Recensioni Giochi PC & Console

Battlestar Galactica Complete Edition – Recensione

Battlestar Galactica
Tempo di lettura: 7 minuti

“O Terra, atmosfera, paradiso possa l’eccelsa gloria di Savitr il Dio esaudire le nostre preghiere.”

INTRODUZIONE

Nel mondo della fantascienza ed in particolare per ciò che concerne le battaglie spaziali, Battlestar Galactica probabilmente ricopre una posizione di secondo piano rispetto a “colossi” quali Star Wars e Star Trek.

Si tratta di una serie televisiva di genere fantascientifico andata in onda tra il 2004 ed il 2009 (sebbene sia realmente un remake della serie Galactica del 1979).
Nonostante la serie abbia ricevuto acclamazione da parte dei critici e del pubblico, non è stato mai realmente prodotto un videogioco all’altezza della sua reputazione.

Sviluppato da Black Lab Games e pubblicato da Slitherine (Field of Glory, Warhammer 40,000: Armageddon), Battlestar Galactica Deadlock prova a colmare questa lacuna.

STORIA

Il gioco è ambientato durante la prima Guerra dei Cyloni e le vicende narrate sono antecedenti a quanto visto nella serie tv (almeno 40 anni). Dovrete sconfiggere i Cyloni evitando che gli stessi possano sterminare completamente la razza umana e difendere le 12 colonie presenti.

Lo sviluppo della storia è un punto dolente di Battlestar Galactica Deadlock . La vostra conoscenza della trama deriverà da qualche scarno dialogo durante le sessioni di briefing, tra una missione e l’altra e non avrà certo lo stesso spessore della serie tv. La maggior parte di ciò che avete amato nella serie tv non lo ritroverete nel gioco.

Battlestar Galactica Deadlock

GAMEPLAY

Deadlock è uno strategico spaziale a turni simultanei dove le due parti pianificano le azioni in contemporanea. All’inizio di ogni turno darete ordini e comandi alle vostre truppe (ovvero ogni singola nave sotto il vostro comando). Quando verrà premuto il pulsante END TURN le mosse e gli ordini impartiti verranno eseguiti, contestualmente alle azioni decise dal computer per la sua flotta.

Verrete messo a capo della intera flotta coloniale e dovrete destreggiarvi tra una combinazione di strategia di pianificazione e tattica durante la battaglia.

La strategia

La parte strategica del gioco è abbastanza intuitiva. Vi troverete di fronte ad un ampia mappa rappresentante il sistema stellare Cyrannus e le sue 12 colonie. Ciascuna colonia è sotto la costante minaccia dei Cylon e sarà quindi fondamentale difenderla per renderla parte dell’alleanza e mantenere il fondamentale apporto di tylium.

Battlestar Galactica Deadlock

Durante il gioco avrete necessità di accumulare 2 tipologie di risorse: il tyllium, utilizzato per le fasi di costruzione ed i Requisition Points, utilizzati per il reclutamento di ufficiali e lo sblocco dei “blueprints”, ovvero i progetti per la costruzione di nuove navi ed armi. Completare obiettivi e missioni e garantire il corretto supporto alle colonie permette di raccogliere le risorse richieste.

Dalla mappa principale sarete in grado di traferire unità da una colonia all’altra, avviare la costruzione di unità addizionali, implementare nuovi progetti per navi ed armi alternative, assumere nuovi ufficiali da assegnare alle flotte, selezionare le missioni, accedere alle sessioni di briefing.

Le battaglie

Le battaglie in genere non coinvolgono un numero molto ampio di truppe (limite di 7 navi per flotta). Questo è un bene dato che durante ogni scontro dovrete pianificare molteplici azioni per ogni singola unità sotto il vostro comando.

In particolare sarete responsabili di impostare la velocità e la direzione, impartire gli ordini di fuoco dalle classiche torrette o lanciare i missili, pianificare delle riparazioni a bordo dalla nave o trasferire energia ai sistemi offensivi o difensivi. I missili danno grande soddisfazione (in termini di danno apportato) ma sono lenti nel raggiungere il target (anche vari turni di gioco) e si ricaricano lentamente (richiedono 3 turni).

