Aspettando

Death Stranding, finalmente!

Death Stranding - Cover

Ebbene sì, finalmente, e sottolineo finalmente, sappiamo “qualcosa” di nuovo riguardante la nuova ip di Hideo Kojima: Death Stranding.

8 Novembre 2019

È la data di uscita del videogioco, svelata due giorni fa alla fine del trailer “evento”. Dopo ben 21 ore di streaming del trailer stesso in loop (accuratamente oscurato da una melma nera che ora dopo ora veniva scansata da alcune impronte di mani) sul canale Twitch di Playstation, è stato presentato a ben 150 mila persone connesse il trailer ufficiale, forse l’ultimo prima dell’uscita. Ma cosa ci viene mostrato, a parte la data d’uscita?

Sano gameplay

Il nostro carissimo Hideo si è finalmente degnato di mostrarci alcune sequenze di gameplay. Chi parlava, a vanvera, del “Walking simulator by Kojima” è stato educatamente smentito dalle immagini che mostrano: un combattimento corpo a corpo, la possibilità di utilizzare veicoli e oggetti che sembrano interagire in maniera armoniosa con l’ambiente di gioco, e qualche frammento di shooting, condito da una sana dose di componente stealth che strizza l’occhio alla Metal Gear Saga, che ha scritto un gran bel pezzo di storia videoludica nella decade 1998-2008.

Death Stranding - Veicoli
Una futuristica motocicletta

Ciò che, tra le varie meccaniche appena citate, mi sorprende di più è l’apparente libertà che abbiamo con gli oggetti dell’inventario e del come li possiamo utilizzare per interagire con l’ambiente circostante. Il modo in cui Sam, il protagonista, ha aperto e poggiato la scala sulla parete rocciosa per scalarla sembrava completamente naturale, verosimile, e sembrava potesse funzionare anche qualche metro prima o dopo. Come anche la fune per calarsi da un precipizio, sembrava la potessimo attaccare in qualunque zona del terreno, senza avere dei punti d’appiglio predefiniti.

Un cast d’eccezione

Che le produzioni di videogiochi di grande disponibilità economica siano sempre più per l’arruolamento di personaggi affermati sul palcoscenico del grande (o piccolo) schermo è stato assodato da anni, già dai tempi di Beyond: Two Souls con Ellen Page e Willem Dafoe, oppure di Until Dawn con Rami Malek, o col più recente Detroit: Become Human con Jesse Williams.

Death Stranding - Face Capture
Face-capture a livelli elevatissimi

Probabilmente Death Stranding ha superato tutti stavolta, ingaggiando un grandissimo numero di attori affermati. Da anni sapevamo che il protagonista sarebbe stato interpretato da Norman Reedus (Daryl in The Walikng Dead), e col passare dei trailer, e degli anni, si sono aggiunti anche Mads Mikkelsen, Lindsay Wagner, Lea Seydoux, Margaret Qualley, Nicolas Winding Refn, Tommie Earl Jenkins, Troy Baker e addirittura il famoso regista Guillermo Del Toro. Per uno come Kojima, che basa molto le sue opere sulle cutscenes, quest’accozzaglia di nomi non può fare altro che bene al gioco.

Ma la trama?

Sfortunatamente non si è riuscito a cavar nulla dai passati trailer dal punto di vista della trama, e anche con l’ultimo è stato così. Devo essere sincero, siamo passati dal non-sense di vedere feti a caso su schermo a (forse) contestualizzarli nel videogioco, pensando che siano legati al game over. Per delucidarci, o confonderci ulteriormente, però, ci ha pensato proprio Kojima con un tweet (qui potete trovare il tweet), gettando in pasto ai suoi followers il setting di Death Stranding: un pianeta ambientato in un futuro distopico, composto da piccole comunità isolate tra loro, col protagonista chiamato a collegare le varie comunità. Come? Ancora non so dirvelo.

Death Stranding - Caverna
Chissà cosa ci riserverà Kojima…

E la strana pioggia che ha effetti ancor più strani sull’ambiente? E la presenza delle ombre o spiriti maligni che cercano di fare cose che non sono ancora chiare? Che ruolo avrà The Man in the Golden Mask? Qual è il rapporto tra Amelie e Sam? Queste sono tutte domande che sicuramente avranno risposta solo tra qualche mese: l’8 Novembre 2018.

Death Stranding, finalmente! ultima modifica: 2019-06-03T19:00:50+02:00 da Fcfrank

Rispondi