Guide strategiche

Guida Anno 1800 – Primi passi

Tempo di lettura: 6 minuti

Questa è la prima guida su Anno 1800, gestionale di casa Ubisoft di cui potete trovare qui la nostra recensione. In questo primo articolo muoveremo i primi passi all’interno del gioco, ne seguiranno poi altre su aspetti più specifici del gioco.

Non vogliamo toccare ogni singolo aspetto del gioco ma piuttosto dare consigli e piccoli accorgimenti a quei giocatori che si avvicinano per la prima volta a un titolo della serie Anno.

Scopo di Anno 1800

L’obiettivo di Anno 1800 è di costruire un Impero commerciale partendo da una singola isola. Per raggiungere questo scopo dovremo far crescere e rifornire la nostra popolazione di beni sempre più complessi, la cui fabbricazione è legata a materie prime che si possono trovare sulle isole circostanti.

Non siamo soli a portare avanti questo compito, una normale partita ci metterà di fronte a tre avversari che cercheranno di fare la stessa cosa a discapito della nostra economia.

Anno 1800, diplomazia
Dal menu della diplomazia potremo “guardare in faccia” i nostri avversari.

Impostazioni partita

Per quanto questa guida affronti tematiche comuni a qualsiasi modalità di gioco, daremo un’occhiata di riguardo alla modalità sandbox di Anno 1800. In questa modalità potremo personalizzare le impostazioni di vittoria e il grado di difficoltà, consigliamo ai neofiti di impostare quest’ultima a normale.

Nelle impostazioni potremo anche scegliere oltre ai nostri concorrenti, classificati in base all’intelligenza della IA, anche gli NPC mercanti e pirati. Questi ultimi possono essere anche disattivati fornendoci una sessione totalmente avulsa dalla pirateria nei quali concentrarci sulla sola costruzione o sul prendere dimestichezza con comandi e catene di produzione.

Anno 1800, personaggi
Le stelle indicano l’intelligenza della IA dei vari personaggi.

Isola principale

All’inizio di ogni modalità di Anno 1800 ci verrà assegnata un’isola, su cui è già costruito l’avamposto commerciale, e una nave ammiraglia. Solitamente l’isola principale possiede la fertilità per le patate, indispensabili per la fabbricazione di liquore. Avrete quindi tutto quello che vi occorre per soddisfare i bisogni della classe sociale più povera: i contadini. I beni richiesti quest’ultimi sono infatti pesce, liquore e abiti da lavoro, le cui aree produttive richiedono per essere costruite esclusivamente legname, disponibile su qualsiasi isola.

Anno 1800, inizio
La tipica situazione di inizio gioco.

Il pesce può essere prodotto ovunque, necessita semplicemente di un’area di pesca, costruibile su qualsiasi territorio costiero. Come abbiamo già visto, per la produzione di liquore necessiteremo di distillerie e patate, la cui fertilità è sempre garantita sull’isola principale. Anche per gli abiti da lavoro non avremo problemi, si fabbricano infatti dalla lavorazione della lana che a sua volta è ottenibile grazie agli allevamenti di pecore, edificabili su qualsiasi isola.

Anno 1800, contadini
Il menu di costruzione è estremamente intuitivo e diviso per classi sociali. Qui possiamo vedere di cosa necessitano i contadini.

Prima colonizzazione

A inizio gioco ci saranno anche assegnate abbastanza risorse per poter costruire un’avamposto commerciale su una seconda isola, di fatto dichiarandone il possesso. Da notare infatti che una volta che un’isola è stata colonizzata nessun altro giocatore può costruirci sopra.

E’ consigliato esplorare i dintorni e colonizzare un’isola le cui fertilità possano servirci per i consumi del secondo ceto sociale: i commercianti. Non è importante iniziare subito a costruire edifici ma semplicemente prendere possesso del territorio.

Per la felicità dei commercianti avremo bisogno di salsicce, pane, sapone e birra. Per la costruzioni degli edifici produttivi necessiteremo di mattoni, ottenibili dalla lavorazione dell’argilla. Sarebbe quindi opportuno colonizzare come seconda isola un territorio su cui siano disponibili cave di argilla e che possieda la fertilità per grano e luppolo, indispensabili per la produzione di pane e birra. Non avremo infatti problemi per salsicce e sapone, ottenibili entrambi dalla lavorazione dei maiali, il cui allevamento non dipende da alcun fattore territoriale.

Anno 1800, commercianti
Il menu di costruzione dei commercianti.

Proseguendo nel gioco e attirando nuove classi sociali avremo bisogno di ulteriori materie prime per la produzione di beni sempre più complessi. Non scoraggiatevi perché per quanto le catene produttive saranno sempre più complesse, i principi di base saranno gli stessi che abbiamo appena enunciato.

