L'editoriale dei Gamers

Nintendo Switch: un passo indietro?

Possiamo davvero considerare l’attuale parco giochi di Nintendo switch come una innovazione o è da considerare al momento un passo indietro?

Vi ricordate quando uscì la Nintendo Wii assieme a Wii Sports? Quanta gente pensate che abbia comprato la console sopratutto convinti da quella innovativa, nuova, brillante pubblicità di un gioco così semplice e divertente da riuscire a unire tutti i componenti della famiglia e gli amici?

Oggi mi fermo a riflettere su Nintendo switch, sul fatto che i suoi migliori giochi al momento sono dei single player come Zelda, Super Mario Odyssey e Xenoblade Chronicles 2; ciononostante la nuova piattaforma di Nintendo ha avuto un successo strepitoso superando già nel primo anno alle vendite di WiiU. Adesso però mi chiedo: quanto è stata finora sfruttata Switch nei suoi punti di forza quali gli accellerometri nei joycon?

I vari 1, 2, Switch e Arms non hanno particolarmente colpito nella critica nei videogiocatori a differenza di tutti gli altri giochi precedentemente citati. A questo punto sorge spontanea la domanda: al momento si può davvero concludere che per ora la Switch abbia fatto un passo indietro? Oppure semplicemente bisogno imputare questa assenza pesante di giochi che sfruttino le immense capacità alla poca fantasia degli sviluppatori? Non sarà che Nintendo stia intraprendendo la strada più proficua di creare giochi che vendano anziché quelli che producono il famoso effetto WOW?

Adesso io mi chiedo anche il nuovo Pokemon cosa può avere di innovativo? Molto probabilmente sarà un RPG bellissimo, ma che nella sostanza posso scommettere che replicherà gameplay e dinamiche già viste, rodate e sempre apprezzate che permetteranno di abbracciare comunque una platea di giocatori enorme. Non so voi, ma spero che il futuro si espanda anche sulle altre possibilità di Switch quali il touch display e gli accelerometri. Forse un primo passo molto importante verrà fatto con Nintendo Labo, ma questo mi riservo di testarlo con mano. Un altro titolo innovativo pare essere Mario Tennis Aces, che sfrutterà i joycon come racchette. Okami non ha che replicato l’interazione già vista sulla prima Wii.

E’ forse finito il tempo di innovare? E’ proprio così difficile rivedere qualcosa di nuovo come Wii Fit su Nintendo Switch? Attenzione non intendo riproporre Wii Fit su Switch, ma qualcosa di mai visto sulle console casalinghe come fu la suite del fitness. A voi la parola!

Nintendo Switch: un passo indietro? ultima modifica: 2018-03-10T22:00:24+00:00 da Sapphire

Potrebbe anche interessarti…

Rispondi