Giochi Indie Recensioni Giochi PC & Console

Dark Quest 2 – Videogioco da tavolo

DarkQuest2

Recensione basata sulla versione Steam di Dark Quest 2.  Copia gentilmente concessa dallo sviluppatore.

MOUSE O MATITA?

Dark Quest 2, sviluppato dalla Brain Seal Ltd, è un dungeon crawler bidimensionale a turni, che si ispira al vecchio gioco da tavolo Hero Quest.

La trama prende il via in modo molto classico: il re è morto, un malvagio stregone ha conquistato il castello e le sue orde di servitori stanno devastando la regione, portando morte e distruzione.

Radunati nell’ultima città libera del regno, i pochi eroi rimasti sono pronti a seguire le indicazioni dell’anziano, che li spronerà ad affrontare varie missioni, volte a distruggere le forze nemiche e salvare il reame. Anche se la trama è il classico stereotipo da storia fantasy, non è poi così male e risulta piacevole da seguire.

In Dark Quest 2 i giocatori sono posti al comando di un party composto da un massimo di quattro eroi scelti tra un gruppo di sei, ognuno con le proprie statistiche, abilità e tipi di attacco. I personaggi a disposizione sono: Barbaro, Nano, Ranger, Monaco, Chierico e Stregone.  Il combattimento è a turni e non molto complesso, ma fa il suo lavoro e offre una buona sfida, soprattutto nei livelli più avanzati.

I nostri eroi in tutto il loro bidimensionale splendore

IN CITTA

In Dark Quest 2 dovrai gestire un party di eroi nella loro missione contro il malvagio Stregone, non sarà un impresa facile, ma in città avrai libero accesso ad alcuni servizi e potrai contare sull’aiuto di diversi personaggi:

Il Fabbro: in cambio di un po’ d’oro, forgerà nuove attrezzature per i tuoi eroi. Alcuni pezzi di equipaggiamento possono essere dati solo a specifici eroi, altri a chiunque. Tutti gli equipaggimenti avranno effetti diversi, come ad esempio più punti movimento per turno, più danni per ogni attacco e più usi per gli incantesimi. Ogni eroe può equipaggiare un massimo di due oggetti.

l’Alchimista: ovviamente vende pozioni, che possono curare le ferite, rigenerare le abilità attive, ridurre i danni subiti o fornire specifiche protezioni. Anche in questo caso, ci sono due slot per eroe, fa eccezione il Monaco, che può portarne solo una.

Il Becchino: da lui si possono resuscitare gli eroi morti in battaglia, costerà il 20% dei vostri risparmi.

la Taverna: è un luogo in cui gli eroi possono riposare per recuperare completamente gli HP, 50 monete a testa!

Il Bordello: diciamo che questo è il posto dove gli tuoi eroi possono trovare un po’ di “”divertimento””, inoltre garantisce un bonus casuale per il prossimo dungeon!

Il Mercante: ottimo per guadagnare monete d’oro vendendo gli oggetti di valore, come gioielli o gemme, che trovi esplorando i livelli.

Il Mago: utilizza le pozioni blu per potenziare le abilità attive e passive degli eroi!

La citta…

NEI DUNGEONS

I livelli della campagna sono articolati in una sorta di mappa, finire un livello sbloccherà tutti quelli ad esso collegati. Alcuni livelli rappresentano stanze speciali piene di tesori, ma sono ai margini della mappa e circondati da sezioni molto difficili. Ogni livello ha un numero massimo di eroi che possono partecipare, costringendoci spesso a fare scelte difficili per gestire la composizione del party.

Le missioni della campagna sono piuttosto varie e forniscono situazioni e obiettivi diversi, come liberare dei prigionieri, raccogliere pezzi di un artefatto o uccidere un boss. I nemici che andremo ad affrontare saranno numerosissimi, tutti molto diversi tra loro e ispirati ai classici del fantasy.

