Giochi Indie Recensioni Giochi PC & Console

The Warlock of Firetop Mountain – Recensione

The Warlock of Firetop Mountain

Negli ultimi anni i giochi da tavola, soprattutto quelli connessi con il mondo di Dungeons & Dragons, stanno vivendo una nuova epoca d’oro. Shows come Critical Role e canali come Geek and Sundry hanno saputo riportare in auge questi passatempo “pre-videogame”. Nei paesi anglofoni questa rinascita sta vivendo un espansione così forte che quest’anno si è persino celebrato l’ITTD o International Tabletop Day. Un effetto “collaterale” è stata la produzione di numerosi videogiochi in stile tabletop, soprattutto in stile Dungeons & Dragons. The Warlock of Firetop Mountain si inserisce proprio in questa categoria.

The Warlock of Firetop Mountain: quando Dungeons & Dragons e librigame si incontrano

Sviluppato e prodotto da Tin Man Games (Warhammer 4K: Legacy of Dorn: Herald of Oblivion, The Forest of Doom, Catacombs of the Undercity, ecc.), The Warlock of Firetop Mountain è un RPG in solitaria basato sul combattimento a turni simultanei. The Warlock of Firetop Mountain mescola elementi tipici di Dungeons & Dragons a quelli dei librigame: tanto il nostro eroe quanto i nemici sono rappresentati da miniature, mentre testi e illustrazioni si occuperanno della narrazione degli eventi. L’uso di miniature è probabilmente l’innovazione maggiore del gioco. Potremo scegliere tra oltre 100 eroi differenti, ognuno con la propria storia, le proprie caratteristiche e abilità e le proprie ragioni per inoltrarsi nella Firetop Mountain.

The Warlock of Firetop Mountain intro
Pronti ad inoltrarvi nella Montagna Infuocata?

Miniature, dungeons e dadi

Mentre i titoli precedentemente sviluppati da Tin Man Games seguivano unicamente lo stile libro game, ovvero sulla sola narrazione testuale, in The Warlock of Firetop Mountain la narrazione accompagna l’effettiva esplorazione dei meandri della Firetop Mountain. I dungeons verranno letteralmente creati all’avanzare del nostro personaggio e non avremo mai la visuale completa di essi.  Se ad un bivio, per esempio, scegliessimo di prendere il tunnel di destra, questo verrà costruito sotto i ostri occhi, mentre il tunnel di sinistra rimarrà oscuro. Tuttavia va sottolineato che non si tratta di una costruzione procedurale, ma la mappa sarà sempre la stessa ad ogni run.

The Warlock of Firetop Mountain dungeons
Uno dei tanti dungeons da esplorare in The Warlock of Firetop Mountain.

Come abbiamo detto potremo scegliere tra oltre 100 miniature/eroi con cui intraprendere l’avventura. Tuttavia, in principio, solo 4 saranno disponibili, mentre gli altri potranno essere sbloccati usando le anime ottenute durante l’avventura o comprandoli con denaro reale.

The Warlock of Firetop Mountain miniatures
Miniature per tutti i gusti.

Tutti insieme appassionatamente

Ogni eroe è caratterizzato da stamina, fortuna e abilità. La prima determina i nostri punti ferita, mentre fortuna e abilità ci torneranno utili nel caso di eventi come saltare un crepaccio o scassinare una serratura. Oltre a ciò gli eroi avranno diversi tipi di attacco/difesa con cui affrontare gli scontri. Sebbene non sia sempre necessario affrontare i combattimenti, talvolta questi saranno inevitabili. In The Warlock of Firetop Mountain gli scontri avvengono su piccole tiles, “mattonelle”, e a turni simultanei: ogni personaggio sceglie l’azione da intraprendere e, all’avviarsi del turno, queste vengono attivate simultaneamente. Salvo questo elemento, i combattimenti non hanno nulla di misterioso e potremo scegliere solo tra movimento e attacco. Non è presente un sistema di crescita del personaggio e non c’è esperienza da utilizzare per potenziarsi. Le uniche cose che otterremo uscendo vittoriosi dai combattimenti o portando a termine le missioni, saranno monete, oggetti e anime. Queste anime ci permetteranno di sbloccare nuovi eroi.

The Warlock of Firetop Mountain enemies
Una delle tiles in cui ci ritroveremo a combattere.

La dura vita dell’avventuriero

In The Warlock of Firetop Mountain non c’è possibilità di curarsi durante gli scontri e uscirne illesi sarà quasi sempre impossibile. Bisognerà quindi prestare molta attenzione alle mosse del nemico (sarà possibile “prevedere” gli attacchi) e alle nostre. Anche una volta fuori dal combattimento recuperare la vita non sarà facile. Le uniche due possibilità a nostra disposizione saranno utilizzare le razioni in nostro possesso (scarsissime e recuperabili solo dagli altrettanto scarsissimi mercanti ) o riposando su rare panche sparse nei dungeons. Quale che sia la nostra scelta la vita recuperata sarà solo parziale. È dunque facile capire come ogni vittoria possa facilmente trasformarsi in una “vittoria pirrica”. A rendere il tutto ancora più difficile va aggiunto il fatto che determinate sfide possono portare alla diminuzione dei tre parametri che distinguono il nostro personaggio, rendendo l’avventura ancora più ardua. Le uniche cose su cui potremo contare, per sopravvivere un po’ più a lungo, saranno alcune pozioni (ottenibili in vari modi), 3 pietre di resurrezione (per risorgere all’ultima panca incontrata) e monete con cui comprare qualche oggetto.

The Warlock of Firetop Mountain illustrations
Le illustrazioni di The Warlock of Firetop Mountain sono stupende.

Bisogna provare! Provare, provare…

The Warlock of Firetop Mountain è dunque un gioco difficile, sul genere di For The King per intenderci, in cui l’elemento “trial and error” ha un ruolo importante ma non definitivo. Allo stesso modo condivide i problemi di questo genere di giochi, ovvero l’elevato tasso di frustrazione connesso con la facilità con cui ci troveremo a morire. Nel caso di The Warlock of Firetop Mountain questo “problema” è acutizzato dal fatto che, sebbene si possa scegliere sempre un percorso nuovo ad ogni run, alla fine la mappa resta sempre la stessa. Non è presente, infatti, una creazione procedurale dei dungeons. Questa scelta, purtroppo, mina la rigiocabilità del titolo e aumenta il fattore frustrazione/noia. L’altro elemento che potrebbe, dal nostro punto di vista, rappresentare un problema è l’assenza del party che avrebbe potuto fornire più spunti di gioco. Nonostante questi elementi The Warlock of Firetop Mountain resta un buon gioco. Se siete fan dei librigame e di Dungeons & Dragons, The Warlock of Firetop Mountain è sicuramente da provare, consci dell’alto livello di sfida che rappresenta.

Nelle viscere della Montagna Infuocata

Se siete fan dei librigame e di Dungeons & Dragons, The Warlock of Firetop Mountain è il gioco che fa per voi. Decine di eventi da affrontare e nemici da sconfiggere e oltre 100 eroi tra cui scegliere. Nonostante la difficoltà che lo caratterizza e una rigiocabilità medio bassa, The Warlock of Firetop Mountain resta comunque un buon titolo che vale la pena provare.

7
The Warlock of Firetop Mountain :
7
The Warlock of Firetop Mountain – Recensione ultima modifica: 2018-06-12T16:00:06+00:00 da Arka

Potrebbe anche interessarti…

Rispondi