Anteprime Giochi PC & Console Giochi Indie

Deep Rock Galactic – Recensione Early Access

Deep Rock Galactic LOGO

Nani minatori dallo spazio profondo

Di FPS “a classi” se ne contano ormai a centinaia, in genere sono divertenti e propongono uno stile di gioco alternativo rispetto alla loro controparte di stampo più classico, dando il meglio soprattutto nelle modalità a orde PvE.
Stesso discorso per i giochi di mining e crafting che, dopo il successo di Minecraft, hanno vissuto il loro momento d’oro, invadendo soprattutto il mercato dei titoli indie.
Deep Rock Galactic, della Ghost Ship Games, prende il meglio di questi due generi e lo mescola sapientemente per creare in un mix a dir poco geniale!

 

Nani spaziali?

In Deep Rock Galactic lavoreremo per una società mineraria spaziale e vestiremo i panni di un nano minatore a scelta fra una delle quattro classi disponibili: trivellatore, esploratore, ingegnere e artigliere.

Ogni classe ha un equipaggiamento differente che gli conferisce capacità uniche: l’ingegnere può piazzare torrette armate o generare piattaforme utili per scalare pareti verticali; l’esploratore dispone di armi leggere, un rampino e può illuminare più efficacemente le aree di gioco con il suo fucile lancia flares; l’artigliere, ovviamente, dà il meglio di sé in combattimento grazie alla mitragliatrice pesante, ma può anche costruire delle utilissime funivie per spostarsi nelle caverne; il trivellatore, infine, è equipaggiato con 2 trivelle con le quali scava molto velocemente, ma può contare anche sul suo potente lanciafiamme.

Ogni classe è totalmente personalizzabile esteticamente e l’equipaggiamento di ogni nano può essere migliorato spendendo i crediti che si guadagnano completando le missioni.

 

Ma veniamo al sodo: cosa succede quando si và in missione? Semplice, noi e altri 3 nani, controllati dai nostri compagni, verremo spediti, con una grossa trivella, nelle profondità di un pianeta alieno, con l’obbiettivo di recuperare minerali preziosi, ottenere oggetti speciali o, in alcuni casi, uccidere paricolari creature. Una volta completati gli obbiettivi sarà necessario richiedere l’estrazione e quindi fuggire.

Affrontare i compiti che ci verranno assegnati non sarà mai una passeggiata e per completare le missioni con successo sarà fondamentale la collaborazione di tutti i membri del team. Infatti, oltre ad esere buie e ostili, le profondità del pianeta sono anche letteralmente invase da colonie di giganteschi e agressivissimi insetti alieni e subire l’attacco di un vero e proprio sciame di nemici è un evento tutt’altro che raro. Inutile dire che dovremo avere la meglio su di loro se vogliamo riportare a casa il prezioso bottino e soprattutto la pelle!

Un’interessante caratteristica di Deep Rock Galactic è rappresentata dalla struttura dei livelli: le caverne che ci troveremo ad esplorare saranno completamente distruttibili e generate in modo procedurale, assicurandoci così di non rigiocare mai una partita uguale all’altra.

Tecnica nanica…

Dal punto di vista tecnico Deep Rock Galactic non fa di certo gridare al miracolo ma, nel complesso, l’impatto è molto carino e la semplicità di modelli e ambienti ben si sposa con la natura procedurale del titolo. Stesso discorso per il comparto audio, niente di epico, ma gradevole e funzionale, con musiche che cambiano sapientemente ritmo nei momenti di tensione o combattimento.  

L’intelligenza artificiale dei nemici è invece una delle parti più problematiche del gioco e necessita ancora di molto lavoro. I nemici spesso si muovono in modo molto naturale e guardarli mentre a decine escono da un buco nella roccia, camminando su tutte le superfici, è davvero affascinante. Purtroppo, spesso e volentieri, capita di vederli incastrati in qualche angolino o, peggio ancora, di non vederli proprio, mentre loro, buggati nel terreno, trapassano un muro o il pavimento per poi colpirci ingiustamente alle spalle.

Un altra nota negativa riguarda il bilanciamento delle classi che, sebbene tutte molto divertenti da giocare, non sono al momento ben equilibrate.  A pagare il prezzo più alto è sopratutto l’esploratore, che risulta il meno efficace in combattimento, penalizzato dalle armi leggere che infliggono poco danno e dal lancia flares, molto figo sulla carta, ma abbastanza inutile in missione, visto che tutti i nani possono lanciare piccoli flares per illuminare le caverne.

Bisogna però tenere conto che Deep Rock Galactic è ancora in versione alpha e che nonostante qualche difetto perdonabile si presenta già molto bene. Non sarà difficile per gli sviluppatori della Ghost Ship Games rifinire il loro progetto in tutti gli aspetti prima della versione release.

  

Tiriamo le somme su Deep Rock Galactic

Come definire questo titolo? Deep Rock Galactic è sicuramente un gioco con una grande atmosfera: le ambientazioni cupe e spesso claustrofobiche, la certezza che da un momento all’altro uno sciame di insetti alieni attacherà la squadra e il cameratismo tra colleghi nani, riesce senza fronzoli a calare il giocatore nella parte del minatore spaziale, che affronta ogni spedizione con il cuore colmo d’ansia e brama di ricchezze.
Il problema più grosso che potrebbe affondare questo titolo è l’eccessiva ripetitività delle missioni che, a lungo andare, potrebbe stufare i giocatori. Toccherà agli sviluppatori inventarsi qualcosa di nuovo di tanto in tanto per mantenere 
il gameplay fresco e stimolante nel tempo.

Pettinatevi la barba e preparate il piccone, perchè per essere una versione alfa il risultato è decisamente positivo: Deep Rock Galactic si becca un 7 pieno e se lo merita tutto.

Azione e atmosfera, ma con qualche bug

Un mix di generi davvero azzeccato che ci regalerà molte ore di divertimento cooperativo! Bug e bilanciamenti da rivedere abbassano un pò il voto finale, ma sono giustificati dallo stato ancora embrionale del titolo. Deep Rock Galactic è come un diamante grezzo, è indubbiamente molto bello, ma necessita di altro lavoro per brillare davvero.

7
Deep Rock Galactic:
7
Deep Rock Galactic – Recensione Early Access ultima modifica: 2018-04-29T09:00:40+00:00 da Bumbax

Potrebbe anche interessarti…

Rispondi