Giochi di qualità al giusto prezzo Giochi Indie Recensioni Giochi PC & Console

Book of Demons – Recensione

book of demons

Recensione basata sulla key fornita da Terminals.io.

Guerrieri origami

Book of Demons, sviluppato e prodotto da Thing Trunk, è uno straordinario titolo ibrido che unisce elementi tipici degli Hack & Slash, Dungeon crawler, RPG e Deck-Building. Il tutto condito da una sottile e piacevolissima vena comica ed uno stile grafico low-poly eccezionale, che fanno di Book of Demons uno dei titoli più interessanti sulla scena indie attuale.

Book of Demons guarda in maniera nostalgica a titoli come Diablo, cogliendone perfettamente l’essenza, evitando però di apparire come l’ennesimo clone. In qualità di avventurieri il nostro scopo sarà quello di sconfiggere l’Arcidemone che minaccia il Paperverse, l’universo “origami” in cui si svolge la nostra avventura. Starà a noi scegliere se farlo in veste di guerrieri, rogues o maghi.

Un meccanismo perfettamente oliato

La struttura, a prima vista, ricorda quella dei giochi incrementali ma con una grande differenza: l’assenza di noia e farming estremo, due aspetti tipici di questi titoli. Book of Demons prende solo gli elementi migliori dei diversi generi a cui fa riferimento, mettendo il giocatore davanti ad un’avventura fresca e piena di cose da fare. L’uso di espedienti tanto semplici quanto funzionali (come le orme che indicano i corridoi già esplorati) elimina i tipici momenti di “calma piatta”.

Altra trovata interessante è il così detto Flexiscope con cui potremo decidere la durata dei dungeons a seconda del tempo a nostra disposizione. Ovviamente più lunga sarà la nostra avventura maggiore sarà la quantità di esperienza e loot ottenuti.

Fidati di tutti, ma taglia tu il mazzo” (Bloch)

I combattimenti in Book of Demons sono una perfetta armonia tra click compulsivo e uso delle carte che compongono il nostro mazzo.  Le carte sono tantissime e con varie funzioni: forniscono attacchi di tipo differente, recuperano salute e mana, lanciano incantesimi, difese ecc.,  un bendidio capace di rendere ogni run differente dalla precedente.

Sebbene potremo tenere “in mano” solo 10 carte, queste potranno essere cambiate in un qualsiasi instante del gioco e in maniera fluida con le altre presenti nel nostro mazzo. Da notare che alcune carte, per essere attivate, consumeranno un tot di mana, mentre altre ne ridurranno la quantità. Starà a noi trovare la combinazione che meglio si adatti al nostro stile di gioco.

Completare i dungeons, rimanere in vita e sbloccare achievements ci rifornirà di esperienza che ci permetterà di salire di livello, potenziando salute e mana e sbloccare nuove skin.

Mostri per tutti i gusti

I dungeons, creati proceduralmente, sono popolati da una varietà notevole di nemici (oltre 70 tipi) con abilità e resistenze differenti che ci forniranno una sfida costante. Tra gli aspetti più interessanti del combattimento vanno menzionate la possibilità di interrompere il casting nemico e gli scontri con i vari boss, caratterizzati da più fasi concatenate. E questa è solo la punta dell’iceberg.

Recupera, potenzia, assembla e fondi

Il loot ci rifornirà di monete, esperienza, carte, cariche per le carte e tanto altro. Alcuni dei tesori saranno utilizzabili immediatamente, mentre altri saranno teletrasportati nella taverna e per sbloccarli dovremo spendere qualche moneta. 

In qualsiasi momento del gioco potremo decidere di tornare in città. Qui sarà possibile interagire con gli abitanti per sbloccare nuovi slot carte, fonderle tra di loro, potenziarle, ricaricarle, recuperare il loot e i punti abilità ottenuti nei dungeons, ecc.

Bello e possibile

Book of Demons è senza ombra di dubbio uno dei giochi più divertenti ed artisticamente belli degli ultimi anni. Lo stile grafico, le musiche (composte da Paweł Błaszczak creatore delle musiche di The Witcher), la verve comica di fondo, la fluidità e la varietà del gameplay fanno di questo titolo un Must Have perfetto come regalo per natale, soprattutto ora che è in offerta su Steam.

Romanes eunt domus“: una chicca per gli amanti dei Monty Python

Gli origami non sono mai stati così divertenti

Book of Demons, sviluppato e prodotto da Thing Trunk, è uno straordinario ibrido che unisce elementi tipici degli Hack & Slash, Dungeon crawler, RPG e Deck-Building. Lo stile grafico, le musiche (composte da Paweł Błaszczak creatore delle musiche di The Witcher), la verve comica di fondo, la fluidità e la varietà del gameplay fanno di questo titolo un Must Have perfetto come regalo per natale.

8
Book of Demons:
8
Book of Demons – Recensione ultima modifica: 2018-12-17T13:00:39+02:00 da Arka

Rispondi