Anteprime Giochi PC & Console Giochi Indie

Barotrauma – provato l’early access

Tempo di lettura: 3 minuti

Abbiamo provato Barotrauma, survival game 2D sviluppato in collaborazione da FakeFish e Undertow Games, e distribuito da Daedalic Entertainment. Il titolo è uscito su Steam in versione early access il 5 giugno scorso. Ringraziamo Renaissance per le chiavi che ci ha gentilmente fornito.

Barotrauma: al comando di un sottomarino spaziale!

Barotrauma si svolge su Europa, una delle lune di Giove. Al comando di un sottomarino dovremo esplorare, difenderci da alieni ostili e scongiurare ogni imprevisto ci capiterà davanti: anche una piccola falla nello scafo potrà portarci al disastro.

Un animale alieno ci sta attaccando dall’esterno.

Il titolo è focalizzato sulla cooperazione dei vari componenti della ciurma. Se è possibile affrontare il gioco in single player con l’IA a controllare i vari membri dell’equipaggio, è nel gioco online che Barotrauma dà il meglio con partite multiplayer fino a 16 giocatori!

Ogni giocatore avrà determinate abilità e specifici compiti da svolgere all’interno del sottomarino in base alla classe scelta: meccanico, ingegnere, medico, addetto alla sicurezza e capitano.

La plancia di comando del Capitano.

Di fondamentale importanza saranno le comunicazioni tra i vari giocatori e, sebbene il sistema di comunicazione integrato nel gioco non sia ancora attivo, gli stessi sviluppatori incoraggiano l’uso di Skype o Discord.

Mantenere funzionanti i vari impianti è di vitale importanza.

Esiste inoltre una modalità Campagna dove potremo scegliere il nostro tragitto e le varie missioni che affronteremo grazie a una mappa. Arrivati a destinazione sarà d’obbligo rifornirsi di pezzi di ricambio e medicinali prima di intraprendere una nuova tappa del viaggio. Al momento le missioni selezionabili sono però solo alcune di quelle che verranno implementate prima del lancio ufficiale.

La mappa della Campagna.

Conclusioni

Per quanto in early access, non abbiamo riscontrato particolari difficoltà ne mancanze nel sistema di gioco. Solo alcuni problemi nel connettersi ai server e un’alea troppa marcata nel susseguirsi dei disastri sono sicuramente i primi scogli che gli sviluppatori dovranno affrontare.

Il solo gestire un generatore non sarà semplice.

E’ comunque innegabile che il titolo sia per hardcore gamers: la molteplicità di oggetti, macchinari e azioni da intraprendere è davvero notevole. Inoltre in modalità multiplayer sarà fondamentale avere un gruppo affiatato per non fallire miseramente al primo imprevisto, non così facile affidandosi a join automatici.

Sicuramente un titolo originale e avvincente che avrà molto da dire nella sua versione finale prevista entro la fine del 2019.

Barotrauma – provato l’early access ultima modifica: 2019-06-18T18:00:56+02:00 da Theezan

Rispondi