Anteprime Giochi PC & Console Aspettando

Dying Light 2 – Il secondo è sempre più difficile Techland

Dying Light 2

Con una citazione di Caparezza, apriamo il sipario sul prossimo survival zombie open-world di Techland: Dying Light 2

Il titolo è attesissimo, in particolare per il successo del primo capitolo, che da cenerentola del genere si è presto trasformato in esempio principale della categoria a cui tutti ora guardano con particolare attenzione.

Inoltre c’è da ricordare che alla testa del progetto c’è un certo designer che risponde al nome di Chris Avellone! Sinonimo di meraviglie da Fallout 2 a Baldur’s Gate passando da Prey fino a Divinity: Original Sin II.

Ancora si conosce pochino della versione finale del gioco, ma dato il primo capitolo ci sono buone possibilità che supporti l’Italiano anche nel doppiaggio. Staremo a vedere.

Dying Light 2

Il potere della scelta

Fin dall’annuncio nel corso della E3 2018, Techland ci ha tenuto a descrivere il nuovo progetto come un notevole passo in avanti rispetto al fortunato predecessore.

Particolare attenzione è stata rivolta sull’implementazione di una trama non lineare e ricca di eventi relativi alle scelte del giocatore. In Dying Light 2 potremo decidere con chi schierarci tra le fazioni di sopravvissuti. Starà a noi interpretare gli avvenimenti e decidere di conseguenza chi supportare nella sopravvivenza all’apocalisse zombie.

Gli accadimenti risentiranno di ogni scelta fatta, così da tracciare un sentiero inedito ad ogni avventura.

Dying Light 2

Cosa altro sappiamo?

  • Il nuovo titolo avrà una componente online molto vasta. A detta del Lead Designer Tymon Smektala il sistema sarà ben più vario ed elaborato del precedente capitolo.
  • Una mappa enorme ricca di cose da vedere. Dalle parole immediate post E3 2018 si è detto che la nuova mappa sarà quattro volte più grande ni quella del primo capitolo
  • Il ciclo giorno-notte è stato stravolto e migliorato. Il creative director Adrian Ciszewski in un intervista ha dichiarato che ci sarà un “grande cambiamento” e che potrebbe essere un “argomento per un’intera conferenza“. Il ciclo giorno-notte nel precedente capitolo era una delle migliori meccaniche implementate al sistema, che ha reso celebre il gioco.
  • Nessun collegamento con il precedente capitolo.
    non ci sarà Kyle Crane. È lo stesso universo, lo stesso virus, ma sono passati quindici anni dall’epidemia di Harran e siamo in una parte diversa del mondo, con personaggi diversi, storie diverse, non c’è in realtà alcuna connessione narrativa con il primo gioco. ”
Presenzatzione E3 2018

Dying Light 2 provaci ancora

Come da titolo sarà molto difficile replicare il successo del primo capitolo. Techland ci prova con l’ambizione e la consapevolezza che la contraddistingue fin dal clamoroso abbandono a Dead Island 2.

Lo studio Polacco mira ancora a sorprendere stravolgendo anche le basi consolidate e di maggior successo del primo capitolo .Ad oggi non esiste una data di lancio, e neppure una finestra probabile. Emergono di tanto in tanto dettagli che in ogni caso di distanziano da tutto quello che conoscevamo di Dying Light.

Sarà una sorpresa in tutto, Avellone è una garanzia consolidata e Techland ha fatto vedere di cosa è capace.

Ce la fate a resistere all’Hype?

Dying Light 2 – Il secondo è sempre più difficile Techland ultima modifica: 2019-03-14T17:00:48+02:00 da Giganico

Rispondi