Giochi Indie Recensioni Giochi PC & Console

Airplane Mode – La Recensione5 minuti lettura

Airplane Mode _ copertina

Recensione di Airplane Mode. La chiave Steam del gioco è stata gentilmente offerta da Evolve PR, mediante la piattaforma Terminals.io.

Un simulatore… di passeggeri?!

Airplane Mode è un videogioco simulativo molto particolare. Prima di addentrarci nel gioco, però, è cosa buona e giusta spendere un paio di parole sullo sviluppatore ed il publisher. Bacronym si è preso la briga di dare alla luce questo piccolo gioiellino della simulazione, mentre AMC si è occupata della pubblicazione. Sì, la stessa AMC che realizza serie tv come The Walking Dead e Breaking Bad. Tornando al gioco, si presenta come un simulatore a tema aereo, ma non pensate assolutamente a qualcosa del tipo Microsoft Flight Simulator, Airplane Mode è ben altro! Infatti, se nel primo veniamo chiamati a pilotare aerei, nel secondo impersoneremo una persona qualunque, un passeggero di un volo aereo.

Airplane Mode _ decollo
Prepararsi al decollo!

Così tanto tempo…

Il videogioco si presenta con un menù principale molto mimnimal, all’interno del quale possiamo scegliere “modalità di gioco”. Queste sono due tipologie di viaggio, anzi, due destinazioni. L’aeroporto di partenza è il JFK di New York, le mete sono Halifax, in Canada, e Reykjavìk, la capitale dell’Islanda. Quel che salta subito all’occhio riguarda il tempo di viaggio: due ore circa per il Canada, sei invece per l’Islanda. Come prima partita ho scelto la meta più “breve”, ossia quello con la foglia d’acero sulla bandiera. Dopo un, piuttosto lungo, caricamento iniziale, veniamo catapultati su un aeroplano durante la procedura di decollo. E qui viene il bello…

…e così tanto da fare!

“Bene, adesso fisserò il mio monitor per ben due ore abbondanti mentre aspetto che atterri questo dannato velivolo” ho pensato tra me e me durante la procedura di decollo. In realtà, Airplane Mode nasconde molto di più! Guardandomi attorno in una schermata priva di HUD che favorisce molto l’immersività ho potuto constatare che fossi di fronte a un’interattività ambientale molto valida. Ad amplificare l’appena citata immersività ho notato l’assenza di una vera e propria pausa: il volo da punto a punto è in tempo reale, non si può fermare in nessun modo.

Airplane Mode _ itinerario
Ridendo e scherzando siamo a metà

Tornando all’interattività, il gioco mette a disposizione del giocatore tra i più disparati metodi per passare il tempo all’interno dell’aereo. Dopo aver allacciato la cintura, inizialmente mi sono messo a giochicchiare con il display del sedile, dopo di che, su suggerimento degli assistenti di volo ho consultato il foglio illustrativo per le procedure di emergenza. Per evitare di soffermarmi ad elencare tutto ciò che ho fatto durante il viaggio mi limito a darvi solo qualche idea: tramite il telefono ho collegato le mie cuffie bluetooth ed ho ascoltato un paio di podcast. Ho apprezzato molto la loro “attualità”, ad esempio parlavano delle recenti violenze da parte dei poliziotti americani nei confronti delle persone afro-americane. Tutta questa libertà però viene limitata dall’impossibilità di alzarsi dal proprio sedile durante la fase di “crociera”.

Airplane Mode _ telefono
Occhio alla modalità aereo

Ma anche tante pecche…

Tutto molto bello, ma non è tutto oro quel che luccica. Il gioco possiede un bel po’ di difetti, alcuni di essi anche molto rilevanti. Il primo che salta all’occhio è il comparto grafico, assolutamente non all’altezza di un videogame del 2020. I modelli, in particolar modo quelli delle persone, sono veramente poco curati, i movimenti troppo legnosi. Anche il comparto audio pecca, soprattutto durante le fasi iniziali di gameplay. Durante la fase di decollo il rumore dei motori è in loop, si interrompe e riprende da capo. Inoltre, “guardando sotto il tappeto”, si riesce a scorgere anche qualche difetto con le interazioni.

Modelli brutti #1
Bene, ma non benissimo

Non sono pochi i bug, alcuni di essi sono anche molto fastidiosi, tanto da poter creare problemi al gioco. Il bug più importante che ho trovato risiede nel telefono, che si è freezato con la tendina delle “impostazioni” abbassata, impedendomi di farci qualunque cosa. A fine volo ho dovuto chiudere il gioco forzandolo con ALT + F4, giusto per intenderci. Tra gli altri bug, stavolta non così tragici, voglio sottolineare quello dell’orologio, con i minuti che vanno oltre il 59esimo. Un altro problemino che ho trovato è stato il mal d’aereo durante la fase di atterraggio. Per dieci minuti buoni il personaggio era sul punto di svenire, e non capivo se stessi sbagliando a fare qualcosa o non si potesse evitare questo ripetuto sdoppiamento della vista con successivo annebbiamento totale.

Modelli brutti #2
Qual è il modello realizzato meglio?

Come migliorare?

Personalmente mi aspetto più di un aggiornamento per sistemare un po’ di cose, bug fra tutte. Inoltre mi farebbe molto piacere vedere, in un futuro prossimo, altre mete con tempi di volo differenti. Anche un supporto al VR sarebbe veramente una svolta per il gioco. Il gioco porta un’idea di base noiosa, ma riesce molto bene a intrattenere il giocatore grazie all’interattività ambientale e l’immersività, che sono i due più grandi punti di forza del gioco stesso.

Airplane Mode _ titoli di coda
Titoli di coda sul display… che chicca!

Airplane Mode: un simulatore divertente con dei problemi

Immersività e interattività come parole d'ordine, ma anche tanti problemi audio-visivi e molti bug, importanti e no: questo è Airplane Mode. Ci rivediamo al prossimo aggiornamento!

6.9
Airplane Mode:
6.9
Airplane Mode – La Recensione5 minuti lettura ultima modifica: 2020-10-18T14:00:00+02:00 da Fcfrank

Rispondi