Awards e Conference

E3 2019: Conferenza Microsoft

MICROSOFT - E3 2019

In questi giorni, come ben sapete, a Los Angeles, si sta svolgendo uno degli eventi che i gamer aspettano per tutto l’anno: l’E3. Seguendo le varie conferenze non si poteva non dedicare qualche riga alla conferenza Microsoft E3 2019.

Cerchiamo quindi di capire insieme cosa hanno presentato e di valutare bene se vale o meno la pena spendere il nostro tempo e i nostri soldi.

Un trionfo per Redomond?

Data l’assenza della grande rivale, Micorsoft ha sicuramente fatto da padrona di casa all’E3 2019. La sua conferenza è stata seguita da miglia di persone e ha lasciato tutti con il fiato sospeso tra lanci non previsti, trailer mozzafiato e presentazioni incredibili che mi hanno fatto venire quel brivido dietro il collo dovuto all’impazienza dell’attendere la data di uscita effettiva.

Questo però è il marketing e Microsoft ha davvero tanta disponibilità per poter avere un reparto di marketing devastante.

Project Xcloud: la nuova frontiera del gaming

Quasi certamente il Project Xcloud è stato uno degli annunci più attesi dell’E3 2019.

Dopo che l’anno scorso era stato lanciato l’Xbox Game Pass gli sviluppatori hanno investito tantissimo tempo e, immagino, denaro per implementare le funzioni e la libreria per questa funzione.

A inizio anno mi ero espresso dubbioso sul successo del game pass, ma dopo qualche mese di riflessione e soprattutto di utilizzo, mi sono accorto che effettivamente è davvero un sistema innovativo che permette al giocatore infinite possibilità.

Ma come funziona Xcloud? E soprattutto che cosa cambia nel game pass?

Per rispondere a queste domande vi rimando a questo link dove saranno forniti tutti i dettagli.

Quello che possiamo dire in questa sede senza dilungarci troppo è che Project Xcloud nasce come risposta alla console rilasciata da Google: Stadia (rimandiamo al link se qualcuno non sapesse i dettagli).

Per citare le parole degli sviluppatori l’obbiettivo è quello di far diventare la nostra console un enorme server che permetterà ai giocatori di utilizzare qualsiasi dispositivo per poter giocare ai titoli che sono presenti sulla nostra console mantenendo i salvataggi e i progressi. Inoltre si avrà a disposizione una mega libreria di titoli che non dovranno più nemmeno essere scaricati per potervi accedere, ma basterà averli sulla console per poter giocare ovunque.

Finalmente Halo Infinite per Project Scarlett

In ogni caso credo, senza dubbio che la vera chicca dell’E3 2019 di Microsoft sia stato l’annuncio di Project Scarlett e dell’uscita di Halo Infinite, ultimo capitolo della saga di Master Cheif, per Natale 2020.

Presentata come la console che rivoluzionerà il futuro, che farà percepire il gaming da una nuova prospettiva, Scarlett avrà dei potenziamenti esagerati dal processore alla scheda grafica, dall’Hard Disk alle prestazioni generali.

Sviluppata dal team che aveva lavorato su Project Scorpio, è stata presentata davvero come la console definitiva, anche se era stato detto lo stesso di Xbox One e di Xbox 360. Sicuramente è il prossimo passo della naturale evoluzione del videogioco.

One intanto ha fatto il suo corso ed è stata veramente longeva, calcolando che è stata rilasciata nel 2013, con sette anni di vita non è mai invecchiata. Stando a quanto detto dagli sviluppatori però Scarlett sarà quattro volte più potente rispetto alla One e avrà a disposizione una grafica in 8k.

Visto comunque quanto è stato detto su Xcloud sarà sicuramente predisposta proprio per raggiungere l’obbiettivo del grande streaming videoludico che Microsoft introdurrà con la preview di ottobre.

Ultima nota legata alla presentazione di Project Scarlett è stato il lancio del trailer più atteso degli ultimi anni: Halo Infinite.

Il titolo infatti sarà rilasciato direttamente su Xbox Scarlett al Day One. E per permettere a tutti gli appassionati della saga di rituffarsi nel meraviglioso mondo degli Spartan la Master Cheif Collection sarà disponibile non più solo su console, ma anche su PC.

Da grandi presentazioni derivano grandi responsabilità

La conferenza Microsoft non si è basata solo su Scarlett ed Xcloud, ma sono stati presentati tantissimi titoli attraverso trailer, gameplay e soprattutto momenti di pura spettacolarità.

