Anteprime Giochi PC & Console Giochi Indie

Driftland: The Magic Revival, tra magia e isole fluttuanti

Driftland: Anteprima

Abbiamo provato la versione early access di Driftland: The Magic Revival, grazie a una copia gentilmente fornita dallo sviluppatore polacco Star Drifters.

Un terribile cataclisma

Una lunga guerra tra i maghi più antichi e potenti ha causato un gigantesco cataclisma, frammentando la superficie del pianeta con profondi crepacci. Dovendo salvare la civiltà dall’annientamento, i maghi rivali decidono di unire le forze e usare le loro ultime risorse magiche per lanciare un potente incantesimo e mantenere in un relativo equilibrio i frammenti di crosta terrestre. Molti anni sono passati da quell’epoca oscura ma non tutto sembra perduto, la nascita di nuovi maghi e di nuove fonti di mana delinea imprevedibili sviluppi: la ripresa del devastante conflitto o un nuovo inizio per il pianeta?

Questo il prologo di Driftland: The Magic Revival, uno strategico in tempo reale pluripremiato a numerose conventions di videogames e presente al Barcellona Games World 2018.

Trailer ufficiale del gioco.

Tra magia e isole fluttuanti

Come si intuisce dal prologo, in Driftland: The Magic Revival il giocatore è chiamato a gestire una civiltà su una mappa poco convenzionale: il pianeta è infatti formato da isole fluttuanti che possono essere avvicinate grazie alla magia e collegate tra loro tramite ponti a creare grandi “regni-arcipelago”.

Driftland: The Magic Revival, ponti
Prime acquisizioni del nostro Regno, i ponti salderanno i collegamenti con le nuove isole.

L’isola iniziale dove si trova il nostro Castello rimarrà sempre il cuore pulsante del Regno. Ogni edificio costruito su un’isola diversa avrà un costo di mantenimento direttamente proporzionale al numero di isole che lo separano dall’isola iniziale. Dovremo quindi ponderare con saggezza dove e quando costruire, per non svuotare le casse reali.

Driftland: The Magic Revival
Un esempio di come diventerà il nostro Regno dopo un paio di ore di gioco: un grande arcipelago.

L’importanza della geologia

Un nostro esploratore mentre esegue prospezioni geologiche

In Driftland: The Magic Revival non avremo il controllo diretto delle unità, potremo solo dare degli ordini quali quelli di attacco o di esplorazione della mappa. Uno degli ordini fondamentali sarà quello di mandare i nostri esploratori a fare prospezioni geologiche sulle varie isole per scoprire le risorse che nascondono. La continua esplorazione e acquisizione di nuovi territori sarà quindi fondamentale per produrre tutte le risorse di cui avremo bisogno: cibo, oro, legna, pietra, carbone, ferro, diamanti e rubini.

Gestione della forza lavoro

Driftland: The Magic Revival si discosta dal filone canonico degli strategici in tempo reale anche per quanto riguarda la gestione della forza lavoro che si rivela cruciale. Infatti ogni costruzione avrà bisogno di lavoratori per potere funzionare, ma non ne avremo mai abbastanza per far si che ogni produzione sia a regime. Anche costruendo nuove abitazioni, la maggior parte della popolazione sarà impegnata nella produzione di cibo e di oro, uniche risorse la cui mancanza provocherebbe la fine del nostro Regno a causa di morti per carestia o ribellioni. Dovremo quindi essere molto accorti e decidere di volta in volta quale produzione sacrificare a dispetto di un’altra.

Driftland: The Magic Revival, forza lavoro
Un pratico menu a tendina ci aiuterà a tener sotto controllo la forza lavoro del Regno.

Unità volanti

In un mondo costituito da isole fluttuanti, va da sé che saranno di vitale importanza le unità volanti del nostro esercito. Per la maggior parte delle razze giocabili non saranno producibili direttamente, dovremo addomesticare animali alati quali corvi, aquile e draghi conquistandone il nido, a quel punto le nostre unità militari ne faranno delle cavalcature.

Un nido di aquile ci ha fornito cavalcature per i nostri soldati.

L’unica eccezione è data dalla civiltà dei nani, che non si affiderà agli animali addomesticati ma alla costruzione di sofisticate macchine volanti.

Due unità volanti naniche perlustrano il Regno.

Skirmish e campagna single-player per ogni razza

Al momento in Driftland: The Magic Revival sono disponibili la modalità skirmish contro IA e – rilasciata da pochi giorni – la campagna single player degli umani. Sono in lavorazione le campagne per elfi, elfi oscuri e nani.

La schermata delle campagne single-player.

Ogni razza è finemente caratterizzata sia nell’aspetto che nelle unità, per non accennare al fatto che ha una propria lingua inventata dagli sviluppatori.

Simpatico Karaoke in lingua nanica realizzato da Star Drifters.

Alpha version ricca di contenuti

Per quanto sia al momento un’Alpha Version, Driftland: The Magic Revival colpisce inaspettatamente per originalità e ricchezza dei contenuti fruibili. Una mappa in continua evoluzione, la difficoltà nella gestione della forza lavoro e il controllo indiretto delle unità rendono questo titolo una ventata di aria fresca nel filone degli strategici in tempo reale.

Seguiremo con attenzione gli aggiornamenti del gioco e attendiamo con trepidazione la versione finale. Nel frattempo, se la nostra prova della early access vi ha convinto, potete dare fiducia agli sviluppatori e acquistare il gioco tramite Steam.

Driftland: The Magic Revival, tra magia e isole fluttuanti ultima modifica: 2019-03-19T17:00:19+02:00 da Theezan

Rispondi