Anteprime Giochi PC & Console Aspettando

Aspettando Judgment – L’erede della serie Yakuza

Judgment Aspettando

Una serie di indubbio valore – Yakuza – ha sempre saputo raccogliere attorno a se una nutrita schiera di fan dal palato fine. Lo scoglio della lingua inglese e la difficile digestione dei lunghi testi ha spesso portato a scoramento i giocatori più casual. Judgment – erede spirituale di Yakuza – ha però già messo in atto un primo passo verso il grande pubblico italiano, inserendo i sottotitoli (da sempre solo inglesi). Ma perché ne parlano tutti proprio ora?

Parlarne bene o parlarne male non importa, purché se ne parli [O. Wilde]

Perché Judgment è finito sotto i riflettori delle grandi testate dedicate al mondo videoludico? Non certo per il mero inserimento della lingua italiana, ma per qualcosa che ha fatto molto più rumore…

Innanzitutto il titolo in questione è già disponibile in territorio nipponico dal 13 dicembre 2018 distribuito sotto il nome di Judge Eyes. La nota rivista Famitsu l’ha premiato con un altissimo 37/40, che prendiamo come sempre con le pinze vista l’estrema differenza tra i gusti occidentali e quelli del Sol Levante.

Judgment su Famitsu
Studierei giapponese solo per leggere questa rivista…

In Italia verrà distribuito da Koch Media e si chiamerà appunto Judgment; l’uscita è prevista per il 25 giugno 2019 e il titolo sarà l’ennesima spettacolare esclusiva Sony Playstation 4. Detto ciò scopriamo finalmente perché Judge Eyes alias Project Judge, ora Judgment è balzato in cima alle vendite di Amazon.jp.

Pierre Taki… Ma chi lo conosceva prima di tutto ciò?

L’attore Pierre Taki che forse NON ricorderete per chissà quanti film che NON avete (e non abbiamo) visto è stato arrestato per utilizzo di stupefacenti (cocaina?). La notizia è subito balzata all’onore delle cronache videoludiche e SEGA è corsa ai ripari proponendo un nuovo trailer del gioco senza appunto l’attore Pierre Taki.

Cosa ci aspetta in Judgment?

La serie Yakuza ha toccato l’apice con The Song of Life (il 6° capitolo) che consigliamo a tutti di giocare, appassionati e non. Il connubio di trama, picchiaduro e ambientazione lo rende uno dei migliori titoli dell’ultimo periodo. Judgment si configura invece come spin off. Ma partiamo dalla trama riportando quanto ci dice il sito ufficiale:


Un avvocato ottiene un miracolo, ma il verdetto gli costa tutto. Ora, mentre una serie di omicidi si abbatte sulla città e la legge inizia a cedere, la giustizia non può permettersi di essere cieca.

Figlio di un avvocato assassinato, Takayuki Yagami è cresciuto nelle strade di Kamurocho da un patriarca yakuza che lo aiuta a seguire le orme del suo vero padre. Lavorando nello Studio legale Genda, Yagami accetta un caso molto importante: dimostrare l’innocenza di Shinpei Okubo, accusato di omicidio.

 Contro ogni previsione Yagami ci riesce e viene acclamato come un eroe, ma la sua sfavillante carriera dura poco. Soltanto un mese dopo Okubo uccide brutalmente la fidanzata con dieci coltellate, e poi dà fuoco al loro appartamento.

Yagami diventa noto come l’avvocato che ha fatto scagionare un assassino – e tutto quello per cui aveva lavorato crolla.
Tre anni dopo, Yagami ha smesso i panni dell’avvocato per avviare una piccola agenzia investigativa nel quartiere a luci rosse di Kamurocho, tirando a campare raccogliendo prove e accettando lavori bizzarri.

Inaspettatamente anche questa città, tanto sordida, viene scossa da una serie di omicidi seriali, in cui le vittime vengono ritrovate prive di occhi. Yagami viene coinvolto nel caso dal suo vecchio studio legale, e scopre che per trovare l’assassino dovrà cercare la verità che gli è sfuggita dalle mani tre anni prima. Potrà un uomo tormentato dai propri fallimenti sconfiggere il suo stesso passato?

L’interpretazione e la mimica facciale sono sempre al top

Se non è bastata una trama simile ad incuriosirvi…

… allora tornate a giocare a Fortnite. **modalità Troll OFF**

Spero mi perdoniate questa “battuta”, ma davvero chi conosce la saga di Yakuza sa di cosa sto parlando. In questo caso però lo studio di sviluppo ha deciso di variare la tematica “spacco tutto perché tanto sono il drago di Dojima”. Non vi basterà prevalere con la forza: dovrete indagare, trovare prove concrete, fotografare l’attimo… In altre parole non potrete prescindere da un mix tra l’approccio picchiaduro e quello cauto e riflessivo.

Insomma lo scopo di questo articolo era incuriosirvi. Lasciate perdere la faccenda Pierre Taki… Judgment sono certo che risplenderà di vita propria come i tanti Yakuza e stavolta con dual audio JAP-ENG e sottotitoli italiani.

Il titolo sarà disponibile – in esclusiva PS4 – dal 25 giugno 2019.

Aspettando Judgment – L’erede della serie Yakuza ultima modifica: 2019-03-30T10:00:03+02:00 da Sapphire

Rispondi