Anche qui bisogna dire che è proprio la disponibilità pressoché infinita di liquidità permette sicuramente al settore marketing di Redmond di permettersi certi effetti speciali unici e irripetibili. Questo però crea grandissime aspettative nei gamer, che non di rado poi vengono deluse dal fatto che quello che viene mostrato nei trailer e nei gameplay non è effettivamente quello che si andrà a giocare. In ogni caso aspettiamo e speriamo che non sia così.

The Outer Worlds

Il primo gioco presentato da Microsoft in apertura di conferenza è stato The Outer Worlds, RPG futuristico della Obsidian, in uscita il prossimo 25 ottobre.

La trama si sviluppa seguendo le avventure del nostro personaggio, che andremo a creare ad inizio gioco, in un universo in cui le grandi corporazioni umane hanno iniziato a terraformare mondi lontani e alieni. Il protagonista, dopo essersi svegliato prima degli altri dall’ibernazione, si trova in viaggio verso una colonia e qui dovrà smascherare le malvagie macchinazioni delle corporazioni.

Il gioco sarà disponibile, fin dall’uscita su Xbox Game Pass.

Cyberpunk 2077

Dopo anni e anni di attesa, è stato finalmente annunciato anche Cyberpunk 2077 per il 16 aprile 2020, altro RPG fantascientifico sviluppato dal team di The Witcher 3.

Per presentare questo titolo, come dicevamo uno dei più attesi, Microsoft non ha badato a spese chiamando sul palco uno dei volti più noti all’interno del gioco: Keanu Reeves.

In un mondo che ha oltrepassato la singolarità tecnologica (per i meno esperti il momento esatto in cui la tecnologia sorpassa la comprensione umana) ci troviamo a districarci tra combattimenti con protesi micidiali e enigmi da risolvere. Soprattutto per questo titolo speriamo che sia davvero all’altezza delle aspettative create con una presentazione così in pompa magna.

Anche questo sarà disponibile al day one su Xbox Game Pass.

Microsoft Flight Simulator

Inaspettato quantomeno perché era da tanto che Microsoft non ne parlava è sicuramente l’annuncio per Microsoft Flight Simulator.

Capolavoro dei simulatori di volo, è stato presentato come il più ampio mai creato. Jet, aerei di linea, caccia, in questo simulatore potremo pilotare davvero di tutto. La grafica pazzesca e il realismo assurdo sono gli ingredienti principali. Speriamo solo non siano limitati soltanto al trailer di lancio.

Disponibile su Xbox Game Pass all’uscita.

Gears of War

Non poteva mancare in mezzo a questo marasma di titoli anche l’annuncio per il nuovo Gears of War. Attraverso un gameplay mozzafiato e un trailer incredibile è stato presentato una delle serie esclusive Xbox che più hanno infervorato i fans.

In uscita per il 10 settembre prossimo, sarà implementata anche una modalità horde che permetterà, a quanto pare, di affrontare nemici in serie con difficoltà crescenti. Esclusiva Microsoft che già dal day one si presenterà tra i titoli del Game Pass.

Una raffica di nuove uscite tra l’autunno 2019 e la primavera 2020

Dozzine e dozzine di trailer, annunci, presentazioni sono state fatte durante la conferenza dei ragazzi di Redmond. Due titoli della serie Lego, il nuovo DLC di State of Decay 2: Earthland, Blair Witch e Bleending Edge sono solo alcuni dei capolavori previsti per il prossimo anno.

Inoltre sono stati rilanciati titoloni di cui si era già parlato con altri sviluppatori: Star Wars Fallen Order, della EA games, Elden Ring, della Fromsoftwer, Borderlands 3, della Epic Games.

A questi si aggiunge la miriade di indie che sono stati fatti scorrere in minitrailer sviluppati con il programma della ID@Xbox. E tutti saranno disponibili su Game Pass fin dall’uscita.

Insomma ci si prefigura un anno vittorioso per Microsoft. Sarà davvero così?

Considerazioni

Sicuramente la conferenza non ha deluso le aspettative dei fan che chiedevano a gran voce alcuni titoli. L’annuncio di Project Scarlett e di Project Xcloud erano abbastanza noti ai più, ma comunque ha fatto piacere sentir dalla voce degli sviluppatori su cosa si sono concentrati. Inoltre hanno aperto ufficialmente l’Xbox Game Pass per PC, raccogliendo un’ulteriore fetta di pubblico.

Speriamo soltanto che tutto quello che è stato presentato non siano bufale giganti o montature come spesso accade nel mondo del gaming, ma che quantomeno sui titoli più attesi ci si possa aspettare che rispecchino le promesse fatte.

E3 2019: Conferenza Microsoft ultima modifica: 2019-06-11T17:12:43+02:00 da Neviebris

Rispondi