Costruzione della città

Per soddisfare i bisogni dei cittadini fondamentale è il mercato, da cui i beni vengono sostanzialmente distribuiti alle varie abitazioni utilizzando le strade. Non dimenticate infatti che senza connessione stradale qualsiasi edificio è destinato a non funzionare. Oltre al mercato la popolazione richiederà accesso a svariati edifici in base al loro ceto sociale, la loro portata sarà evidenziata dal colore verde sulle strade.

Anno 1800, Caserma
La Caserma dei pompieri è indispensabile per non far finire la nostra città in cenere.

Una delle innovazioni apportate ad Anno 1800 rispetto ai precedenti titoli della saga è la modalità progetto. Attivandone gli effetti potremo posizionare l’edificio nell’urbanistica della città senza effettivamente costruirlo. Una volta pronti, la costruzione sarà alla portata di un click. Questa funzione è fondamentale se stiamo progettando l’urbanistica di una grossa città ma non abbiamo ancora le risorse o il bisogno di alcune strutture.

Anno 1800, progetto

Layout della città

Siete ovviamente liberi di sperimentare e costruire le città come meglio credete, ma se sentite il bisogno di un aiuto sappiate che esiste una Wiki di Anno 1800. Nella pagina City Layout potrete trovare dei modelli urbanistici di città ottimizzati in base allo spazio disponibile e al tipo di popolazione a cui aspirate.

I layouts spaziano da semplici moduli ripetibili in serie a progetti di grandissima portata: potete analizzarli e scegliere quello che più vi soddisfa.

Anno 1800, layout città
Al momento il World Exhibition Metropolis è il layout più grande con i suoi 13041 tiles.

Analogamente in questa pagina della Wiki potete trovare layouts per le catene produttive, ottimizzate alla concentrazione degli edifici in poco territorio risparmiando tiles preziosi.

Anno 1800, layout produzione
Uno dei modelli per la catena di produzione della carne in scatola.

Risparmiare sui costi di manutenzione

Guadagnare soldi e mantenere il bilancio in attivo è fondamentale in Anno 1800. Le uscite più alte saranno quasi sempre dovute alla manutenzione degli edifici e della flotta navale, cercate quindi di non costruire mai più di quanto vi serva.

Ad esempio, spesso è più conveniente costruire un secondo magazzino piuttosto che migliorare quello già esistente. Se infatti il magazzino piccolo costa 18 come manutenzione e ha a disposizione due rampe di scarico, migliorarlo a magazzino medio porterà la manutenzione a 47 con il guadagno di una sola rampa aggiuntiva.

Anno 1800, magazzino
Il magazzino è fondamentale per il ritiro delle merci e l’approvvigionamento delle aree produttive.

Cercate di non costruire più aree produttive di quelle che vi necessitano per soddisfare la vostra popolazione. Un valido aiuto può arrivare dall’uso di Anno 1800 Calculator: inserendo il numero e il tipo di abitanti vi restituirà cosa vi occorre come tipologia e numero di edifici.

Guadagnare dal surplus

Le entrate maggiori e costanti dei vostri conti sono invece dovute alle tasse e alla vendita di beni alla vostra popolazione, cercate quindi di tenere sempre soddisfatti i bisogni delle varie classi sociali: vi basterà cliccare su un qualsiasi mercato per controllarli.

Anno 1800, mercato
In questo caso siamo sprovvisti di caffè e rum.

Per guadagnare soldi fin dalle prime battute della vostra sessione vi consigliamo di vendere in automatico il surplus dei vari beni che producete. Basterà selezionare l’avamposto commerciale e dopodiché cliccare sulle frecce accanto ad ogni bene: freccia rossa per vendere fino a un certo limite, verde per acquistare e doppia freccia per mantenere la quantità di prodotto acquistando o vendendo a seconda delle necessità.

Anno 1800, avamposto
In questo caso abbiamo un grande surplus di abiti da lavoro che abbiamo messo in vendita fino a un numero di 100.

Non dimenticate però che avrete bisogno di trattati commerciali con i vostri concorrenti, senza di essi non potranno infatti accedere ai vostri avamposti.

Conclusione

Come sicuramente vi sarete accorti, Anno 1800 è un titolo dalla profonda complessità. Anche giocando centinaia di ore probabilmente non riuscirete a padroneggiare e conoscere ogni suo aspetto. Speriamo di avervi dato un valido aiuto con questa guida e non dimenticate di dare uno sguardo al sito per l’uscita delle prossime.

Guida Anno 1800 – Primi passi ultima modifica: 2019-05-19T20:00:56+02:00 da Theezan

Rispondi