Aspettando

Final Fantasy VII – 22 anni dopo…

Final Fantasy VII Switch

Anno 1997: una casa di sviluppo di nome Square Soft realizzava un jrpg capace finalmente di conquistare l’utenza occidentale. 22 anni dopo, precisamente il 26 marzo 2019, Final Fantasy VII approderà su Nintendo Switch. Replicherà il medesimo successo?

Capolavoro o flop?

In occasione dell’uscita della versione digitale sull’eShop di Nintendo, dopo aver assistito alla uscita gli altri 8 titoli della saga, resta il ricordo di un gioco capace di coinvolgere sentimentalmente l’utenza, grazie alle musiche di Nobuo Uematsu e alla realizzazione tecnica all’avanguardia per l’epoca.

Personaggi che oggi verrebbero indicati come estremamente stereotipati erano riusciti nell’intento di far appassionare al genere chiunque. Ricordo ancora come l’uscita su svariati CD fosse accompagnata da mini guide cartacee ad oggi tesoro dei collezionisti. Ma siamo sicuri che lo stesso titolo – puro porting dell’originale – conquisterà l’utenza Switch?

Che novità porta Final Fantasy VII Switch?

Nintendo stessa definisce la versione Switch un semplice port arricchito di battaglie velocizzate 3X, possibilità di disattivare gli incontri casuali e una fantomatica modalità di battaglia migliorata.

In merito al primo punto potremmo essere d’accordo… Gli incontri casuali hanno smesso di esserci dal XII (The Zodiac Age), sulla scia di un’insofferenza diffusa dei gamer. Sul velocizzare le battaglie è pur sempre da considerare un’opzione e quindi qualcuno potrà apprezzarlo. La modalità di battaglia migliorata sarà tutta da vedere.

E quando invece vedremo FF VII Remake?

Ormai si sono perse le tracce di final Fantasy VII Remake da illo tempore. Comparso come un fulmine a ciel sereno fu immensamente criticato quando fu ipotizzata una struttura ad episodi.

Ciononostante una delle chiavi su Google più ricercate ancora oggi è proprio final Fantasy 7 Remake. Al contempo l’utenza, ormai smaliziata ed esigente, non mancherà di affossare il titolo qualora questo non raggiunga le aspettative.

Sappiamo bene che non esiste più Square Soft e con essa sono praticamente venuti a mancare quei final Fantasy che tanto ci hanno appassionato da ragazzi. Oggi a 22 anni dall’uscita di final Fantasy VII speriamo tutti ancora di poter giocare ad una sua versione all’altezza della next generation.

Pare che l’era delle console stia per finire ed essere sostituita dallo streaming: sarà forse questo uno dei primi titoli che giocheremo sulle nuove piattaforme?

Final Fantasy VII – 22 anni dopo… ultima modifica: 2019-03-23T10:00:57+02:00 da Sapphire

Rispondi