Aspettando Nostalgia portami via

Aspettando Anno 1800, uno sguardo al passato

Anno 1800: Copertina
Tempo di lettura: 5 minuti

Il prossimo 16 aprile Ubisoft rilascerà Anno 1800, ultimo titolo della celebre saga di Anno. Non voglio addentrarmi nelle meccaniche del gioco – potete trovare il precedente articolo sulla closed beta qui – quanto rispolverare insieme a voi i principali giochi della serie.

Anno 1602

Anno 1602: Copertina

Nel 1998 l’austriaca Max Design GesMBH lancia Anno 1602, il primo titolo della serie. I punti cardine dello strategico sono già stati fissati: visuale dall’alto, esplorazione di un mondo formato esclusivamente da isole, gestione delle risorse, diplomazia e commercio. Il tutto in un’ambientazione che non ha mai collegamenti con la storia reale, ma si ispira abbastanza fedelmente al XVII secolo.

Fu un successo in special modo in Germania dove vendette 1,7 milioni di copie delle 2,7 vendute in tutte il mondo. Nel 2018 PC Games lo ha definito uno dei titoli mai rilasciati che più ha influenzato il mercato videoludico come lo conosciamo oggi.

Anno 1602: Schermata

Acquisto disponibile: Store UbisoftGOG.

Anno 1503

Anno 1503: Copertina

Nel 2003 è la volta di Anno 1503 che migliora sotto ogni aspetto il titolo precedente: mappe più vaste, nuove tipologie di risorse e di costruzioni da poter lavorare ma soprattutto un’attenzione particolare alla parte bellica. L’anno successivo viene arricchito di contenuti grazie a un’espansione dal titolo Treasures, Monsters & Pirates.

I Max Design GesMBH fecero di nuovo record di vendite con la loro creazione, con quasi 3 milioni di copie vendute di cui la metà in paesi di lingua tedesca.

Anno 1503: Schermata

Acquisto disponibile: Store UbisoftGOG.

Anno 1701

Anno 1701: Copertina

Nel 2004 i Max Design GesMBH chiudono ma i Sunflowers Interactive Entertainment Software GmbH – distributori dei primi due titoli – non abbandonano la serie e decidono di affidarne lo sviluppo ai Related Designs, con un budget esagerato per i tempi: 10 milioni di euro.

Nel 2006 nasce così Anno 1701, con nuovi ceti sociali della popolazione e relativi bisogni e nuove civiltà con cui commerciare risorse esotiche. A differenza di Anno 1503, la parte bellica viene semplificata a vantaggio di quella commerciale che diventa fondamentale per la vittoria. Nel 2007 esce Anno 1701: The Sunken Dragon, espansione che aggiunge mappe e una civiltà di ispirazione asiatica.

Anche Anno 1701 diventa subito campione di vendite con ben 4,5 milioni di copie vendute in totale e posizionandosi nel 2006 al secondo posto come videogioco più comprato dopo World of Warcraft.

Anno 1701: Schermata

Acquisto disponibile: Store UbisoftGOG.

Anno 1404

Anno 1404: Copertina

Nel 2007 Sunflowers Interactive Entertainment Software GmbH viene acquisita da Ubisoft che, nello stesso periodo, compra il 30% di Related Design. Anche con questi cambiamenti aziendali la serie non viene abbandonata e, nel 2009, esce Anno 1404, sviluppato da Related Design, prodotto da Blue Byte – acquisita da Ubisoft nel 2001 – e distribuito dalla stessa Ubisoft.

Con la sua espansione Anno 1404: Venice è forse il titolo più conosciuto della serie: ogni elemento comparso nei suoi predecessori viene migliorato e ampliato, creando un autentico capolavoro. Il gioco è incentrato sulla dicotomia Occidente/Oriente, entrambe le parti hanno infatti una diversa evoluzione e differenti tipologie di risorse ed edifici. Diventa quindi ancor più fondamentale la parte commerciale del gioco.

Anno 1404: Schermata


Acquisto disponibile: Store UbisoftGOGSteam.

Anno 2070

Anno 2070: Copertina

Nato nuovamente da uno sviluppo congiunto di Related Design e Blue Byte, nel 2011 esce Anno 2070, primo titolo della serie ad essere ambientato nel futuro e a necessitare di un account Uplay per il suo funzionamento.

Il giocatore viene catapultato in un mondo i cui i mari si sono alzati a causa dell’eccessivo inquinamento e del riscaldamento globale e dovrà affrontare le difficoltà di questo ambiente ostile appoggiando l’approccio di una delle tre fazioni presenti: i Tycoon, gli Echo e i Tech.

Il gameplay comprende votazioni periodiche per il presidente del governo globale – con bonus/malus nel gioco in base alla fazione a cui appartiene il presidente – e missioni speciali a tempo dove tutti i giocatori del mondo concorrono a un obiettivo comune per sbloccare specifiche ricompense.

Per quanto acclamato dalla critica e dalle recensioni dei giocatori, la community non accettò volentieri che per giocare bisognasse essere sempre collegati ai server Ubisoft.

Anno 2070: Schermata

Acquisto disponibile: Store UbisoftSteam.

Anno 2205

Anno 2205: Copertina

Nel 2013 Related Design viene totalmente acquisita da Ubisoft, l’anno successivo la accorpa a Blue Byte che nel 2015 rilascia Anno 2205.

Secondo titolo ambientato nel futuro, il giocatore impersona il capo di una corporazione in lotta con le altre nello sviluppo tecnologico e nella colonizzazione lunare.

In questo titolo Blue Byte ha voluto focalizzare il gameplay sull’aspetto single player eliminando tutte quelle funzionalità online già implementate in Anno 2070 . Questo, insieme alla volontà di snellire e semplificare le meccaniche per raggiungere un sempre più ampio bacino di utenza, ha portato a un’accoglienza sottotono da parte della community.

Anno 2205: Schermata

Acquisto disponibile: Store UbisoftSteam

E Anno 1800?

Da quello visto nella closed beta sembra che Blue Byte abbia optato per un riavvicinamento alle meccaniche di Anno 1404 e Anno 2070 piuttosto che alla semplificazione di Anno 2205. Resta un’incognita la parte online, torneranno le funzionalità e le missioni globali di Anno 2070? Non ci resta che attendere il 16 aprile..

Aspettando Anno 1800, uno sguardo al passato ultima modifica: 2019-03-24T19:15:08+02:00 da Theezan

Rispondi