Recensioni Giochi PC & Console

Bullet Witch – La strega Alicia torna a farci visita dopo 12 anni

Bullet Witch - Recensione

2013 D.C. Distruzione, guerra, flagelli e un esercito di mostri malvagi. Le catastrofi portate dai demoni hanno ridotto drasticamente l’umanità a 1 miliardo. tutti si preparano alla fine, ma sembra ci sia una donna, vestita di nero, con una grossa pistola e poteri demoniaci …”

Nostalgia del passato

Spesso siamo soliti ricordare con affetto e ammirazione titoli del passato, andando ben oltre l’effettiva qualità che realmente possedevano.

Recensire quindi un gioco che ha rappresentato la nostra infanzia od un periodo particolare della nostra vita da giocatori, riproposto a distanza di anni dalla pubblicazione originale, non è mai semplice.

Il rischio è duplice, ovvero farsi prendere dalla malinconia ed omaggiare il titolo con un voto alto a priori, oppure cancellare gli straordinari ricordi ad esso associati, rigiocandolo quindi con occhio critico, scoprendo le inevitabili lacune od i probabili difetti realmente presenti.

Se tutto ciò è vero per i grandi capolavori del passato, a maggior ragione è difficile ipotizzare di poter oggi realmente apprezzare un titolo come Bullet Witch, che già a suo tempo non lasciò ricordi sensazionali nella memoria di tutti coloro che tentarono di dargli fiducia (opinione personale naturalmente).

Bullet Witch - Recensione

Come passa il tempo quando ci si diverte …

Bullet Witch è un action in terza persona sviluppato dall’oramai defunto studio giapponese Cavia (responsabile del primo NieR e della serie Drakengard) e pubblicato nel 2006 da AQ Interactive in esclusiva per Xbox 360.

A distanza di circa 12 anni dalla sua uscita, la strega Alicia torna a farci visita su piattaforma PC (via Steam e Humble Bundle) con una edizione completa di tutti i DLC prodotti ed in una nuova veste grafica, con miglioramenti riguardanti risoluzione, framerate, gestione delle luci e bilanciamento del gioco.

Chi è Alicia Claus?

“Un esercito di demoni ha conquistato il mondo e la resistenza umana è sull’orlo della disfatta totale, ma proprio quando tutto sembra perduto, una donna vestita di nero arriva sul campo di battaglia armata di poteri magici e una lunga pistola simile alla scopa di una strega.”

Giocherete nei panni di Alicia Claus, la misteriosa salvatrice, e dovrete combattere orde di soldati demoniaci, civili mutati e persino giganti. Tramite il gunrod, la pistola di Alicia “multifunzione” (più simile in realtà ad una scopa magica), potrete spazzare via i nemici che vi si porranno dinanzi.

Il gunrod può trasformarsi istantaneamente in quattro armi diverse, ognuna delle quali può essere incantata per ottenere più potenza e bonus particolari.

Bullet Witch - Recensione

Una strega “ignorante”

Alicia non avrà a disposizione solo il gunrod per sconfiggere i nemici, ma potrà anche contare su una serie di poteri magici che le permetteranno di scatenare la furia di fulmini, tornado e persino meteoriti, creare muri di protezione, far apparire foreste di spine, utilizzare il potere della telecinesi, etc.

La schermata di gioco presenta la classica barra della vita, che si ripristina automaticamente col passare del tempo, ed una barra supplementare relativa al potere magico residuo (ogni magia consuma un certo quantitativo di energia) che viene alimentata dalle uccisioni dei nemici in gioco.

Alla fine di ogni livello avrete infine la possibilità di distribuire dei punti abilità da ripartire tra nuove abilità, armi, magie.

Bullet Witch - Recensione

I nemici amici

Tralasciando il fatto che avrete armi infinite durante il gioco, che viaggerete attraverso scenari scarni, anonimi e obbrobriosi, che impiegherete ben 4 ore per finire tale scempio, a tutto questo aggiungete una intelligenza artificiale inesistente e ridicola e purtroppo capirete il livello di gioco offerto da Bullet Witch.

La IA non è imbarazzante, è semplicemente inesistente. I nemici si porranno davanti a voi come manichini praticamente immobili (spostandosi di tanto in tanto in maniera meccanica) che sarete in grado di abbattere anche giocando alla cieca.

Avrete durante la partita la possibilità di abbassarvi furtivamente o schivare i colpi ma non sarà realmente necessario: non morirete mai e sicuramente troverete più sfidante, interessante ed impegnativo rassettare il cassetto dei vostri calzini.

Bullet Witch - Recensione

Si ma almeno la parte grafica è accettabile … o no?

Purtroppo no, graficamente parlando il gioco risente degli anni passati e non vi sono evidenti e netti miglioramenti rispetto al gioco uscito nel 2006.

La caratterizzazione di Alicia è comunque interessante e graficamente parlando, piacevole. In aggiunta la scopa tecnologica della quale è dotata ne caratterizza in maniera adeguata il personaggio.

Bullet Witch - Recensione

Requisiti Minimi

  • Sistema operativo: Windows 7+
  • Processore: Intel Core i5-6300HQ CPU @ 2.30GHz (4 CPUs)
  • Memoria: 4 GB di RAM
  • Scheda video: Intel(R) HD Graphics 530
  • DirectX: Versione 9.0c
  • HDD: 5 GB di spazio disponibile
  • Scheda audio: Compatibile with DirectX 9.0c
  • Note aggiuntive: 720p @ 30fps

Requisiti Raccomandati

  • Sistema operativo: Windows 7+
  • Processore: Intel Core i5-6400 CPU @ 2.70GHz (4 CPUs), ~2.7GHz
  • Memoria: 6 GB di RAM
  • Scheda video: NVIDIA GeForce GTX 950
  • DirectX: Versione 9.0c
  • HDD: 5 GB di spazio disponibile
  • Scheda audio: Compatibile with DirectX 9.0c

Le scontate conclusioni

Bullet Witch è un titolo purtroppo insufficiente sotto tutti i punti di vista. Sebbene sia una conversione migliorata di un titolo del 2006, graficamente è inaccettabile al giorno d’oggi. Il gameplay inoltre risente inevitabilmente del peso degli anni con scenari piatti, ripetitivi senza il minimo interesse. A tutto ciò si aggiunge una IA imbarazzante che si traduce in una totale assenza di sfida.

Rappresenta realmente un investimento difficile da comprendere. Perché pubblicare ai giorni nostri un gioco che già a suo tempo aveva ricevuto un freddo riscontro, mantenendo quasi totalmente inalterato ogni aspetto presente nel 2006?

PRO

  • La nuova edizione racchiude tutti i DLC ed i costumi originali
  • Idee buone nel 2006 …

CONTRO

  • … obsolete nel 2018
  • Graficamente desolante
  • IA totalmente inutile
  • Realizzazione non all’altezza già 11 anni fa

Purtroppo insufficiente sotto tutti i punti di vista

Bullet Witch porta delle piccole migliorie rispetto alla versione del 2006 che tuttavia non ne giustificano l'acquisto soprattutto per chi non ha mai giocato il gioco originale. Per tutti coloro che invece hanno apprezzato il titolo del 2006, sappiate che, in caso di acquisto, avrete davanti un gioco pressoché identico a 12 anni fa. E' un titolo realmente difficile da consigliare.

4.9
Bullet Witch:
4.9
Bullet Witch – La strega Alicia torna a farci visita dopo 12 anni ultima modifica: 2018-07-25T10:00:02+00:00 da Balduran

Potrebbe anche interessarti…

Rispondi