Per quanto concerne gli spostamenti, questi avvengono in tre dimensioni (avanti/dietro, destra/sinistra, sopra/sotto), contribuendo quindi a variare notevolmente la tattica durante i combattimenti. Da notare come sia prevista la collisione tra le unità (ed anche con le stazioni spaziali). Da qui l’importanza che ricopre la corretta gestione delle tre dimensioni.

Battlestar Galactica Deadlock

Le navi

Le navi hanno punteggi di armatura specifici per zona: left, right, front, rear, top, bottom. Questo permetterà di variare la vostra tattica offensiva/difensiva in base alla flotta che andrete ad affrontare. Una nave può essere distrutta solo se l’indicatore globale Hull viene portato a 0. Ciò accade quando una o più zone specifiche vengono completamente danneggiate (nel qual caso l’indicatore Hull inizia a scendere). Buona norma sarebbe quindi quella di variare il posizionamento della nave in maniera tale da offrire la zona più resistente agli attacchi dei nemici, in base allo stato della nave stessa.

I modelli di navi a disposizione sono realmente pochi (questo nel gioco base, successivamente tale limitazione è stata superata con i 2 dlc disponibili) e non sempre (ponendo un problema di bilanciamento) le navi acquistate profumatamente durante la campagna si riveleranno più vincenti per esempio delle unità Adamant (tra le prime navi utilizzabili).

Battlestar Galactica Deadlock

La tattica

La tattica deve essere adattata in base alle unità disponibili sotto il vostro comando. Alcune navi sono più veloci di altre, altre hanno la possibilità di trasportare dei caccia in battaglia, altre ancora hanno una capacità di fuoco maggiore sul lato anteriore o posteriore.

In linea di principio, le navi più leggere (corvette Manticore) hanno una grande maneggevolezza, le corazzate più grandi (Jupiter) forniscono maggior resistenza, potenza di fuoco ed hanno la possibilità di trasportare dei caccia in battaglia ma sono naturalmente più lente e facilmente esposte al fuoco nemico.

Per quanto concerne i caccia trasportati, queste unità estremamente piccole e rapide possono attaccare o difendere target specifici od essere raggruppate in squadroni.

I Cylons posseggono anche degli strumenti di hackeraggio per sabotare i vostri sistemi di bordo. Si tratta di armi molto fastidiose (è necessario procedere con le riparazioni per sbloccare i sistemi infettati) ed utilizzate in continuazione dai nemici.

Battlestar Galactica Deadlock

Le missioni

In totale avremo 12 colonie da proteggere dall’invasione dei Cyloni. Proteggendo una colonia questa entra a far parte dell’alleanza che può tuttavia abbandonare nel caso venisse lasciata in balia del nemico od ignorata. Quindi oltre a seguire la storia principale (che si snoda attraverso 14 missioni), a completare delle missioni secondarie o altri compiti specifici, è fondamentale mantenere i corretti rapporti con le colonie.

Il tutto purtroppo risulta a tratti ripetitivo. Se da un lato le missioni della storia principale forniscono anche obiettivi variegati (tra i quali distruggere navi prima della loro cattura o difendere i civili), spesso si intuisce l’esito di una battaglia già dalle prime fasi ed è frustrante dove assistere al proprio massacro per mezzora buona. Fortunatamente almeno per le missioni secondarie è presente una immediata opzione “autoresolve“, che determina l’esito dello scontro.

Fantastica infine la possibilità di rivedere la battaglia tramite degli ottimi replay (ed esportare i video così generati su Youtube).

Il gioco potrebbe risultare a molti estremamente lento. Ogni missione della campagna principale richiede circa 45/60 minuti per il completamento (ne avrete 14 da completare), senza considerare le missioni minori. Il tutto vi terrà quindi impegnati dalle 12 alle 20 ore per completare il gioco.

Battlestar Galactica Deadlock

La IA

La tattica dei Cylons è abbastanza lineare e ciò nonostante la IA si dimostra mediamente all’altezza, indipendentemente dal livello di difficoltà impostato (sui 3 disponibili). In genere vengono attaccate le vostre corazzate per prime (le più resistenti ma vulnerabili per scarsa manovrabilità della vostra flotta). Aspettatevi inoltre, come già detto, continui attacchi di hackeraggio ai vostri sistemi di puntamento.

