Force è Completo! ultima modifica: 2019-02-09T17:21:41+02:00 da Kira

2 Comments

  • Reply
    Shiroyasha
    10 Feb 2019

    Jump Force mi sembra più una commercialata rivolta al mercato estero che piuttosto una celebrazione per i 50 anni della rivista manga più famosa del Sol Levante, il roster dei personaggi ne è la prova lampante.
    Era necessaria la celebrazione per Akira Toriyama con già 6 pg provenienti dal mondo dragonball? Dai di Dragon Quest? Al posto dei due pg inventati non era meglio Arale? Ovviamente anche Naruto e One piece occupano altri slot. Non era meglio fare come J-STARS Victory VS con 1/2 personaggi ad opera?
    L’assenza di opere che in Giappone sono molto più popolari di quelle scelte per questo gioco, parlo di Gintama, Reborn, Assassination classroom, Beelzebub o di altre molto famose come Toriko e medaka box ecc… Solo per accontentare i gusti americani ed europei.
    Per me questa è una totale mancanza di rispetto per gli otaku della Terra madre della rivista. Il Giappone.
    Purtroppo per Weekly Shonen Jump con Bandai non ci può mai essere un binomio vincente visto il totale menefreghismo da parte di questa software house, inoltre non ricordo videogames di successo di BN da un bel po’ di anni😂

  • Reply
    Kira
    10 Feb 2019

    Posso capire il tuo punto di vista, perdonami se ti do del tu, e, come avrai potuto leggere nell’articolo, in parte sono d’accordo con te. Concordo nel dire che 6 pg provenienti da Dragon Ball, Naruto e One Piece siano tanti, considerato che compongono quasi metà del roster. Tuttavia è innegabile che queste serie siano particolarmente importanti per la storia di Shonen Jump.

    I personaggi di Toriyama dovrebbero essere importanti ai fini della storia, per cui non avendo potuto giocarci non ti saprei dire se il loro inserimento sia positivo o meno. Sicuramente se la storia dovesse rivelarsi di basso livello, e non dovesse riuscire a farci affezionare a questi personaggi la loro introduzione nel roster diverrebbe inutile.

    Per quanto riguarda gli altri anime, sicuramente meritevoli di entrare a far parte del roster, si tratta di una grande perdita per il gioco. Personaggi del calibro di Korosensei, Medaka e tanti altri avrebbero arricchito non di poco il gioco. Tuttavia credo che il roster sia comunque abbastanza valido, con personaggi molto apprezzati e amati dai fan, e anche da me, come Yugi, Midoriya, Dio, Hisoka e tanti altri.

    Bisogna sempre considerare, come hai detto tu, giustamente, che il gioco è stato pensato per essere venduto sia in oriente che in occidente, e queste serie sono le più amate da entrambe le parti. Si tratta comunque di un opera pensata per essere venduta ed il publisher deve pensare anche al grande pubblico, diversa potrebbe essere la situazione per i DLC, i quali sono destinati più agli appassionati. Comunque questa è solo una mia considerazione e non mi ritengo assolutamente un esperto di marketing, quindi potrei facilmente sbagliarmi.

    Un ultimo appunto, non perché a me interessi difendere Bandai Namco o qualsiasi altra software house, tuttavia sostenere che non faccia videogiochi di successo da molto tempo, credo si un po’ eccessivo. Senza considerare titoli più di nicchia, come Tales Of Vesperia, di cui ti invito ad andare a vedere la recensione sul nostro sito, Bandai Namco ha pubblicato titoli di grande successo, come la saga dei Dark Souls, titoli che personalmente ritengo eccellenti, Tekken 7, Soul Calibur VI e Dragon Ball FighterZ, solo per citare i più recenti.

    Detto questo ti ringrazio per il commento, mi fa sempre piacere poter rispondere e poter avere uno scambio di opinioni 😃.

Rispondi