Nindies Recensioni Giochi PC & Console

Titan Quest giunge su Nintendo Switch! – Recensione

Titan Quest Switch

Recensione di Titan Quest – versione Nintendo Switch. Copia gentilmente concessa da THQ Nordic.

A spasso per l’antica Grecia.. Forse troppo antica..

Giugno 2006, Titan Quest raggiungeva le pagine di GMC (Giochi per il Mio Computer) a titolo di recensione esclusiva, ma veniva di fatto divorato dall’evento videoludico dell’anno, ovvero l’E3 a cui la famosa testata dedicava svariate pagine. Passato un pò in sordina, un pò definito clone di Diablo in realtà univa la semplicità del gameplay alla profondità di gioco ottimamente. 8 1/2 campeggiava in fondo alle pagine, con tanto di “Gioco Consigliato del mese”. Ora vi starete chiedendo perché questo preambolo? Perché nel bene o nel male Titan Quest è ancora il medesimo gioco uscito 12 anni fa. Non si è rifatto particolarmente il trucco: la visuale è possibile solo modificarla di zoom avanti e indietro. Inoltre in modalità portatile presenta dei testi troppo piccoli che richiedono un certo sforzo per leggerli. Anche font e scelte grafiche dei menù rispecchiano le due generazioni di differenza tra la versione originale e questa provata su Nintendo Switch.

Insomma il passato è pur sempre passato, non basta dargli una spolverata! Tanto più che l’eShop di Switch ha tantissime alternative indie di livello a prezzi ben più contenuti dei 39.90 euro richiesti per Titan Quest.

Titan Quest Switch Screenshot

Non è tutto oro quello che luccica, tanto più se sommerso da polvere

Ci sono giochi che invecchiano bene, altri che avrebbero bisogno di essere seppelliti e ricordati com’erano. Poi c’è Titan Quest. E’ invecchiato bene, l’abbiamo visto in versione Anniversary su Steam, solo un anno fa, e probabilmente ricordiamo tutti  il titolo originale; ma se su Steam è acquistabile Ragnarok, il secondo DLC di TQ, su Switch questo non è neppure menzionato. Una mancanza non da poco, anche perché era un’espansione dedicata alla mitologia norrena che aveva parecchio colpito la critica. Speriamo abbiano la cortesia di proporlo come contenuto scaricabile in un secondo momento, gratis.

Soffiata via la polvere vediamo un pò come se la cava Titan Quest sulla console di Nintendo. A parte il farla soffrire un pochino per il caldo di questi giorni direi che il titolo gira benissimo in modalità portatile, mentre qualche calo di frame si nota in modalità docked. L’interfaccia prevede al solito i 4 tasti di destra mappabili e il movimento a sinistra. Con i tasti a spalla potrete gestire in velocità l’uso delle pozioni, il cui tempismo può fare la differenza tra una morte ignobile e una vittoria all’ultimo istante. L’interfaccia è isometrica, i villaggi e le ambientazioni risultano ancora oggi apprezzabili, complice l’ottima realizzazione dell’epoca, non di certo opera del remaster attuale. NPC e mob invece hanno subito un lento invecchiamento, che in modalità zoom si evidenzia ancor più. La personalizzazione iniziale del personaggio è alquanto scarna, compensa invece il sistema di crescita e di abilità, decisamente ben confezionato e capace di regalare soddisfazioni anche ai più esigenti. Ricordatevi tuttavia che si tratta pur sempre di un action RPG, non aspettatevi quindi tatticismi particolari.

Titan Quest Switch Screenshot 3

Titan Quest costa troppo sull’eshop!

Titan Quest per Nintendo Switch lo si trova sull’eShop a 39,90 euro contro i 19,90 della versione Steam. In più la presenza (sullo store pc) di Ragnarok in versione DLC – sempre a 19,90 euro – fa presumere che prima o poi lo vedremo anche su Switch, sommandosi al già troppo elevato esborso. Una versione completa, ad un prezzo di 29,90 euro sarebbe stato certamente consigliato. Soprattutto perché la modalità multiplayer (sia locale che in rete) funziona bene, permettendo di aggiungersi a partite già in corso e aprendo la propria al mondo dell’online di Switch. Personalmente ho cercato di giocare la storia in modalità multiplayer, ma, complice l’attuale scarsa diffusione del gioco, si trovano pochissime partite online / server ospitanti. Più semplice invece partecipare direttamente a partite già in corso. Ultimo – ma non ultimo – un appunto sul sistema di salvataggio: a volte troverete dei save point (delle fontane della rinascita), altre volte il gioco salverà in modalità automatica. Può sembrare anacronistico, ma non infastidisce.

Titan Quest è doppiato in inglese, ma con i testi a video completamente in italiano. 

Titan Quest Switch Screenshot

Stavolta non va proprio...

Un prezzo spropositato, una versione non impeccabile e in generale un'elevata concorrenza non permettono a Titan Quest di elevarsi nell'Olimpo dell'eShop di Switch. Bisogna iniziare a fare i conti con titoli indie sempre più rifiniti, lasciando poco spazio a remastered venduto a peso d'oro. Insufficiente!

5
Titan Quest - Versione Switch:
5
Titan Quest giunge su Nintendo Switch! – Recensione ultima modifica: 2018-08-07T10:00:00+00:00 da Sapphire

Potrebbe anche interessarti…

Rispondi