Giochi Indie Recensioni Giochi PC & Console

Draugen – Recensione di un’avventura norvegese

Tempo di lettura: 3 minuti

Dal 29 maggio scorso è disponibile Draugen, titolo sviluppato dalla norvegese Red Thread Games e disponibile per PC tramite gli store di Steam e GOG. E’ prevista una futura versione per PS4 e Xbox One. Al momento non è supportata la lingua italiana.

La recensione è stata scritta trattando appositamente in modo superficiale la trama del gioco, in modo da evitare spoiler al lettore.

Draugen: tra natura e mistero

Draugen è un’avventura grafica sviluppata con l’aiuto del Creative Europe Programme of the European Union e del Norwegian Film Institute, un titolo quindi che ricerca un certo spessore culturale al suo interno.

Questa ricerca è evidente fin dai primi minuti di gioco, nel quale il giocatore è chiamato a impersonare Edward Charles Harden, un americano giunto in Norvegia alla ricerca della sorella. Il sistema di gioco è infatti ridotto alla sola funzione di traghettare il giocatore all’interno di lunghi dialoghi e riflessioni del protagonista quasi a delineare un racconto stampato sulla carta.

La lettera dalla quale parte la ricerca di nostra sorella.

Una funzione a cui vengono in aiuto anche gli stupendi paesaggi dipinti dai Red Thread Games che ricreano alla perfezione la natura nel quale è immerso Gravik, villaggio raggiungibile esclusivamente via mare navigando attraverso un tipico fiordo scandinavo.

L’arrivo a Gravik.

Giunti nella cittadina nei panni del protagonista, non troveremo nessuno ad accoglierci sul molo ne alcun abitante all’interno delle poche case: l’intera popolazione sembra svanita nel nulla.

I gemelli Fretland

Nella casa dei signori Fretland – con i quali il protagonista aveva avuto una corrispondenza riguardante la sorella – scopriamo che l’economia del paese era fondata su una miniera. L’azienda era stata aperta dai fratelli Fretland – gemelli che avevano sposato gemelle – ed era successivamente stata chiusa a causa di misteriosi incidenti.

La foto del matrimonio dei gemelli.

E’ da questa casa che parte la ricerca di nostra sorella: qui troveremo il primo dei suoi indumenti che dissemineranno la nostra indagine come le proverbiali briciole di fiabesca memoria.

Ad accompagnarci ed aiutarci la nostra compagna di viaggio Lissie: ragazzina gioviale molto ciarliera, adeguato contraltare al nostro schivo e silenzioso personaggio.

Potremo interagire con lei durante le discussioni rispondendo ad eventuali domande grazie a un menu a scelta multipla. In realtà le nostre scelte non andranno a modificare la trama in nessun modo ma saranno un modo per rendere più “viva” la narrazione.

Un esempio del menu a scelta multipla durante i dialoghi.

Conclusioni

Draugen è un’ottima avventura grafica che ci catapulta in un’inusuale ambientazione norvegese dove gli stessi paesaggi sono parte integrante della storia. Sebbene la durata del gioco non arrivi alle 10 ore, l’atmosfera è la stessa che potrebbe suscitare la lettura di un racconto di Lovecraft o una storia di Poe. Se siete amanti del genere non lasciatevi sfuggire l’acquisto.

Draugen

Ottima avventura grafica dall'inusuale ambientazione norvegese condita con atmosfere degne di Lovecraft e Poe. Unica pecca la durata che non supera le 10 ore di gioco.

7.5
Draugen:
7.5
Draugen – Recensione di un’avventura norvegese ultima modifica: 2019-06-14T18:00:19+02:00 da Theezan

Rispondi