Nel dettaglio i Cylons ridurranno all’inutilità circa il 50% della vostra flotta con questo meccanismo e non vi è tattica valida che possa evitare con certezza tale decimazione (il tutto è abbastanza frustrante).

Battlestar Galactica Deadlock

Skirmish e Multiplayer

Oltre alla campagna principale potrete giocare mappe dedicate contro la IA (modalità Skirmish) o partite in Multiplayer.

Nella modalità Skirmish avrete l’opportunità di testare le vostre tattiche in una singola battaglia contro la IA. Potrete selezionare la vostra flotta (tramite i Fleet Points disponibili), 3 differenti tipologie di partita e la mappa desiderata.

Nella modalità Multiplayer potrete combattere contro un avversario umano oppure in coop con amici contro la IA.

Ogni partita è caratterizzata da un numero massimo di Fleet Points investibili per popolare la propria flotta, il tempo limite per prendere le decisioni durante ogni turno, la mappa di gioco e la modalità della partita (pubblica o privata).

E’ presenta anche una sezione Practice che è praticamente identica alla modalità Skirmish single-player descritta poc’anzi.

Battlestar Galactica Deadlock

DLC DISPONIBILI

Battlestar Galactica Deadlock è stato pubblicato nel 2017. In poco più di un anno sono stati pubblicati 2 dlc che hanno arricchito il gioco base. Attualmente è possibile acquistare su Steam la Complete Edition che include il gioco base + i 2 dlc rilasciati.

Battlestar Galactica Deadlock: Reinforcement Pack

Il dlc aggiunge 4 nuove navi (Berzerk, Janus per i coloni e Phobos e Cerastes per i Cylon) e delle ulteriori armi a disposizione (mine di prossimità, mine EPM, mine ad inseguimento).

Battlestar Galactica Deadlock: The Broken Alliance

E’ il dlc più corposo prodotto. Non aggiunge semplicemente nuove navi (Minerva, Celestra, Assault Raptors per i coloni, Argos, Hydra, Scorpion per i Cylon), ma offre una ottima e varia campagna aggiuntiva (con 8 nuove missioni, nuovi personaggi, nuovi intrecci nella trama).

COMPARTO TECNICO

Dal punto di vista tecnico, Battlestar Galactica Deadlock presenta un comparto grafico di livello modesto. Il tutto certamente agevola la fluidità durante le fasi di battaglia più concitate (pagando però una scarsezza abbastanza evidente nella rappresentazione degli scenari).

Il comparto audio (musica ed effetti sonori) è invece di buon livello. Manca tuttavia la traduzione in italiano e non sarà sempre semplice seguire i dialoghi durante le sessioni di briefing.

Battlestar Galactica Deadlock

CONCLUSIONI

Battlestar Galactica Deadlock è un buon gioco strategico, fatto da combattimenti tattici riusciti in maniera eccellente, una campagna discretamente longeva ed una ambientazione che farà felice tutti gli estimatori della serie tv. Non aggiunge nulla di nuovo al genere ne spicca per trama e comparto grafico.

La versione Complete Edition arricchisce notevolmente il gioco base (ma ne mantiene pro e contro). E’ la versione che dovete acquistare se avete interesse a provare il gioco, ma difficilmente può essere consigliata a prezzo pieno.

PRO

  • Tattica durante i combattimenti implementata in maniera ottimale
  • I DLC aggiungono tanto al gioco base
  • Possibilità di replay delle battaglie e pubblicazione su YouTube
  • Fedeltà dell’ambientazione
  • Comparto audio di buon livello
  • Trama alternativa …

CONTRO

  • … ma totalmente sottotono rispetto alla serie tv
  • Graficamente modesto
  • Fase strategica ridotta all’essenziale
  • A tratti ripetitivo
  • Sistema di hackeraggio dei Cylon frustrante
  • Bilanciamento delle navi non impeccabile
  • Non tradotto in Italiano

Strategico a turni di buon livello

Molti pro ma purtroppo altrettanti contro, tecnicamente non eccelso ma tatticamente di livello, Battlestar Galactica Deadlock è consigliato con riserva a tutti gli appassionati di strategici spaziali a turni.

7.7
Battlestar Galactica Deadlock Complete Edition:
7.7
Battlestar Galactica Complete Edition – Recensione ultima modifica: 2018-06-21T10:01:50+02:00 da Balduran

Rispondi