Anteprime Giochi PC & Console Giochi Indie

Kingdom Come Deliverance: siete pronti all’uscita?

Kingdom Come Deliverance LOGO

Partiamo dal fatto che manca pochissimo all’uscita di Kingdom Come Deliverance, prevista per il 13 febbraio 2018 su PC, Playstation 4 e Xbox One. Gioco di cui seguiamo lo sviluppo da tempo e che presto potremo recensire. Troppe volte però l’attenzione all’estremo realismo e al comparto grafico ha poi deluso sotto il punto di vista del gameplay e dell’ottimizzazione. Riuscirà Kingdom Come Deliverance a diventare IL simulatore medioevale per eccellenza? Vediamo assieme cosa ci aspetta riassumendo il lungo, ma estremamente chiaro e dettagliato video distribuito da Deep Silver.

L’ambientazione è la Boemia del XV secolo, siamo i figli di un umile fabbro e saremo artefici del nostro destino. La verosimiglianza della boscaglia boema è eccezionale; ho paura però che la versione qui tanto decantata poi risulti penalizzata sulle console. Speriamo di essere smentiti!

Il primo combattimento vede una certa legnosità nei movimenti, che di per sé potrebbe sembrare un lato negativo, ma in realtà la scherma medievale prevedeva in effetti movimenti cadenziati, rigore e disciplina; senza contare il fatto che le armature e il peso di armi e scudi non erano certo indifferenti. Nel video che segue l’articolo avremo modo di vedere spesso combattimenti all’arma bianca, nonché l’utilizzo dell’arco, il quale non prevede alcun mirino!

Castello in Kingdom Come deliverance
La Boemia del XV secolo in tutto il suo splendore

Arriviamo al primo villaggio. Le strutture sono a dir poco strepitose, gli abitanti vivono una vita indipendente e verosimile. La simulazione è davvero imbarazzante nella sua verosimiglianza! Il maniero che domina la zona sembra davvero uno di quei castelli dell’Alto Adige o della Valle D’Aosta. Passeggiando nel villaggio si nota quanta attenzione è stata posta nel ricreare un ambientazione credibile. Le strade sono polverose, ma quando piove l’acqua ristagna e i riflessi abbondano. Le luci alternano il pieno sole e la fioca e calda fiamma delle candele che rischiara le case che stiamo per depredare. Qualche dubbio sulle ombre che sembrano piuttosto nette.

Gli sviluppatori hanno posto massima attenzione e impegno sul ricreare non solo un mondo verosimile, ma anche delle reazioni degli NPC. L’abito FA il monaco: se vi avvicinerete con un’armatura pulita, verrete trattati da cavalieri, se invece sarete sporchi di sangue, laceri, non vi aspettiate di certo di essere i benvenuti.

Assalto ad una carovana in Kingdom Come Deliverance
Come vedete, non c’è alcun mirino!

Le abilità oratorie saranno punto focale sia nel mercanteggiare che nei rapporti interpersonali. Avremo spesso diverse opzioni, dettate dalla nostra esperienza e dai precedenti comportamenti. Non pensiate che se siete stati beccati a rubare in una città tornando si siano dimenticati. Il bello di Kingdom Come Deliverance è proprio insito nella sua struttura di RPG open world. Ci sarà una trama principale, ma toccherà a noi fare le scelte. Aspetto che si accomuna alla serie di Elder Scroll, così come l’arte del mercanteggiare e la via oscura del ladro. Se muovervi nelle ombre è più nelle vostre corde piuttosto che la singolar tenzone, avrete modo di superare sistemi di allarme (i cani!), introdurvi nelle case e – se la cosa non va a buon fine – dover fare i conti con la giustizia.

Insomma la carne sul fuoco è davvero tanta: Kingdom Come Deliverance è ormai prossimo all’uscita. Noi non vediamo l’ora e voi?

Kingdom Come Deliverance: siete pronti all’uscita? ultima modifica: 2018-01-27T10:00:14+00:00 da Sapphire

Potrebbe anche interessarti…

Rispondi