Aspettando Giochi Indie L'editoriale dei Gamers

Alla scoperta di Pentiment!4 minuti lettura

Pentiment

L’evento Xbox & Bethesda del 12 giugno ha consegnato a noi videogiocatori una mole indecifrabile e promiscua di titoli in uscita entro un anno, portando alla luce giochi più o meno conosciuti che hanno fatto drizzare le antenne anche ai più schizzinosi.

Nella gamma dei prodotti, la mia attenzione è ricaduta maggiormente su Pentiment, titolo in sviluppo presso Obsidian, in considerazione della particolare veste grafica posseduta dal gioco e dalla presenza, non scontata, di Josh Sawyer, celebre regista di Fallout New Vegas e Pillars of Eternity.

SafariGames Italia Alla scoperta di Pentiment! Indie Games, RPG, Xbox Game Pass Ultimate

Cos’è Pentiment?

Pentiment è (sarà) un’avventura ruolistica, classico figlio di mamma Obsidian, che nasce dal lavoro di ricerca portato avanti da Sawyer, come confermato dallo stesso direttore, il quale, ammettendo che “la mia ricerca si è concentrata sul Sacro Romano Impero, dal XV al XVIII secolo” , ha voluto precisare l’opportunità di narrare della Germania da una prospettiva che fosse diversa da quella utilizzata in tantissimi prodotti. “Per me era importante parlarne in modo diverso, come il crocevia culturale più stimolante del suo tempo” , confida Sawyer.

Ed alla base dell’ambizione narrativa del team di sviluppo vi è un particolare sistema di scelte/conseguenze che impatterà sull’intera esperienza. Ma vi è di più. Ciò che maggiormente risalta è l’ambizione visiva del tema che, con una precisa direzione artistica ispirata alle luminarie, ha cercato di innovare utilizzando il vecchio, prendendo spunto da un’epoca narrativa ben precisa e che raramente si riscontra nei videogame (mi viene in mente A Plague Tale).

Il geniale creatore, in cerca di un genere diverso da inserire nella propria storia, vuole proporre “un’avventura narrativa nello spirito di Night in the Woods o Oxenfree”  e abbraccia, evidentemente, lo spirito indie.

SafariGames Italia Alla scoperta di Pentiment! Indie Games, RPG, Xbox Game Pass Ultimate

Cosa sappiamo del gameplay

Pentiment ruoterà attorno alla figura del protagonista, Andreas Maler, che lavora come artigiano all’interno dell’abbazia di Kiersau in Baviera. La monotonia della vita di Andreas subirà uno scossone quando lo stesso sarà coinvolto in un giro di omicidi che lo obbligheranno ad indagare, interrogando genti del posto e recuperando più notizie e informazioni possibili.

La caratteristica che rende particolare Pentiment, anche in linea con le scelte artistiche e non solo, è la possibilità per il videogiocatore di modellare l’infanzia di Andreas, di giocare con il suo passato, con la sua educazione e con la sua istruzione in modo da rendere anche il titolo il più variegato possibile.

Con riferimento all’ambientazione, se è palese, come detto, la scelta di puntare su una Germania stilizzata del 500′, si possono ottenere maggiori informazioni consultando la pagina Steam di Pentiment la quale menziona temi di esecuzioni pubbliche e sangue stilizzato, insieme a riferimenti a “consumo notevole di alcol e allucinazioni accidentali indotte dall’ergot”. Inoltre, le classi disponibili sembrano includere edonisti, artigiani, topi di biblioteca, scalatori sociali e uomini d’affari, mentre le opzioni di base includono latinisti, logici, oratori, astronomi, occultisti e naturalisti.

SafariGames Italia Alla scoperta di Pentiment! Indie Games, RPG, Xbox Game Pass Ultimate

Sarà un titolo per tutti?

Il nuovo titolo di Obsidian ci condurrà dunque all’interno di un viaggio sociale e sociologico che abbraccerà il videogiocatore e lo condurrà dentro un mondo pieno di orrori ed atti perniciosi.

Pentiment si preannuncia, quindi, come progetto atipico, lontano dai blockbuster di Obsidian, ed il titolo di Josh Sawyer rappresenterà un’opera maggiormente indipendente rispetto ai AAA per lo studio. Inoltre, come ammesso dallo stesso Sawyer, altre produzioni indie hanno ispirato il suo lavoro: “Lo stile di Oxenfree o Mutazione ha avuto una vera influenza sul nostro modo di fare Pentiment. Molto più di Disco Elysium, a cui siamo stati spesso paragonati, a torto…”.

Più piccolo, più personale, Pentiment sarà quasi un gioco di nicchia, riservato a giocatori esperti (o anziani). “ In effetti, siamo rimasti stupiti nel vedere quante persone fossero entusiaste. Il che è sempre un sollievo, ma anche qualcosa di molto intimidatorio. Non solo dobbiamo fare di tutto per rilasciare il gioco a novembre, ma ora sappiamo che siamo attesi al turno” condivide Josh Sawyer.

In ogni caso, il futuro sembra roseo per il direttore artistico e la sua piccola squadra. Il suo progetto del cuore sta volgendo al termine e presto potrà condividerlo con milioni di giocatori. Non vediamo l’ora di accogliere questo nuovo titolo, che includerà la lingua italiana. Ci vediamo a novembre per il resoconto!

Alla scoperta di Pentiment!4 minuti lettura ultima modifica: 2022-07-18T14:00:00+02:00 da Aornik

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.