Recensioni Giochi PC & Console

Wolfenstein II: The New Colossus – Recensione

Recensione di Wolfenstein II: The New Colossus

Ecco la nostra recensione di Wolfenstein II: The New Colossus. Dopo aver assaporato uno splendido primo capitolo e un altrettanto valido capitolo intermedio, ci apprestiamo ad affondare i denti anche sulla nuova fatica di MachineGames.

Fergus o Wyatt?

Si parte con la dolorosa scelta che abbiamo dovuto compiere nel primo capitolo. Purtroppo non si scappa, e saremo obbligati a scegliere chi dei due amici sacrificare. La scelta si ripercuoterà sulla nostra avventura, generando cutscene e missioni secondarie diverse. In questo modo avremo un bel motivo per rigiocare l’avventura una volta completata, oltre a quello di massacrare nazzisti che già basta e avanza forse.

Recensione di Wolfenstein II: The New Colossus

Ci ritroveremo quindi nei panni del leggendario William Joseph Blazkowicz, reduce dagli accadimenti del primo capitolo. La conquista del sommergibile nazzista, ha però avuto pesanti strascichi sulla salute fisica del protagonista, riducendolo in coma per mesi. Il risveglio, come spesso accade in trame cruenti come questa, non è dei migliori. Dovremo appunto compiere la dolorosa scelta e rimetterci in piedi in uno stato di debolezza inusuale.

I punti ferita saranno ridotti drasticamente da 200 a 50. Un sagace espediente per rappresentare lo stato di debolezza di una macchina da guerra come Blazkowicz, che dopo una lunga convalescenza ritorna sul campo, ma con l’imprescindibile supporto della armatura Da’at Yichud.

Imbracciando le armi

Il gameplay mantiene i pregi del primo capitolo, ma anche il difetto più frustrante purtroppo: La selezione delle armi a corona è oltremodo macchinosa e scomoda. Specialmente nelle azioni concitate il cambio arma diventa davvero una criticità con cui fare i conti.

Recensione di Wolfenstein II: The New Colossus

La riduzione drastica dei PF ci costringerà a valutare alternative di approccio alle situazioni più spinose. Dovremo necessariamente prendere in considerazione di agire in silenzio. L’eliminazione anche solo di tre o quattro elementi nemici potrebbe fare la differenza.

In ogni caso succederà che l’allarme scatti, così da catapultarci nelle tanto amate sparatorie che  mai sono state tanto curate e divertenti.

L’immergersi nella tempesta di proiettili tipica di Wolfenstein è una meraviglia!! Divertentissimo e appagante. Le modalità di fuoco disponibili ci aiuteranno a districarci nelle situazioni più disparate, alzando di molto il tasso di divertimento nelle varie zone. L’unica pecca a risaltare è l’ IA dei nemici, che spesso si impaleranno davanti a voi senza nessuna copertura per farsi crivellare di proiettili.

Questo non significa che il gioco sia semplice, anzi! Nonostante l’ IA lasci a desiderare non è raro ritrovarsi unità nemiche alle spalle.

Tecnicamente una bomba

Visivamente e in termini di level design il gioco è davvero di altissimo livello. Un vero piacere per gli occhi! Le rovine in cui ci addentreremo sono rese davvero al dettaglio e gli ambienti conseguenti ai crolli sono quanto di più credibile si possa immaginare. Luci, ombre ed effetti contribuiscono al miglior lavoro dello sviluppatore fino ad oggi.

Recensione di Wolfenstein II: The New Colossus

Inoltre le cutscene sono piccoli capolavori nel contesto videoludico. Brillanti per regia e fotografia si alternano tra una fase di gioco e l’altra e sempre apprezzatissime

Ultima menzione per i personaggi: altamente caratterizzati e ben rifiniti. Come nel primo capitolo più di una volta galleggianti tra il tragico e il comico. Sono generatori di situazioni uniche e davvero epiche. La recitazione trasposta dai visi virtuali è eccellente, rispetto al capitolo precedente il passo avanti è evidente.

Spettacolare

Davvero un lavoro splendido. Mai banale, divertente e longevo come mai un Wolfensine era stato. Spende bene i propri pregi e accompagna il giocatore fino alla fine coinvolgendolo totalmente.

8.9
Wolfenstein II: The New Colossus:
8.9
Wolfenstein II: The New Colossus – Recensione ultima modifica: 2017-10-30T16:10:49+02:00 da Giganico

Rispondi