Nindies Recensioni Giochi PC & Console

MotoGP 18 Switch – Recensione

Domani si corre l’8a gara del MotoGP 18 che vede al momento in testa lo spagnolo Marquez in sella alla sua Honda. Su Nintendo Switch invece il campionato è iniziato il 28 giugno 2018 con l’uscita per la prima volta di un titolo Milestone sulla console portatile nipponica. Siamo sicuri che gli appassionati apprezzeranno questo titolo? Lo scopriremo nella nostra recensione di MotoGP 18.

MotoGP 18 arriva su Switch, ma…

Non ve lo nascondiamo, mentre sulle altre piattaforme MotoGP è decisamente un bel vedere, su Nintendo Switch il risultato della conversione è davvero poco soddisfacente. Facciamo parlare le immagini (catturate sia in modalità portatile che dock con la modalità foto accessibile mettendo in pausa).

MotoGP 18 Screenshot Reali Switch
Modalità docked
MotoGP 18 Screenshot Reali Switch [portatile]
Modalità portatile… E c’è anche di peggio…
Come potete vedere il calo dei dettagli è drastico, sembra che crolli anche la risoluzione. Primo compromesso a parte, in questa versione 1.0.1 attualmente disponibile nell’eShop vi sono altre problematiche:

  • muretti invisibili – la cosa può far sorridere, ma mi è capitato (e non una volta) superata una curva di volare come se avessi preso un cordolo frenando solo con l’anteriore e catapultandomi a 100 metri di distanza.
  • stuttering – nella modalità docked vi sono degli scatti piuttosto vistosi. Strano perché nella modalità portatile invece non ne ho osservati alcuni.

.. in compenso MotoGP 18 ha un sistema di guida eccezionale

MotoGP 18, anche in versione Nintendo Switch, mostra uno splendido sistema di guida. Difficile, reale, estremamente punitivo alle modalità più simulative, solo un filo più abbordabile con gli aiuti attivati. Milestone ci ha abituati ad una qualità simile, ad un rigore prossimo alla frustrazione al primo approccio. Allo stesso tempo è infinitamente soddisfacente sentire la moto sfilare in curva aggrappata all’asfalto sperando di non saltare sul cordolo. Dalla posizione del proprio pilota (spalle fuori, corpo fuori, bilanciata, old school…) al totale assetto della proprio moto, le possibilità di personalizzazione sono varie e non finiscono qui.

Dall’assetto guidato al pieno controllo

Se con l’assetto guidato ci saranno poste delle semplici domande (dov’è il problema? All’entrata in curva, sui rettilinei.. ) nella modalità manuale avremo le seguenti opzioni:

  • Mescola delle gomme
  • Sospensioni
  • Regolazioni Sterzo
  • Rapportatura del cambio
  • Impianto Frenante
  • ECU

Tutti macromenù volti ad una completa ottimizzazione del nostro bolide. Potremo quindi regolare la forcella, i cambi, la grandezza dei freni nonché il TCS. Non ci sono stati compromessi su Nintendo Switch, MotoGP 18 mantiene l’impianto simulativo al centro delle sue attenzioni.

MotoGP 18 MotoGP ID Switch
MotoGP ID terrà conto delle nostre statistiche

No, non c’è il multiplayer..

Le modalità di gioco di MotoGP 18 sono tutte offline, eccezion fatta per la Partita Locale in cui potrete sfidare altri piloti possessori di Switch e collegati alla medesima wi-fi.

  • La Carriera: partendo dalle competizioni minori ripercorreremo i 19 tracciati ufficiali weekend dopo weekend. Potremo scegliere se entrare direttamente in gara o fare turni di prova, qualifiche e gara. Sarà possibile regolare la difficoltà dell’IA, scegliere se attivare o no i danni alla moto, il consumo delle gomme, la partenza manuale e le penalità. Allo stesso modo regoleremo livello di Simulazione Fisica, Freno automatico, traiettoria ideale, trasmissione… Insomma, le opzioni non mancano. Tra un weekend e l’altro potremo leggere le notizie, eventuali mail, consultare statistiche, classifica, personalizzare il pilota.
  • Modalità Veloci: ovvero Grand Prix, Prova a tempo, Campionato e sopratutto il santo Tutorial.
  • Partita Locale (appunto il multiplayer in locale citato)

E manca una lobby multiplayer. Perché? Splatoon 2 dimostra che l’online di Switch ha senso. Rocket League si basa solo su quello.. Perché manca la lobby online di MotoGP 18?

MotoGP 18 Modalità Carriera Switch
La modalità carriera parte dalla Red Bull Rookies Cup…
MotoGP 18 Modalità Carriera Switch
Anche la partenza può essere totalmente manuale

MotoGP 18 su Switch deve sottostare a compromessi importanti

Nutrivamo grandi speranze in MotoGP 18 Switch, alcune completamente soddisfatte, altre no. Complessivamente ci troviamo di fronte ad un prodotto ben rifinito, forte del suo sistema di guida simulativo e delle ottime modalità offline. Allo stesso tempo gli screenshot circolati prima dell’uscita sono per lo meno fuorvianti: MotoGP 18 evidenzia un livello di dettaglio piuttosto imbarazzante (in modalità portatile) e dei bug importanti (maledetti muretti invisibili) anche nella modalità docked. L’assenza del multiplayer è pesante: sopratutto perché tra un paio di mesi l’online di Switch sarà a pagamento e ci vorranno dei motivi validi per farci sottoscrivere l’abbonamento.

L'alunno ha le potenzialità, ma non si impegna...

Uno scheletro eccezionale, una fisica simulativa rigorosa e volta a portare al continuo miglioramento. Allo stesso tempo enormi compromessi grafici e bug. Come si può valutare MotoGP 18? Come un prodotto che richiederà una grossissima patch, altrimenti è più facile che resti sullo scaffale.

5.9
MotoGP 18:
5.9
MotoGP 18 Switch – Recensione ultima modifica: 2018-06-30T15:52:12+00:00 da Sapphire

Potrebbe anche interessarti…

Rispondi