Se durante un livello tutti gli eroi muoiono non si ottiene nulla, mentre ritirarsi concede comunque il 50% dell’oro guadagnato e tutte le pozioni blu raccolte, quindi la fuga rimane sempre un’opzione valida quando le cose si mettono davvero male. Il fatto di poter ripetere i livelli un qualsiasi numero di volte, per accumulare pozioni blu e oro è si un bene, ma fare e rifare lo stesso livello più volte solo per potenziare gli eroi alla lunga stanca.

Questa è la mappa dei dungeons

MENARSI A TURNI

Il combattimento in Dark Quest 2 è a turni, ogni personaggio ha un’azione di movimento, un’azione di attacco e un’azione di abilità per turno, e così i nemici. I tipi di danno sono fisico, magico e caotico. I primi due possono essere evitati rispettivamente parando o evadendo, mentre il danno da chaos è inevitabile, solo l’incantesimo barriera del Chierico può bloccarne gli effetti.

Ogni eroe ha un albero delle abilità dedicato, con capacità attive e passive uniche. Le abilità possono essere potenziate tramite le apposite Pozioni Blu, nascoste nelle stanze dei vari dungeons. Ogni livello ha un numero prestabilito di pozioni, più una bonus, che compare solo se si uccidono tutti i nemici del livello.

Oltre alle abilità, gli eroi possiedono anche specifici attributi, che sono Coraggio, Sanità e Percezione. Gli attributi vengono usati per superare determinate prove in situazioni specifiche, o per resistere agli effetti di particolari nemici. Ad esempio, la Percezione viene usata quando si saccheggiano cadaveri o si evitano trappole, mentre il Coraggio viene usato per resistere agli incantesimi di Paura, un sistema che ricorda un po’ i tiri di dado di D&D insomma.

Una composizione equilibrata della squadra, con personaggi di supporto, guerrieri da mischia e combattenti da distanza, sarà fondamentale per avere successo, anche perché i nemici diventeranno molto più difficili da abbattere nelle fasi avanzate del gioco.

Nel complesso, il combattimento di Dark Quest 2 può non essere complesso come in altri giochi di ruolo a turni, ma è comunque divertente e complessivamente ben bilanciato.

Uscire vivi dagli scontri non sarà sempre facile

TECNICAMENTE BUONO

Lo stile 2D un po’ retrò ha sempre il suo fascino, Dark Quest 2 non fà eccezzione, è piacevole da vedere e soprattutto diverso da quello a cui siamo abituati di solito, lo definirei una bella rappresentazione di un cupo mondo fantasy. Non aspettatevi comunque effetti grafici moderni, qui è tutto disegnato a mano con sprites bidimensionali!

Il comparto audio è molto semplice, con effetti audio basilari e ripetitivi, per fortuna le musiche, belle e azzeccatissime, risollevano senza problemi la situazione.

Durante la prova non ho riscontrato particolari bug, l’unico difetto da risolvere riguarda la sovrapposizione dei modelli di personaggi e nemici durante gli scontri, che nelle situazioni di caos, può rendere difficile la selezione di un particolare eroe o il movimento in una determinata area.

Dark Quest 2 non è particolarmente longevo, ma oltre alla campagna troviamo anche un editor di livelli, che ci permette di condividere i nostri dungeons sullo Steam Workshop e scaricare le creazioni degli altri giocatori, una bella aggiunta, ma il programma è piuttosto complesso e padroneggiarlo richiederà tempo.

Siamo ricchi!

Semplice ma piacevole

Dark Quest 2 è un dungeon crawler piuttosto semplice, ma soddisfacente in tutti i suoi aspetti. L'editor di livelli, nonostante la macchinosità, ha del potenziale ed è sicuramente una bella aggiunta. Se vi piacciono i giochi da tavolo e gli RPG a turni, questo è il titolo che fà per voi!

7
Dark Quest 2:
7
Dark Quest 2 – Videogioco da tavolo ultima modifica: 2018-09-05T22:07:30+00:00 da Bumbax

Potrebbe anche interessarti…

Rispondi