Giochi Indie Recensioni Giochi PC & Console

Astroneer – Recensione

Recensione di Astroneer basata sulla copia gentilmente fornita da System Era Softworks.

Astroneer: un’avventura spaziale

A farla da padrone, negli ultimi anni, sono sicuramente i survival in sandbox.

Dopo lo straordinario successo di Minecraft e Terraria, i giochi fotocopia si sono susseguiti a non finire in un tripudio di grossi cubi, grafica pixellata e la possibilità di costruire praticamente qualsiasi cosa.

Nell’ultimo anno però hanno cominciato a vedere la luce anche straordinari capolavori che hanno sicuramente un qualcosa in più: la grafica che sfrutta il motore 4K che rende l’esperienza di gioco nuovamente accattivante.

Subnautica della Unknown Worlds Entertainment e ARK: Survival Evolved di Studio Wildcard sono sicuramente quelli che hanno riportato il sandbox survival in primo piano.

In questi giorni si è aggiunto anche Astroneer della System Era Softworks.

Esplorare pianeti fantastici

Ambientato sui sette pianeti di un sistema alieno, generati in maniera casuale con caratteristiche e risorse uniche, in Astroneer il giocatore controllerà un astronauta che, per esplorare i diversi mondi, dovrà costruirsi equipaggiamento e oggetti.

La grafica è delicatissima con colori meravigliosi che si differenziano in base all’ambiente circostante, con textures semplici, ma molto efficaci, che permettono di capire la differenza tra una risorsa e l’altra. Il ciclo giorno/notte è estremamente preciso: non solo cambia la luce a disposizione in base all’ora del giorno, ma anche le ombre, molto curate e dettagliate, cambiano di conseguenza.

Musica molto carina, anche se non si può parlare di una vera e propria colonna sonora maestosa, ma comunque fa il suo dovere nell’accompagnare allegramente il giocatore durante la sessione di gaming.

Gli effetti sonori dell’ambiente, come per quel che riguarda il resto, sono piuttosto semplici, ma anch’essi non stonano nel gioco.

Giocare ad Astroneer

Il vero scoglio da superare è però quello del gameplay che, sebbene sia presentato attraverso un tutorial piuttosto semplice ed intuitivo, resta comunque abbastanza complicato.

Non solo la raccolta di oggetti è piuttosto macchinosa, ma serve davvero di acquisire destrezza per poter utilizzare il cursore in gioco per selezionare le risorse dallo zaino, spostarle e inserirle nelle apposite posizioni.

Nonostante la semplicità dei comandi per controllare l’astronauta, il gioco ha un sistema di crafting che non ha nulla da invidiare a quello dei survival più avanzati: è necessario spostarsi in giro per il pianeta e recuperare le risorse per costruire oggetti e moduli sempre più complessi.

La narrazione è quasi assente: la storia, breve, rende il gioco molto poco accattivante sotto questo punto di vista. A mio parere questo problema viene però compensato dall’esplorazione immensa dei sette mondi di gioco. Tuttavia, se al problema della narrazione aggiungiamo la lunghezza infinita delle schermate di caricamento, dovute alla generazione procedurale dei pianeti, il gioco perde alcuni punti.

Altra nota di pregio il multiplayer in locale (e online) che permette di vivere quest’avventura spaziale insieme agli amici.

Altro fattore positivo è il benvenuto che vi da il gioco che, non so a voi, a me mette sempre di buon umore.

Vale la pena?

Il prezzo davvero alto (27.99 euro su Steam e Microsoft store) rende il gioco non proprio abbordabile. Chiaramente per un gioco così ampio, dal punto di vista esplorativo e del crafting, potrebbe andare anche bene, se solo la narrazione e la storia fossero un po’ più longeve.

Il problema vero di questo genere di giochi è, infatti, che se non sono accompagnati da una bella trama (come per esempio Subnautica) dopo un po’ annoiano e ci ritroviamo a cercare risorse, costruire oggetti, cercare risorse e costruire oggetti migliori senza però avere di fronte un vero scopo.

Vorrei concludere dicendo che il gioco è comunque molto carino e che un appassionato del genere sicuramente non può non provarlo: consigliato soprattutto per coloro che amano la Coop offline.

Astroneer

Astroneer: esplora un sistema planetario alieno raccogliendo risorse e costruendo equipaggiamento nel nuovo sandbox survival della System Era Softworks.

7
ASTRONEER:
7
Astroneer – Recensione ultima modifica: 2019-02-22T16:00:06+02:00 da Neviebris

Rispondi